Keystone
SVIZZERA
19.09.21 - 09:530
Aggiornamento : 12:22

40% di crisi cardiache in meno negli ospedali durante la pandemia: ma non è una buona notizia

Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi

BERNA - Nel 2020 gli ospedali svizzeri hanno registrato un calo del 40% delle crisi cardiache. Ma non si tratta di una buona notizia: numerose persone hanno infatti preferito non sottoporsi alle visite mediche per paura del virus, o addirittura non si sono presentate in pronto soccorso nonostante i sintomi di un attacco di cuore. Questi dati si sommano poi a quelli delle persone che a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia non hanno potuto sottoporsi alle consuete visite di controllo di routine o a quelle relative agli esami diagnostici. 

I numeri sono stati forniti da un rapporto di Helsana. Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown, in cui gli ospedali svizzeri hanno registrato un calo del 50% di crisi cardiache. Ma ciò significa che molto probabilmente molti cardiopatici sono morti a casa loro. 

Una situazione che rischia di ripetersi anche quest'anno, soprattutto in Svizzera tedesca, dove le terapie intensive di diversi ospedali risultano già piene, e i nosocomi si vedono costretti a posticipare alcuni interventi o a trasferire i pazienti. 

«Sono molti i pazienti che non possono essere trattati come dovrebbero. Spesso anche la diagnostica subisce un freno» ha dichiarato a La Domenica il dottor Roberto Tartini, cardiologo all'Hirslanden di Zurigo, ricordando anche la mancanza di personale. 

«Per ora i pazienti acuti riusciamo ad assisterli, mentre gli interventi elettivi, quelli non urgenti, come ad esempio la sostituzione di una valvola cardiaca, potrebbero venir posticipati» ha aggiunto il professor Christophe Wyss, cardiologo della clinica Hirslanden. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Lucerna
1 min
«Sembra che si vogliano far morire le persone anziane»
Era stata la prima a ricevere il vaccino nel cantone, lunedì è deceduta per un'infezione da Covid-19
Vaud
3 ore
Mortale a Bullet: la vittima è un 16enne
Il ragazzo stava guidando la sua moto con il fratello minore di 14 anni. Aperta un'inchiesta sulla dinamica
SONDAGGIO
SVIZZERA
18 ore
La Svizzera come l'Irlanda: «Sigarette a quindici euro»
Le associazioni attive nella prevenzione suggeriscono di prendere spunto dall'esempio estero
SVIZZERA
19 ore
Manifestazioni in diverse città svizzere
Proteste contro i provvedimenti anti-Covid. Ma a Berna è sceso in piazza il fronte opposto
SVIZZERA
19 ore
La panne ha messo k.o. soprattutto i certificati esteri
Il guasto si è verificato durante alcuni lavori di manutenzione da parte dei tecnici dell'Ue
SVIZZERA
21 ore
I Verdi liberali puntano al Governo federale
Lo ha affermato il presidente Jürg Grossen nell'ambito dell'odierna assemblea dei delegati
SVIZZERA
22 ore
La Svizzera esclusa (in parte) dal turismo asiatico
Swiss non può volare a Singapore. Il motivo: non ci sono ancora abbastanza cittadini con due dosi di vaccino
SAN GALLO
22 ore
Completamente ubriaco, si addormenta in auto... in mezzo alla strada
È successo questa mattina alle cinque a San Gallo. La sua patente straniera è stata annullata
SVIZZERA
1 gior
Carrozze a prova di tifosi
Le FFS ne stanno preparando 35. Saranno usate per il trasporto dei tifosi diretti alle partite in trasferta
Glarona
1 gior
Omicidio a Netstal: trovata morta in un parcheggio una 30enne
Il presunto autore si è consegnato alla polizia in seguito all'atto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile