keystone-sda.ch / STF (LAURENT GILLIERON)
SVIZZERA
12.09.21 - 13:420
Aggiornamento : 18:21

La "resistenza" delle piccole e medie imprese contro il certificato Covid

Centinaia di aziende si sono allineate all'iniziativa promossa dall'associazione Mass-Voll

BERNA - Centinaia di piccole e medie imprese (Pmi) svizzere promuovono la resistenza contro le misure anti-coronavirus delle autorità, lottando in particolare contro il certificato Covid e organizzandosi in associazioni.

Alcune realtà si identificano per esempio nel simbolo "Violette Zone" (zona viola), un cerchio che porta al margine la scritta: «Qui TUTTI sono i benvenuti, con o senza pass Covid», riferisce oggi la SonntagsZeitung. I promotori affermano di non voler partecipare alla discriminazione contro i non vaccinati e alla divisione della società.

Il viola - spiega il domenicale - si ispira al sistema di classificazione promosso dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che distingue fra zone verdi (senza certificato), arancioni (possibile obbligo individuale) e rosse (pass obbligatorio).

L'iniziativa viene promossa da Mass-Voll, associazione che si batte per la fine immediata e incondizionata di tutte le misure restrittive in Svizzera, nonché per il ripristino dei diritti di libertà. Stando all'organizzazione, al lancio dell'azione "Violette Zone", a inizio agosto, avevano partecipato 50 aziende, mentre oggi sono già centinaia che espongono il simbolo: 4000 di questi sono in produzione, 2000 sono già stati ordinati.

La SonntagsZeitung dà voce ad alcuni imprenditori - fra i pochi che vogliono parlare con i media - che riferiscono di voler evitare di contribuire ad ampliare ulteriormente i fossati nella società. Alle persone deve essere data la facoltà di decidere autonomamente come affrontare il coronavirus, viene argomentato. C'è anche chi desidera mostrare apertamente la propria posizione, evitando però nel contempo le polarizzazioni e battendosi contro la tendenza a mettere tutto in un solo calderone, quello dei no vax e dei negatori del virus. Fra le ditte che partecipano all'iniziativa il periodico cita ristoranti, panetterie, negozi di abbigliamento, aziende di trasporto, saloni di massaggi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Princi 1 mese fa su tio
speriamo anche in ticino
seo56 1 mese fa su tio
Irresponsabili!!
lollo68 1 mese fa su tio
I politici non sanno più cosa fare per rimediare ai loro errori quindi imitano quello che viene fatto in altri paesi, ma Londra ha già invertito la rotta con il passaporto. Da loro solo l'11% di chi finisce all'ospedale non è vaccinato, in Italia chi ha ricevuto solo la prima dose viene considerato non vaccinato cosicché i dati siano falsati. Avete ricattato i giovani che non occupano i posti nelle cure intensive e questo non posso accettarlo. Chi si sentiva a rischio ha potuto proteggersi quindi lasciate la libera scelta per gli altri e eliminate il certificato!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
12 min
Pass o no? Sciatori nella nebbia
Certificato sì o no? Berna non ha ancora deciso. E gli operatori sciistici si infervorano
SAN GALLO
43 min
«Il Consiglio federale ha tradito il paese»
Sotto la lente delle autorità le affermazioni che un granconsigliere UDC svittese ha fatto sabato a Rapperswil-Jona
GLARONA
2 ore
Omicidio di Netstal, il 27enne ha confessato
L'uomo si era consegnato alla polizia già ieri. Avrebbe ucciso una 30enne sparandole in un parcheggio.
BERNA
3 ore
Drammatico incendio a Leuzigen, morti due bambini
È successo nella notte. Le fiamme sono divampate in un'abitazione. Altre quattro persone sono riuscite a salvarsi.
SVIZZERA
13 ore
Smartphone elvetici sotto attacco
Sono in circolazione molti messaggi spam per far installare sul dispositivo un pericoloso malware
SVIZZERA
17 ore
Moschee e campagne: ecco il piano vaccinale
L'Ufsp punta sulle "nicchie" di resistenza. Ma i Cantoni sono scettici
SVIZZERA
22 ore
La Svizzera si prepara per la crisi energetica
Le autorità stanno contattando le trentamila aziende che consumano più di centomila chilowattora all'anno
ZURIGO
1 gior
Lite con coltello: due feriti e quattro arresti
È successo nelle prime ore di domenica alla stazione ferroviaria di Zurigo Stadelhofen
LUCERNA
1 gior
«Sembra che si vogliano far morire le persone anziane»
Era stata la prima a ricevere il vaccino nel cantone, lunedì è deceduta per un'infezione da Covid-19
VAUD
1 gior
Mortale a Bullet: la vittima è un 16enne
Il ragazzo stava guidando la sua moto con il fratello minore di 14 anni. Aperta un'inchiesta sulla dinamica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile