keystone
BERNA 
23.09.21 - 10:070

Grandi sforzi per aumentare le vaccinazioni

Il numero di dosi somministrate ogni giorno è ancora due o tre volte inferiore rispetto a maggio e giugno.

I cantoni stanno lavorando alacremente per rilanciare la dinamica, con squadre mobili presenti in centri commerciali, scuole, università, sale comunali, centri culturali e aziende.

BERNA  - Consultori, autobus e campagne di informazione destinate ai migranti: i cantoni stanno lavorando intensamente per aumentare il tasso di vaccinati contro il Covid-19.

Anche se le cifre stanno aumentando, il numero di dosi somministrate ogni giorno è ancora due o tre volte inferiore rispetto a maggio e giugno.

Dopo le vacanze estive il numero di vaccinazioni è tornato ad aumentare. La settimana scorsa ne sono state effettuate circa 220'000, il 17% in più rispetto alla settimana precedente. Il dato è però ancora lontano da quello di inizio estate, quando ogni settimana venivano vaccinate oltre 600'000 persone.

I cantoni stanno lavorando alacremente per rilanciare la dinamica, con squadre mobili presenti in centri commerciali, scuole, università, sale comunali, centri culturali e aziende.

A Ginevra, una di queste ha accolto gli studenti dell'università in occasione dell'inizio del semestre. Lunedì sono state vaccinate circa 200 persone, ma la capacità giornaliera è di 600. Anche nel canton Vaud sono state avviate diverse azioni, fra le quali ad esempio un centro vaccinale nel cuore pulsante della vita notturna losannese, il quartiere del Flon, destinato principalmente ai giovani.

Pure a Lucerna si punta ai giovani, con una campagna informativa per i festaioli. In Vallese, il cantone fornisce unità mobili di vaccinazione ai comuni che lo desiderano. Più in generale, la vaccinazione senza appuntamento è stata estesa a tutta la Svizzera non solo nei grandi centri ma anche in farmacia, dal medico di famiglia o a casa. A Zugo, interi gruppi, club o società possono vaccinarsi senza appuntamento.

Migranti - Visto l'alto numero di casi di Covid riscontrato fra i migranti, sono state pure potenziate le offerte per questa categoria di popolazione. A Berna a inizio agosto è stata lanciata una campagna informativa in 20 lingue, tra cui il tibetano, il cinese e il somalo.

Il canton Neuchâtel si è rivolto direttamente alle comunità straniere e migranti per sensibilizzarle sul tema della vaccinazione. A San Gallo, informazioni e video esplicativi sono disponibili in 25 lingue.

A Lucerna, le persone di nazionalità straniera che contattano la hotline vengono richiamate nella loro lingua madre. A Sciaffusa i musulmani praticanti hanno potuto optare per la vaccinazione in una moschea direttamente dopo le preghiere del venerdì.

Successo - Queste misure hanno riscosso un certo successo. A Soletta, l'elevata domanda di vaccinazioni ha addirittura superato le aspettative, mentre a San Gallo, chi vuole essere vaccinato deve aspettare fino a due settimane per la prima dose. Il cantone ha quindi aumentato le sue capacità e Turgovia l'ha quasi raddoppiata.

È comunque difficile quantificare l'impatto di questi sforzi cantonali. Secondo Gundekar Giebel, capo della comunicazione del Dipartimento bernese della sanità, queste misure hanno contribuito per circa la metà all'aumento del tasso di vaccinazione. Ma le progressioni non sono per niente comparabili a quanto visto in maggio, giugno o luglio, ha puntualizzato Jerome Weber, del dipartimento zurighese della sanità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
28 min
Si apre il mese con oltre 10mila casi e 22 decessi
Tensione a livello ospedaliero: i pazienti Covid occupano ora il 27% dei letti di cure intense.
BASILEA CITTÀ
2 ore
Studente contagiato da Omicron, 100 persone in quarantena
Uno dei primi due casi di Omicron accertati in Svizzera è stato rilevato a Basilea, al ginnasio Kirschgarten.
ZUGO
2 ore
Distrugge uno spartitraffico e scappa
I danni dell'incidente avvenuto ieri sera allo svincolo autostradale di Rotkreuz ammontano a diverse migliaia di franchi
SVIZZERA
4 ore
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
4 ore
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
5 ore
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Friborgo
14 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
16 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
18 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
SVIZZERA
18 ore
Gli scettici vogliono creare una «società parallela»
Sfiducia nei media, rabbia verso le autorità. E ora la delusione alle urne. Gli ideologi no Vax progettano la secessione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile