Reuters
SVIZZERA
17.09.21 - 17:400

Incidente aereo a St.Moritz: ex capo squadriglia assolto

La sentenza è stata emessa dal Tribunale militare 2: il comportamento dell'uomo non sarebbe stato la causa dell'accaduto

AARAU - La giustizia militare ha assolto oggi l'ex capo della squadriglia di volo acrobatico del PC-7 TEAM delle Forze aeree svizzere coinvolta nell'incidente avvenuto nel 2017 a St. Moritz (GR) nell'ambito dei Campionati del mondo di sci alpino. Un velivolo aveva urtato il cavo di una telecamera sospesa, che si è poi spezzato finendo contro una telecabina. Nessuno era rimasto ferito.

L'uomo, accusato di abuso colposo e sperpero di materiali, perturbamento di pubblici servizi nonché d'inosservanza intenzionale delle prescrizioni di servizio è stato assolto su tutta la linea dal Tribunale militare 2. Nella sua requisitoria, ieri, il procuratore aveva chiesto per il 41enne una pena pecuniaria di 150 aliquote giornaliere da 140 franchi.

La Corte ha tuttavia emesso un avviso disciplinare all'imputato per violazione del dovere e delle norme in vigore. Per altri aspetti, la corte si è espressa a favore della difesa. L'avvocato dell'imputato ha sostenuto che l'inchiesta non ha potuto dimostrare che il comportamento del suo cliente è stato la causa dell'incidente.

Il presidente del tribunale ha sottolineato che la figura acrobatica con il nome "Winkelried" era stata formalmente ordinata dai superiori dell'ex capo squadriglia di volo, anche se il regolamento la vietava, ha detto il presidente del tribunale.

L'ex capo della squadriglia di volo si trova da ieri davanti al Tribunale militare 2 ad Aarau per rispondere dell'incidente, senza feriti, verificatosi durante un volo di allenamento il 17 febbraio 2017 a St. Moritz nell'ambito dei Campionati mondiali di sci. L'aereo aveva urtato con l'ala il cavo di una telecamera sospesa della televisione SRF, che si era poi lacerato. La telecamera era caduta nell'area del traguardo davanti alla tribuna degli spettatori, mentre il cavo era stato catapultato in direzione della seggiovia Salastrains-Munt da San Murezzan, danneggiando la cupola antivento in plexiglas di una cabina e impigliandosi nella seggiovia. Il dispositivo di sicurezza bloccò immediatamente l'impianto che rimase fermo per 20 minuti.

La collisione con il cavo danneggiò anche l'ala dell'aereo, che riuscì comunque ad atterrare senza problemi a Samedan (GR). Il pilota rimase illeso. Anche nei confronti di quest'ultimo è stato aperto un procedimento che è stato poi archiviato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Anche Swissmedic sta valutando la pillola anti-Covid
Merck ha depositato una domanda di omologazione in Svizzera lo scorso mese di agosto
FOTO
ZUGO
10 ore
Sorpasso fatale per un motociclista
L'uomo si è scontrato contro un furgone e un'auto che circolavano nel senso opposto.
SVIZZERA
15 ore
In Svizzera 3'297 contagi in settantadue ore
Nel corso del weekend si è reso necessario il ricovero per 49 pazienti Covid. Sono stati registrati quindici decessi
SVIZZERA
15 ore
Chi ha detto che gli over 55 se la passano male?
Il tasso di occupazione aumenta. E anche il riconoscimento professionale. Lo dice uno studio di Swisslife.
SVIZZERA
15 ore
«Il Tribunale federale non è un casinò»
Un comitato partitico prende la parola contro l'Iniziativa sulla giustizia in votazione il prossimo 28 novembre
SVIZZERA
17 ore
La pandemia aggrava la situazione economica dei media
La pubblicità è in calo anche nell'online, per la prima volta dal 2014
SVIZZERA
17 ore
La luce in fondo al Covid? Ci sono cinque "se"
Il capo della Conferenza dei direttori sanitari Engelberger è ottimista. Ma restano dei punti di domanda
SVIZZERA
19 ore
Quattro aziende su cinque hanno lo stesso problema
In Svizzera la crisi delle materie prime è già "pandemica", secondo Economiesuisse. «I prezzi aumenteranno»
VALLESE
19 ore
Collisione fatale sul passo della Novena
Questo sabato un centauro 26enne ha perso la vita dopo che un'auto ha sconfinato nella sua carreggiata, colpendolo
SVIZZERA
20 ore
La manifestazione no-Pass di Berna, due giorni dopo
Tre cose degne di nota dalla moto di piazza di sabato, fra chi (e quanti) c'erano e una polemica che riguarda la polizia
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile