20min/Marco Zangger
SVIZZERA
08.10.21 - 16:300

Legge Covid-19, GastroSuisse lascia libertà di voto

Secondo l'associazione il risultato della votazione non avrà alcun impatto diretto sul settore

BERNA - Anche se respinge l'estensione del pass sanitario, GastroSuisse non si oppone alle modifiche apportate in marzo alla legge Covid-19. L'associazione ha deciso di non fornire alcuna indicazione di voto in vista dell'appuntamento alle urne del prossimo 28 novembre.

Il risultato della votazione federale non avrà alcun impatto diretto sul settore, indica GastroSuisse tramite un comunicato diffuso oggi. Le misure resteranno infatti comunque in vigore almeno fino al 19 marzo 2022.

Stando all'associazione, non si può prevedere in che modo un sì o un no andrebbero a influenzare il ramo della ristorazione. «Al momento nessuno sa se a prevalere saranno i vantaggi o gli svantaggi» ha detto, citato nella nota, il presidente Casimir Platzer, aggiungendo che ciò dipenderà dalla politica in materia di coronavirus del Consiglio federale.

L'organizzazione precisa di non di essere di base contro il certificato Covid, che permette di viaggiare all'estero e di recarsi a grandi eventi. Grazie alla sua introduzione, diverse imprese nel campo della ristorazione hanno ora delle prospettive. La sua estensione a ristoranti e bar è tuttavia sproporzionata e dannosa: GastroSuisse vuole pertanto che tale provvedimento sia tolto il più rapidamente possibile.

In occasione del primo passaggio alle urne della legge Covid, lo scorso giugno, GastroSuisse aveva raccomandato di scrivere "sì" sulla scheda elettorale. Allora, il testo sottomesso al popolo regolava in primis tutti i sostegni finanziari per i settori particolarmente colpiti dalla crisi, come quello di hotel e ristoranti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Omicron: primo caso sospetto in Svizzera
L'Ufsp sta svolgendo accertamenti su una persona rientrata dal Sudafrica una settimana fa
SVIZZERA
10 ore
Predatori, inquilini, stranieri: le votazioni negli altri cantoni
In 10 cantoni i cittadini si sono espressi su oggetti locali. Ecco i risultati
SVIZZERA
10 ore
«L'odio e la rabbia non appartengono alla Svizzera»
Quello della Legge Covid «è il miglior risultato mai raggiunto da una legge posta sotto referendum», così Berset.
ZUGO
13 ore
L'albero di natale in macchina, la multa all'autista
L'appello della polizia: «Bisogna fare attenzione che il carico non ostruisca la visuale»
SVIZZERA
16 ore
Camici in aria, approvata l'iniziativa sulle cure infermieristiche
Il risultato è apparso chiaro sin dai primi risultati: è un trionfo dei favorevoli.
SVIZZERA
16 ore
Sorteggio per eleggere i giudici? Niente da fare
Il 68,1% dei cittadini svizzeri ha deciso di mantenere il sistema attuale
SVIZZERA
16 ore
Fine dei giochi, la Legge Covid trionfa con un netto sì
Il 62% degli svizzeri ha approvato il testo. Alto tasso di consensi anche in Ticino.
FOTO
SVIZZERA
16 ore
Palazzo federale blindato per il voto
Misure di protezione mai viste a Berna in vista del voto odierno sulla Legge Covid-19.
SVIZZERA
17 ore
«La nuova variante si diffonderà presto o tardi anche in Svizzera»
Al momento Tanja Stadler non si sbilancia su un'eventuale maggior pericolosità di Omicron.
SVIZZERA
18 ore
«Venga introdotta la regola del 2G»
Nel giorno della votazione sulla Legge Covid-19, sale la pressione sulle persone non vaccinate.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile