Immobili
Veicoli
20min/Stefan Lanz
SVIZZERA
17.09.21 - 14:000

Il Consiglio federale rivede la strategia climatica

Entro la fine dell'anno il DATEC dovrà presentare un progetto di legge senza nuove tasse ma con più incentivi

BERNA - Gli obiettivi climatici della Confederazione restano invariati: entro il 2030 la Svizzera dovrà dimezzare le proprie emissioni rispetto ai valori del 1990. Ma dopo il “no” alla Legge sul CO2 incassato in votazione popolare lo scorso 13 giugno, la strategia è da rivedere.

Ecco dunque che oggi il Consiglio federale ha deciso il seguito da dare alla politica climatica.  E lo ha fatto basandosi su un'analisi del risultato della recente votazione, che identifica in linea generale la causa del rifiuto nel timore di un aumento dei costi.

Come si andrà quindi avanti? Nel complesso - come comunicato oggi dalla ministra Simonetta Sommaruga - la futura politica climatica dovrà basarsi su una combinazione di più strumenti: l'effetto d'incentivazione legato alla tassa sul CO2 dovrebbe essere completato da incentivi efficaci e da una promozione mirata.

Il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) è dunque stato incaricato di preparare entro la fine dell'anno un progetto di legge da porre in consultazione. E il progetto dovrà tenere conto di tutta una serie di parametri. Non dovranno per esempio essere introdotte nuove tasse. Ma dovranno essere previsti diversi sostegni alla popolazione e ai settori interessati: un ulteriore aiuto finanziario per la sostituzione dei vecchi sistemi di riscaldamento a olio e a gas, promuovere il potenziamento dell'infrastruttura per le auto elettriche, abolire le agevolazioni fiscali a favore degli autobus con motori diesel.

Le varie misure, combinate con il progresso tecnologico e il dinamismo di diversi settori, permettono - sottolinea ancora Sommaruga - di mantenere l'obiettivo di riduzione del 50 per cento delle emissioni entro il 2030.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
18 min
Perse le tracce di un rifugiato su tre
Nello svolgimento di un sondaggio tra le famiglie di accoglienza, il Canton Berna non è riuscito a trovare 338 persone
BERNA
1 ora
Sotto esame le email cancellate del ricatto di Berset
L'intento è quello di stabilire le circostanze che hanno portato all'eliminazione di alcuni messaggi
SVIZZERA
5 ore
Libero scambio di farmaci
Gli Stati Uniti e la Svizzera stanno lavorando a un'intesa sul settore dei medicamenti
SVIZZERA
6 ore
Dalla Russia con astuzia
Le Dogane segnalano 18 sospette violazioni delle sanzioni contro Mosca, ai confini elvetici
SVIZZERA
8 ore
Chi gonfia i prezzi con la scusa dell'inflazione?
Secondo Mister prezzi Stefan Meierhans e l'economista Sergio Rossi i "furbetti" non mancano
FOTO
SAN GALLO
9 ore
Auto pirata travolge due giovani
La vita di una 17enne è in pericolo, in gravi condizioni anche una 19enne
FOTO
LUCERNA
10 ore
È svizzero il brindisi più lungo del mondo
Più di 1'600 persone si sono riunite sulle rive della Reuss per alzare insieme i bicchieri, stabilendo così un record
GRIGIONI
23 ore
Incidente mortale sul Bernina
Tre motociclisti hanno perso la vita in uno scontro. Strada e ferrovia del trenino sono rimaste chiuse per tre ore
BERNA
1 gior
Schianto di un elicottero, stavano prelevando una mucca
Le due persone rimaste ferite nell'incidente sono due uomini di 49 e 26 anni. Un terzo pilota è invece rimasto illeso
SVIZZERA
1 gior
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile