keystone
La manifestazione di ieri a Uster
SVIZZERA
26.09.21 - 09:580
Aggiornamento : 12:20

No Pass pronti alla violenza: «Estremisti monotematici»

I No Pass e No Vax in Svizzera stanno alzando il tiro. La Rete per la sicurezza: «Rischio radicalizzazione»

BERNA - Alcune delle persone che si oppongono alle restrizioni messe in atto per combattere il coronavirus stanno cominciando a radicalizzarsi e sono pronte a commettere atti di violenza. L'avvertimento arriva da André Duvillard, delegato della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (RSS).

«Osserviamo un segmento crescente della popolazione che si oppone alle misure per il Covid-19, soprattutto dopo l'estensione dell'obbligo del certificato sanitario», spiega Duvillard in un'intervista pubblicata dal domenicale Le Matin Dimanche. Egli indica ad esempio le ultime manifestazioni a Berna, durante le quali sono stati sequestrati coltelli e cacciaviti.

Questi manifestanti sono «estremisti monotematici», dice lo specialista della lotta contro la radicalizzazione. Né di estrema sinistra né di estrema destra; sono «pronti a diventare violenti in relazione a una causa molto particolare, che è quella del Covid-19». È ancora troppo presto per tracciare il loro profilo. Ma «a Berna, abbiamo visto piuttosto degli uomini tra i 30 e i 40 anni, ben integrati», nota Duvillard.

«È una nuova forma di estremismo che vediamo emergere a livello internazionale», aggiunge l'esperto. Se viene usato politicamente, c'è il rischio «che porti a scontri tra membri dell'estrema sinistra e dell'estrema destra».

André Duvillard sottolinea di non ricordarsi di una tale concentrazione di manifestazioni come quella attuale in Svizzera. Chiede quindi di prestare attenzione alla situazione nelle prossime settimane, soprattutto prima del voto di novembre sulla legge Covid.

Dopo le violenze alla manifestazione del 16 settembre a Berna, l'Ufficio Federale di Polizia (Fedpol) ha assicurato di avere un sistema per prevenire possibili intrusioni nel Palazzo Federale. Il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) sta indagando sul possibile coinvolgimento di gruppi estremisti violenti nella comunità degli scettici della pandemia.

Dal 13 settembre in Svizzera è stato esteso l'obbligo di certificato Covid. Da allora, i visitatori devono identificarsi come vaccinati, guariti o testati non solo nei grandi eventi o in discoteca. Il Covid pass è richiesto ad esempio anche quando si va al ristorante, al cinema o in palestra.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
45 min
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
1 ora
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
11 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
11 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
16 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
16 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
18 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
19 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
19 ore
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
20 ore
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile