tipress
SVIZZERA
17.09.21 - 15:430

Corruzione, condannato ex funzionario della Seco

Aveva acquistato materiale informatico a prezzi non concorrenziali. In cambio di regali e inviti

BERNA - Il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona ha inflitto una pena di quattro anni e quattro mesi di prigione da scontare a un ex collaboratore della Segreteria di Stato dell'economia (SECO) per irregolarità nell'acquisizione di materiale informatico.

L'ex funzionario federale - oggi 68enne - è stato riconosciuto colpevole di ripetuta falsità in atti formati da pubblici ufficiali, ripetuta corruzione passiva e falsità in documenti.

L'ex collaboratore della SECO è stato inoltre condannato a una pena pecuniaria di 130 aliquote giornaliere da 50 franchi ciascuna con la condizionale per un periodo di prova di due anni.

La sentenza odierna è quindi più severa della requisitoria del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) che lo scorso 4 agosto aveva chiesto una pena detentiva di quattro anni e una pena pecuniaria di 40 aliquote giornaliere da 50 franchi contro l'ex funzionario federale.

Oggi i giudici nel pronunciare la sentenza lo hanno qualificato come "iniziatore e motore della rete di corruzione". Un mese e mezzo fa il procuratore aveva invece definito "alta" l'energia criminale dell'ex capo di servizio presso la Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Le sue responsabilità sono nel complesso pesanti e hanno danneggiato la SECO "in misura considerevole".

Offerte manipolate - I fatti risalgono al periodo tra il 2004 e il 2014. Responsabile delle acquisizioni per il centro elaborazione dati dell'assicurazione contro la disoccupazione, l'ex alto funzionario ha manipolato le valutazioni di offerte inviate da tre società per dare loro la preferenza. Così facendo, ha ostacolato la libera concorrenza e causato danni materiali e immateriali di 960'000 franchi alla SECO e alla Confederazione.

In cambio, l'ex quadro della SECO ha ricevuto benefici per un totale di oltre 1,2 milioni di franchi. Questi includevano in particolare inviti, sponsorizzazioni per eventi, denaro e regali. Avrebbe ad esempio ricevuto biglietti d'ingresso per partite di calcio in diverse occasioni. Anche terzi avrebbero beneficiato della "generosità" delle aziende.

Condanne anche per coimputati - Sul banco degli imputati sedevano anche i direttori delle tre aziende che avrebbero corrotto l'ex funzionario. Per uno dei coimputati, la condanna è di 20 mesi di reclusione con la condizionale, oltre a una pena pecuniaria di 40 aliquote giornaliere da 300 franchi con la condizionale. L'uomo è stato riconosciuto colpevole di ripetuta falsità in documenti, ripetuta amministrazione infedele e corruzione attiva.

Per il secondo coimputato la pena è di 22 mesi di reclusione con la condizionale, nonché di 20 aliquote da 140 franchi per ripetuta corruzione attiva con la condizionale.

Al terzo coimputato, infine, è stata inflitta una pena pecuniaria di 360 aliquote da 150 franchi con la condizionale per ripetuta corruzione attiva.

I quattro uomini hanno ora dieci giorni di tempo per presentare un ricorso davanti alla Corte d'appello del TPF.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
20 sec
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
36 min
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
FOTO
BERNA
1 ora
«Un brivido mi scorre lungo la schiena»
Nella notte due bambini sono morti a Leuzigen a causa di un incendio.
SVIZZERA
1 ora
Nel weekend meno di 800 casi al giorno
Sono stati effettuati 63'205 tamponi. Il 3,7% è risultato positivo al coronavirus
SVIZZERA
2 ore
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
3 ore
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
GLARONA
5 ore
Omicidio di Netstal, il 27enne ha confessato
L'uomo si era consegnato alla polizia già ieri. Avrebbe ucciso una 30enne sparandole in un parcheggio.
BERNA
6 ore
Drammatico incendio a Leuzigen, morti due bambini
È successo nella notte. Le fiamme sono divampate in un'abitazione. Altre quattro persone sono riuscite a salvarsi.
SVIZZERA
16 ore
Smartphone elvetici sotto attacco
Sono in circolazione molti messaggi spam per far installare sul dispositivo un pericoloso malware
SVIZZERA
20 ore
Moschee e campagne: ecco il piano vaccinale
L'Ufsp punta sulle "nicchie" di resistenza. Ma i Cantoni sono scettici
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile