Keystone
SVIZZERA
22.09.21 - 16:010
Aggiornamento : 16:41

A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid

Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.

BERNA - La città di Berna e i gruppi che si oppongono alle misure antipandemiche non sono riusciti ieri sera a raggiungere un accordo sulle modalità di una manifestazione prevista per domani. Nell'incertezza di eventuali proteste non autorizzate, la polizia sarà presente in grande numero e disperderà qualsiasi raduno.

Reto Nause, direttore della sicurezza della città di Berna, ha discusso la situazione con i rappresentanti di "Freiheitstrychler", Amici della Costituzione e "Mass-Voll" (la misura è colma), associazione che si batte per la fine immediata e incondizionata di tutte le misure anti-Covid in Svizzera.

Secondo quanto riferisce oggi il municipio della città federale, alle autorità sembrava che una soluzione negoziata fosse stata trovata durante le quattro ore e mezza di discussioni. Ma ieri sera i promotori delle proteste hanno respinto gli accordi, dicendo che non corrispondeva a ciò che era stato concordato.

Era previsto che i "Freiheitstrychler", quali organizzatori, chiedessero il permesso per una manifestazione e che la città lo avrebbe rapidamente concesso solo per un raduno in Piazza federale. I "Freiheitstrychler", noti per manifestare spesso al suono di campanacci, avrebbero dovuto impegnarsi a prendere misure per rispettare il perimetro di sicurezza e non danneggiare la recinzione vicino al palazzo del Parlamento.

Un'altra parte dell'accordo riguardava la campagna per il voto federale del 28 novembre sulla legge per il Covid-19: solo una nuova manifestazione sarebbe stata autorizzata a Berna, e gli oppositori alle misure antipandemiche dovevano astenersi dal convocare ulteriori proteste.

In un video diffuso oggi, girato sulla Piazza federale al termine della riunione con Reto Nause, i leader di "Freiheitstrychler" e "Mass-Voll" hanno annunciato che domani non vogliono recarsi a Berna, e hanno invitato i loro simpatizzanti a fare altrettanto: «Dovete aspettarvi delle rappresaglie. Restate a casa!». Secondo i rappresentanti dei movimenti contro le restrizioni dovute al coronavirus è meglio unire le forze per la manifestazione prevista sabato a Uster (ZH).

Nel video vengono anche «condannati nel modo più deciso» gli incidenti e le violenze avvenuti lo scorso giovedì sera davanti al parlamento, quando "provocatori" se la sono presa con la recinzione di sicurezza. Quanto al possibile «assalto al Palazzo Federale» menzionato da Reto Nause è stato definito «una grande baggianata».

In quell'occasione la polizia aveva usato cannoni ad acqua contro i rivoltosi. E poco dopo, le autorità cittadine avevano dichiarato che non avrebbero più tollerato manifestazioni non autorizzate.

Intanto però la Città federale potrebbe trovarsi di fronte a due raduni non autorizzati. Sui social network circolano infatti anche appelli di sedicenti autonomi di sinistra per organizzare una contro-dimostrazione.

Data questa incertezza, la polizia cantonale bernese domani mobiliterà un gran numero di agenti per garantire l'ordine e la sicurezza pubblici. La maggior parte dei posti di polizia del cantone saranno chiusi. La polizia consiglia inoltre alla popolazione di non prendere parte a manifestazioni non autorizzate e di evitare qualsiasi raduno nel centro della città domani sera, sottolineando che il clima è sempre più teso in caso di questi eventi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
13 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
15 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
FOTOGALLERY
VAUD
17 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
18 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
SVIZZERA
19 ore
Covid, 1'491 casi e 9 decessi in Svizzera
In diminuzione i pazienti ricoverati in cure intense a causa del virus, che occupano ora l'11,6% dei posti letto.
SVIZZERA
19 ore
La Svizzera è sempre più calda
Temperature superiori ai 25 gradi per 80 giorni sul Ticino meridionale, e tra 40 e 60 giorni sull'Altopiano
SVIZZERA
19 ore
Via libera alla terza dose
L'ok di Swissmedic alla somministrazione in Svizzera per i preparati Moderna e Pfizer/BioNTech
SVIZZERA
21 ore
"Svizzero" per errore, non ha più diritto alla nazionalità
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di un giovane che a torto e a lungo è stato considerato cittadino elvetico.
SVIZZERA
21 ore
Il Covid ha dimezzato l'uso dei trasporti pubblici
All'inizio del 2021 si percorreva una media di 3,6 chilometri al giorno, il 52% in meno rispetto all'anno precedente
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile