Immobili
Veicoli
"marcia per la vita"
ZURIGO
18.09.21 - 13:040

Gli anti-abortisti tornano in strada dopo il ricorso

La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.

Il mondo politico è diviso. Da una parte c'è chi crede che il tema possa essere oggetto di discussione e chi invece ritiene che il diritto all'autodeterminazione sul proprio corpo non debba essere messo in dubbio.

Fonte 20 Minuten/Lynn Sachs
elaborata da Davide Milo
Giornalista

ZURIGO - Alla fine avrà luogo. E si tratterà della undicesima volta per la "marcia per vita". Per diverso tempo non è stato chiaro se, anche quest'anno, gli anti-abortisti avrebbero dovuto rinunciare alla manifestazione. Il consiglio comunale di Zurigo, lo scorso anno, aveva annunciato che si sarebbe potuto svolgere solo un raduno «da fermi» in quanto non era possibile garantire la sicurezza dei manifestanti. La marcia del 2019 era infatti stata accompagnata da una contro-manifestazione di protesta sfociata in atti di violenza. Secondo le autorità cittadine quindi, solo un «raduno stazionario» avrebbe potuto essere protetto da eventuali attacchi con mezzi proporzionati.

Gli organizzatori avevano presentato con successo un ricorso contro questa decisione. Oltre alla manifestazione, è stata così approvata anche la marcia. Questa avrà luogo a Zurigo Oerlikon, invece che nel centro città. Gli organizzatori si sono comunque detti soddisfatti per la decisione che garantisce parità di trattamento e libertà di espressione.

Camille Lothe, presidente dei giovani Udc del Canton Zurigo, ritiene giusto che l'evento possa avere luogo. «È singolare che gli organizzatori abbiano dovuto ricorrere per poter manifestare. Soprattutto quando i diritti fondamentali sembrano essere limitati a causa della minaccia di un contromovimento».

«La società ha dimenticato come affrontare le opinioni opposte» - Sebbene Lothe sia dell'opinione che ogni donna debba poter decidere da sola se avere un figlio o meno, ritiene che la "marcia per la vita" debba essere consentita. «La società ha dimenticato come affrontare le opinioni opposte. Invece bisogna essere in grado di discutere di questa tematica».

Leah Heuri, copresidente della Gioventù socialista zurighese, trova invece problematico che l'evento venga tollerato. «La libertà di espressione e di riunirsi per un evento deve certamente essere garantita - sottolinea -, ma il diritto all'autodeterminazione sul proprio corpo non è un'opinione».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 8 mesi fa su tio
🤡
volabas56 8 mesi fa su tio
medio evo
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
5 min
Cade da una parete rocciosa, 14enne perde la vita
Il giovane stava effettuando una passeggiata assieme a un amico. Inutili i tentativi di soccorso.
SVIZZERA
2 ore
Vaiolo delle scimmie: Berna pensa all'acquisto di un vaccino
«Per il momento, non c'è motivo di preoccuparsi» rassicura la vicedirettrice dell'UFSP Linda Nartey
ZURIGO
11 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
SVIZZERA
13 ore
Gas, un accordo di solidarietà tra Svizzera e Germania
Simonetta Sommaruga e Guy Parmelin hanno incontrato il vicecancelliere Robert Habeck alla vigilia del WEF
ZURIGO
17 ore
Esplosione in casa, 18enne gravemente ferito
La deflagrazione sarebbe stata causata da una miscela pirotecnica autoprodotta.
SVIZZERA
18 ore
«È sempre più un'influenza stagionale»
C'è chi rivolge lo sguardo al prossimo autunno, esprimendo preoccupazione per l'emergenza di nuove varianti del Covid.
SVIZZERA
20 ore
Quando sei miliardi non bastano
La Confederazione potrebbe dover sborsare un ulteriore miliardo per l'acquisto dei jet da combattimento F-35.
GINEVRA
21 ore
La rissa fra "bande" degenera e partono alcuni spari
I fatti sono avvenuti in un bar del quartiere ginevrino di Plainpalais. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
23 ore
Quegli spinosi miliardi degli oligarchi con i quali non si sa bene che fare
In Svizzera sono 6 (ma c'è chi dice che siano molti, molti di più) e per la legge elvetica non si possono toccare
SVIZZERA
1 gior
Anche il WEF 2022 si tinge di guerra
Al via oggi nella capitale grigionese il summit economico, attesi 50 capi di stato e anche Zelensky e Stoltenberg
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile