20min/Marco Zangger
ZURIGO
04.10.21 - 23:320
Aggiornamento : 05.10.21 - 01:33

Contagi a scuola: «Ho fatto di tutto per proteggere i miei figli»

Ha tre figli che hanno contratto il Covid. Anche lei, nonostante sia vaccinata, è stata male a causa del virus.

Una madre critica il «caos dei provvedimenti» nelle scuole. L'Ufsp: «L'attuazione delle misure è di competenza dei Cantoni»

ZURIGO - «La mia peggiore paura si è avverata». Una madre racconta a 20 Minuten gli sforzi profusi per proteggere i figli dal Covid. I ragazzi, tuttavia, sono a casa proprio a causa del virus. La zurighese ha quindi deciso di denunciare la situazione: «Vengono contaminati nelle scuole, è irresponsabile».

Per i più piccoli l'anno scolastico è iniziato senza obbligo di mascherina e senza test ripetuti: «Senza queste misure, i primi contagi sono arrivati in poco tempo», racconta la donna. La scuola, nonostante ciò, non avrebbe preso provvedimenti immediati. «Ho iniziato ad avere paura a mandare i bambini a scuola».

Per non strappare i ragazzi dal loro ambiente, li ha comunque lasciati andare alle elementari: «Ho dovuto accettare il fatto che avrebbero potuto finire in quarantena o che avrebbero potuto contrarre il virus. Ero sempre sulle spine».

Quando hanno mostrato i primi sintomi della malattia, la madre ha provveduto immediatamente a testarli. Risultato: tutti e tre positivi. Non solo, poco dopo anche lei si è ammalata, nonostante avesse completato il ciclo vaccinale.

Sminuire la malattia nei bambini - «Non ricordo l'ultima volta in cui i miei figli sono stati così male», ci tiene a precisare. La donna crede che la malattia nei più piccoli sia sottovalutata: «Sono rimasta scioccata». Ad eccezione del marito, tutta la famiglia ha sofferto di mal di gola, mal di testa e tosse grave. «Il maggiore è stato a letto per cinque giorni con 39 di febbre».

La donna è certa: «Hanno contratto il virus a scuola. Io e mio marito stiamo molto attenti anche se entrambi siamo vaccinati. Abbiamo sempre rispettato le misure di protezione e continuiamo a limitare i rapporti sociali. Insomma, l'infezione dei miei figli avrebbe potuto essere prevenuta con test rapidi o l'obbligo della mascherina».

«Servono regole uniformi» - Secondo la donna la scuola non è riuscita ad adottare in tempo utile misure valide a proteggere gli studenti. Trova incomprensibile che le scuole siano soggette a un mosaico di misure che varia da cantone a cantone e spesso anche da scuola a scuola. «In vista della fine della pausa autunnale, servono regole uniformi», conclude.

«Rare le conseguenze gravi» - Interpellato, l'Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) spiega: «I bambini e gli adolescenti generalmente mostrano pochi o nessun sintomo». La portavoce Katrin Holenstein aggiunge: «Le conseguenze gravi e a lungo termine sono rare e finora non quantificabili».

Secondo Holenstein, l'Ufsp promuove test ripetuti per controllare il tasso di infezione nelle scuole: «L'obiettivo della strategia è identificare e isolare i casi positivi il prima possibile». Inoltre, a seconda della situazione epidemiologica locale, si raccomanda un «pacchetto di misure» ad hoc. Ma aggiunge: «L'attuazione delle misure è di competenza dei Cantoni».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
3 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
4 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
6 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
6 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
6 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
SVIZZERA
15 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
16 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
21 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
1 gior
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile