Immobili
Veicoli
20min/Stefan Lanz
SVIZZERA
17.09.21 - 14:000

Il Consiglio federale rivede la strategia climatica

Entro la fine dell'anno il DATEC dovrà presentare un progetto di legge senza nuove tasse ma con più incentivi

BERNA - Gli obiettivi climatici della Confederazione restano invariati: entro il 2030 la Svizzera dovrà dimezzare le proprie emissioni rispetto ai valori del 1990. Ma dopo il “no” alla Legge sul CO2 incassato in votazione popolare lo scorso 13 giugno, la strategia è da rivedere.

Ecco dunque che oggi il Consiglio federale ha deciso il seguito da dare alla politica climatica.  E lo ha fatto basandosi su un'analisi del risultato della recente votazione, che identifica in linea generale la causa del rifiuto nel timore di un aumento dei costi.

Come si andrà quindi avanti? Nel complesso - come comunicato oggi dalla ministra Simonetta Sommaruga - la futura politica climatica dovrà basarsi su una combinazione di più strumenti: l'effetto d'incentivazione legato alla tassa sul CO2 dovrebbe essere completato da incentivi efficaci e da una promozione mirata.

Il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) è dunque stato incaricato di preparare entro la fine dell'anno un progetto di legge da porre in consultazione. E il progetto dovrà tenere conto di tutta una serie di parametri. Non dovranno per esempio essere introdotte nuove tasse. Ma dovranno essere previsti diversi sostegni alla popolazione e ai settori interessati: un ulteriore aiuto finanziario per la sostituzione dei vecchi sistemi di riscaldamento a olio e a gas, promuovere il potenziamento dell'infrastruttura per le auto elettriche, abolire le agevolazioni fiscali a favore degli autobus con motori diesel.

Le varie misure, combinate con il progresso tecnologico e il dinamismo di diversi settori, permettono - sottolinea ancora Sommaruga - di mantenere l'obiettivo di riduzione del 50 per cento delle emissioni entro il 2030.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Primati di calore e ora la minaccia di «effetti fatali»
Da marzo a maggio le temperature sono state di circa 2,5 gradi superiori alla norma
BERNA
6 ore
Vacanze estive, pochissimi resteranno in Svizzera
Un terzo di coloro che resteranno in patria, intendono trascorrere le ferie in Ticino.
GINEVRA
6 ore
Contro l'omofobia c'è chi si radicalizza
Irruzione di un collettivo durante la presentazione di un libro a Ginevra. Le associazioni Lgbtiq prendono posizione
SAN GALLO
8 ore
«Farò una strage a scuola», ma scherzava
La bravata di un dodicenne per diventare virale su TikTok ha messo in allerta la polizia
TURGOVIA
9 ore
In due sullo scooter, perdono il controllo
Due adolescenti sono rimasti feriti ieri sera a seguito di un'incidente con uno scooter
BERNA
11 ore
Un disperso illustre nell'Aar
Emmeril Mumtadz, figlio di un candidato alla presidenza dell'Indonesia, è stato travolto dalla corrente con due amiche
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
19 ore
Tre voli per portare Cassis al WEF
La partecipazione del presidente della Confederazione al Forum ha prodotto molto CO2. Ecco com'è andata
VALLESE
1 gior
Con il riscaldamento globale «seracchi sempre più instabili»
L'esperto: «Proprio perché i pericoli sono diventati più frequenti, molte vie alpinistiche vengono scartate»
FOTO
VALLESE
1 gior
Due morti e nove feriti sul massiccio del Grand Combin
È il bilancio dell'incidente che si è verificato questa mattina in Vallese
SAN GALLO
1 gior
Trovato morto un base jumper
Sono diverse le domande ancora senza risposta: era con qualcuno? Perché è precipitato?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile