Keystone (archivio)
SVIZZERA
16.09.21 - 14:130
Aggiornamento : 16:20

Test a pagamento: l'UDC cambia rotta e mette pressione sul Consiglio Federale

Il maggior partito svizzero lancia una mozione volta a mantenere il costo dei test a carico dello Stato.

E già si vocifera che il Consiglio federale stia ora rimettendo in discussione la decisione presa l'11 agosto scorso.

BERNA - L’UDC fa marcia indietro. Dopo aver sostenuto la revoca della gratuità dei test per tutti gli asintomatici annunciata per il primo ottobre, il partito di Marco Chiesa cambia rotta e lancia una mozione volta a mantenere lo status quo. 

Una vaccinazione forzata - «Ci aspettiamo che il Consiglio federale torni sulla sua decisione», così il capogruppo dell'UDC alle camere federali Thomas Aeschi. L'obbligo di presentare un certificato Covid equivale a una vaccinazione forzata, sottolinea il partito. «Ciò è tanto più vero in quanto i cittadini che non possono o non vogliono vaccinarsi dovranno pagare i test per avere una vita sociale o completare gli studi. Dal punto di vista dell'UDC questo onere aggiuntivo è inaccettabile, e in particolar modo per i giovani e i cittadini che dispongono di mezzi finanziari limitati».

La petizione - La presa di posizione dell’UDC arriva il giorno successivo del lancio di una petizione in Svizzera tedesca che chiede di mantenere la gratuità dei test. Una petizione, che ha nel frattempo raccolto già oltre 235mila firme. 

Il PLR contro tutti - I consiglieri federali dell'UDC Ueli Maurer e Guy Parmelin si sono finora espressi a favore dei test a pagamento. Ma la pressione esercitata dal loro partito potrebbe ora far cambiare le carte in tavola. E se La Sinistra e Il Centro si sono sempre schierati a favore del mantenimento dei tamponi gratuiti, il PLR rimane l’unico grande partito ad appoggiare la scelta del Governo.

Qualcuno ipotizza un dietrofront - Secondo quanto riportato dalla Luzerner Zeitung, il Consiglio federale starebbe già ridiscutendo la misura ed è possibile che annulli la decisione presa l’11 agosto scorso ancora prima della sua entrata in vigore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
7 ore
«Non siamo degli “sboroni dell'auto” senza rispetto»
Nel weekend la polizia zurighese aveva interrotto un raduno di bolidi. Ora prende la parola una co-organizzatrice
FOTO
SVIZZERA / GERMANIA
12 ore
Auto strapiena di marijuana
I doganieri tedeschi hanno intercettato una vettura elvetica su cui erano presenti 53 chili di sostanza stupefacente
SVIZZERA / BRASILE
13 ore
Svizzero rapito e ucciso in Brasile
L'omicidio, avvenuto a Goianésia, sarebbe legato a un debito di circa 2'000 franchi.
SVIZZERA
14 ore
Covid: salgono i casi, ricoverati stabili
I pazienti Covid occupano ora l'1,8% dei posti letto complessivi.
SOLETTA
14 ore
Clienti “influencer” per andare in palestra senza Covid Pass
Lo stratagemma è stato adottato in una struttura solettese, ma è poi stato segnalato alle autorità
BERNA
15 ore
Scontro tra un auto e un treno
È successo nel Canton Berna. Fortunatamente non si registrano feriti
FOTO
ZURIGO
16 ore
Entrano in casa, li legano, e fuggono con gioielli e denaro
La polizia è alla ricerca dei malviventi autori di un colpo avvenuto, questa mattina, in una villetta a Oberengstringen.
SVIZZERA
16 ore
Lungo autostrade e ferrovia c'è energia da sfruttare
Con l'installazione d'impianti fotovoltaici sui ripari fonici, si potrebbero ricavare 101 GWh all'anno
BERNA
17 ore
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette di sveltire il cambio nello stato civile.
SVIZZERA
17 ore
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile