20minuten
ZURIGO
11.10.21 - 13:220
Aggiornamento : 17:39

Inserisci il suo numero di telefono e scopri se ti ha tradito

L'idea è di un 36enne zurighese che ha creato la piattaforma “matcho.me”.

Sul sito web, gli utenti possono inserire il numero di cellulare della nuova conquista e scoprire se altre persone hanno fatto lo stesso. Per l'avvocato Martin Steiger «la pagina è in conflitto con la protezione dei dati».

Fonte 20Minuten/Deborah Gonzalez-Zora Schaad
elaborata da Davide Milo
Giornalista

ZURIGO - Chi sostiene di non averlo fatto, probabilmente mente. Quando si inizia una nuova frequentazione, spesso ci si trova a cercare informazioni in rete sul partner. Dal suo nome su Google, alle foto sui social per vedere con chi esce, il web propone diverse informazioni appetibili per farsi un'idea della persona che si ha davanti. «Quasi tutti lo fanno», afferma con sicurezza Eli Wegmann. Il 36enne zurighese, prendendo spunto da questa forma di voyeurismo (per non dire mania del controllo o paranoia), ha quindi lanciato la piattaforma “matcho.me”.

Sul sito web, gli utenti possono inserire il numero di cellulare della nuova conquista e scoprire se, e con quale frequenza, altre persone hanno fatto lo stesso. «La piattaforma è principalmente destinata a donne e uomini che credono di essere stati traditi, oppure per chi sta flirtando con qualcuno e vuole mettere alla prova la sua lealtà. Senza doversi lanciare in pedinamenti ed evitando di dover controllare di nascosto il suo telefono», spiega l'ideatore.

Se la ricerca di un numero di cellulare ha esito positivo, puoi chattare in modo anonimo con l'altra persona che, ovviamente, deve avere già cercato lo stesso numero. Per farlo bisogna pagare 3.50 franchi. Tutti i partecipanti devono prima registrarsi.

«Il sito dovrebbe diventare la norma nella vita degli appuntamenti» - Trattasi di una mancanza di fiducia? Per Wegmann non c'è niente di male in tutto ciò. «Se hai dei dubbi, trovo che il sito possa essere di grande aiuto. Puoi combattere contro la tua stessa paranoia e smetterla di tormentarti».

Al contrario, lo psicologo Felix Hof trova la piattaforma matcho.me «molto problematica». App come queste, sostiene, «sono il nutrimento ideale per le difficoltà interpersonali e la mancanza di fiducia». Un rimprovero che Wegmann respinge con fermezza: «Per me è importante che nulla venga nascosto. Il sito dovrebbe diventare la norma negli appuntamenti. Può aiutare gli utenti a scoprire la verità. In passato, le persone si incontravano semplicemente nella piazza del paese, si scambiavano idee e parlavano degli altri. In realtà è la stessa cosa».

«Non è così che funziona la protezione dei dati in Europa» - L'avvocato Martin Steiger è specializzato in diritto dello spazio digitale: «Questa pagina è chiaramente in conflitto con la protezione dei dati!», sottolinea. Quindi aggiunge: «Dubito che "matcho.me" sia conforme alla legge europea». Secondo il legale, è possibile sporgere reclamo a un'autorità di controllo della protezione dei dati. «Il sito non è sufficientemente trasparente su diversi punti o fornisce informazioni contraddittorie», spiega.

Eli Wegmann, che ha già vagliato i vari scenari con i suoi avvocati, non ha dubbi: «Partiamo dal presupposto che tutto sia conforme, perché non utilizziamo né salviamo alcun dato personale». Steiger non condivide questo punto di vista: «Alla fine, è un'app di sorveglianza. L'idea potrebbe corrispondere allo spirito di questo tempo, ma non è così che funziona la protezione dei dati in Europa».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
36 min
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
48 min
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
1 ora
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
2 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
3 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
4 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
5 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
SVIZZERA
8 ore
Roche prepara il test antigenico per Covid e influenza
Il kit combinato permetterà di ottenere i risultati in 30 minuti
SVIZZERA
16 ore
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
SVIZZERA
23 ore
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile