Keystone
SVIZZERA
13.09.21 - 07:380

Entra in vigore oggi l'estensione del certificato Covid

Al ristorante (al chiuso), a partire da oggi, sarà necessario mostrare il proprio Covid Pass

Altre attività riguardano i cinema, i musei, le palestre e altri eventi privati

BERNA - Entra in vigore oggi in Svizzera l'obbligo del certificato Covid per praticare numerose attività, come per esempio bere il caffè al bar o mangiare nei locali chiusi di un ristorante. La misura è stata decisa la settimana scorsa dal Consiglio federale, che considera la percentuale di popolazione non immunizzata ancora troppo alta e che - di conseguenza - sussiste un pericolo di sovraccarico delle strutture sanitarie.

Il certificato Covid - che attesta l'avvenuta vaccinazione, la guarigione dalla malattia o il risultato negativo di un test - era già usato per discoteche e grandi manifestazioni. Ora è stato esteso a bar e ristoranti (solo all'interno), musei, biblioteche, zoo, palestre, piscine coperte, parchi acquatici, sale da biliardo, ma anche teatri cinema, manifestazioni sportive, cori, eventi privati come le feste di matrimonio.

Il pass potrà essere reso obbligatorio nelle università - molte lo hanno già fatto - ed è consentito anche l'impiego nel mondo del lavoro, se necessario per l'attuazione di misure di protezione adeguate. Finora però nessuna grande azienda o amministrazione pubblica l'ha introdotto, stando a quando riferito ieri dalla stampa domenicale. Si sta pensando invece a un suo utilizzo sulle piste da sci.

Le nuove restrizioni comporteranno però anche nuove libertà: alle manifestazioni in cui il pass è obbligatorio vengono infatti a cadere altre misure di protezione quali l'obbligo della mascherina. Gli ospiti di strutture o di manifestazioni che non saranno in regola rischiano 100 franchi di multa. I gestori sono passabili di sanzioni che vanno sino alla chiusura dell'esercizio. Per i controlli sono responsabili i cantoni. L'estensione dell'obbligo del certificato è limitata al 24 gennaio 2022: il Consiglio federale si riserva tuttavia la possibilità di revocare il provvedimento anzitempo se la situazione negli ospedali dovesse allentarsi.

La decisione del governo ha suscitato anche opposizione: negli scorsi giorni vi sono state manifestazioni in diverse località svizzere, che hanno visto scendere in piazza migliaia di persone. Un certo scetticismo nei confronti dell'autorità è testimoniato anche dalla quota dei vaccinati, che in Svizzera nel confronto internazionale è inferiore a quella di paesi simili.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 1 mese fa su tio
Meno male che tra soci ci si arrangia, altrimenti, con questi talebani pro vaccino ad ogni costo, bisognerebbe vivere con il freno a mano tirato!
Güglielmo 1 mese fa su tio
era ora!
Fkevin 1 mese fa su tio
Aspettate vaccinati. Io non critico chi l'ha fatto per avere la libertà o chi per obbligo. Ma chi è ancora convinto che il vaccino non contaggia, in poche parole gli estremisti provax. Voi vedrete che questo inverno i contaggi aumenteranno e dovete imparare l'insegnamento di altri paesi (Israele, gran Bretagna e vedremo altre nazioni). Non servirà un green pass per uscire dalla vostra crisi, svegliatevi perché non potete vivere a lungo con questa convivenza covid. Addios e respect per le persone obbligate al vaccino (sanitari e studenti e .....)
Aka05 1 mese fa su tio
@Fkevin Vedrete, dovete,vostra crisi, adiós e respect.. lo sai che in questa società , vaccinato o no ci sei anche tu nee…
seo56 1 mese fa su tio
Adesso auspico controlli a tappeto e sanzioni altrimenti non serve a nulla. Magari con un qualche radar in meno, che non nuoce alla salute pubblica, si può impegnare quel personale per gli accertamenti del caso.
gigipippa 1 mese fa su tio
@seo56 Che pur venga incamiciato e siringato chi sorpreso a trasgredire.
Cry77 1 mese fa su tio
@seo56 esatto
Veveve 1 mese fa su tio
@seo56 Raduniamoli in piazza e frustiamoli a sangue come è di moda ultimamente in altri luoghi!!! Ma per favore…!!!! Se avete paura statevene a casa!!!!
lollo68 1 mese fa su tio
@seo56 Ma se sei vaccinato di cosa hai paura? Forse perché il vaccino non ti impedisce di contagiare, ammalarti o morire (vedi Casa Serena). Puoi comunque avere effetti collaterali anche se non ne fanno pubblicità. I giovani, che non intasano le cure intensive, devono essere liberi per tutte le attività e girare senza l'obbligo di avere il certificato.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
11 sec
I giovani si indebitano per l'iPhone
Un'indagine di Moneyland ha analizzato le voci di spesa degli svizzeri. Per cosa chiediamo denaro in prestito?
SVIZZERA
1 ora
Altre cinque aziende si impegnano per il clima
PostFinance, Autopostale, SSR, Flughafen Zürich e RUAG hanno aderito all'iniziativa energia e clima esemplare
SVIZZERA
2 ore
La paura del black-out riaccende il dibattito sul nucleare
L'esperto: «L'approvvigionamento elettrico deve avere la massima priorità». E le fonti rinnovabili non bastano
SVIZZERA
3 ore
La terza dose è sempre più vicina
Swissmedic dovrebbe approvarla entro la fine di ottobre. Rudolf Hauri: «Meglio non aspettare troppo».
FOTO
SAN GALLO
13 ore
«Uccidere la propria figlia, come si può arrivare a questo?»
È un quartiere sotto choc quello che questo pomeriggio ha appreso del delitto compiuto da un padre di 54 anni.
VAUD / FRANCIA
13 ore
Uccise una prostituta, ora ha deciso di ricorrere
L'uomo era stato condannato a 30 anni di prigione per il brutale omicidio di una giovane rumena a Sullens.
SVIZZERA
18 ore
Epidemia di femminicidi in Svizzera: «I numeri parlano da soli»
I casi registrati nel 2021 sono ormai saliti a 23, in crescita significativa rispetto allo scorso anno.
SVIZZERA
18 ore
Migranti maltrattati: «Siamo intervenuti»
Sospesi 14 addetti alla sicurezza dei centri per richiedenti asilo. Ma per la Sem «sono casi circoscritti»
SAN GALLO
20 ore
Uccide la figlia e si toglie la vita
Un 54enne e una dodicenne sono stati trovati morti in un'abitazione di Rapperswil-Jona
SVIZZERA
20 ore
«Le accuse di tortura sono false e ingiustificate»
Secondo un'indagine esterna, i diritti dei richiedenti l'asilo nei centri federali vengono generalmente rispettati.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile