foto Tamedia
Il Joe's Bar di Diessenhofen
TURGOVIA
13.09.21 - 23:590

Un gruppo di mutuo aiuto per No Vax, al bar

A Diessenhofen un esercente ha trovato un modo originale di aggirare l'obbligo di "pass". Ma non funziona

TURGOVIA - Chi ha deciso di chiudere. Chi, al contrario, di tenere aperto «per tutti indistintamente» certificato o non certificato. I bar hanno reagito in ordine sparso all'entrata in vigore, ieri, dell'obbligo di "pass" per la clientela. Da Zermatt a San Gallo passando per Zurigo, diversi esercenti hanno espresso il loro dissenso.

La reazione più originale è stata forse quella del Joe's Bar di Diessenhofen (TG). La proprietaria ha annunciato su Facebook la chiusura del locale, che verrà utilizzato per gli incontri di un «gruppo di auto-mutuo aiuto» per «vittime di discriminazione». Il post ha avuto un grande successo sui social, ma è probabile che nella realtà funzionerà meno.

La scappatoia degli eventi a numero chiuso «ha le gambe corte» secondo l'avvocato Patrick Stach, consultato da 20 Minuten: i gruppi di mutuo aiuto non possono superare le 50 persone, sottostanno all'obbligo di mascherina e di registrazione (identità, numero di telefono) e al divieto di somministrazione di cibo e bevande. «Al momento inoltre sono esentati dall'obbligo del certificato solo i gruppi che si occupano di dipendenze o salute mentale» spiega l'avvocato.

Il giurista Paul Richli è d'accordo: ci sono eccezioni solo per i locali che ospitano «abitualmente ed esclusivamente» riunioni di gruppi privati. Il fatto che il bar abbia pubblicato l'annuncio su Facebook, sottolinea Richli, implica che sia invece aperto a tutti. «Ne deriva che l'attività necessita comunque una licenza ed è soggetta all'obbligo del certificato». La proprietaria del bar, contattata da 20 Minuten, ha invece preferito non commentare. Le toccherà probabilmente inventarsi qualcos'altro. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 min
Covid, 1'491 casi e 9 decessi in Svizzera
In diminuzione i pazienti ricoverati in cure intense a causa del virus, che occupano ora l'11,6% dei posti letto.
SVIZZERA
14 min
La Svizzera è sempre più calda
Temperature superiori ai 25 gradi per 80 giorni sul Ticino meridionale, e tra 40 e 60 giorni sull'Altopiano
SVIZZERA
28 min
Via libera alla terza dose
L'ok di Swissmedic alla somministrazione in Svizzera per i preparati Moderna e Pfizer/BioNTech
SVIZZERA
1 ora
"Svizzero" per errore, non ha più diritto alla nazionalità
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso di un giovane che a torto e a lungo è stato considerato cittadino elvetico.
SVIZZERA
2 ore
Il Covid ha dimezzato l'uso dei trasporti pubblici
All'inizio del 2021 si percorreva una media di 3,6 chilometri al giorno, il 52% in meno rispetto all'anno precedente
SVIZZERA
3 ore
La ripresa turistica è legata a vaccino e pubblicità
L'esempio degli Emirati Arabi Uniti, dove con l'85% degli over 12 vaccinati si torna a viaggiare... anche in Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Aiuto sociale: nessuna esplosione nonostante la pandemia
Lo scorso anno è stato registrato un incremento dello 0,5%.
BERNA
4 ore
Domenica si dorme un'ora in più
Negli ultimi anni, la possibile abolizione del cambio di orario è diventata un argomento di discussioni politiche.
VALLESE
5 ore
Cade scalando il Cervino e perde la vita
L'alpinista è precipitato per più di mille metri sulla parete ovest della montagna.
SVIZZERA
16 ore
Anche Swissmedic sta valutando la pillola anti-Covid
Merck ha depositato una domanda di omologazione in Svizzera lo scorso mese di agosto
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile