Unsplash
SVIZZERA
09.09.21 - 06:000
Aggiornamento : 10:04

Un certificato Covid senza vaccinarsi? I giovani cercano conoscenti positivi al virus

Il fenomeno è diffuso sui social. L'esperto mette in guardia: «Si rischiano conseguenze non controllabili sulla salute»

Fonte 20 Minuten / Daniel Graf
elaborata da Patrick Stopper
Giornalista

ZURIGO - «Se prossimamente qualcuno risulta positivo al coronavirus, fatemelo sapere! Mi servirebbe un certificato Covid». Sono di questo tono i messaggi che ultimamente girano sui social media. E le risposte entusiaste non mancano. «Anch'io... organizziamo un corona party!» scrive per esempio un altro utente.

Gli autori di messaggi analoghi sono in particolare persone giovani, che non temono il coronavirus oppure non ritengono giustificata la pressione per la vaccinazione. Uno di questi giovani è P.M.*, che spiega: «In una situazione normale mi farei vaccinare, così come ho fatto con tutte le vaccinazioni. Ma la pressione che durante questa pandemia viene esercitata dai media e dallo Stato fa crescere in me un senso di rifiuto». E se ora lo Stato decide di isolarlo socialmente con l'estensione dell'obbligo di certificato Covid, non gli resta altra scelta che farsi contagiare in modo da ottenere il documento, aggiunge P.M. Sulla stessa linea è D.F.*, che su Facebook scrive: «Preferisco un contagio controllato da coronavirus, in modo da ottenere il certificato che mi dà le stesse possibilità concesse ai vaccinati».

Ma Jürg Utzinger, direttore dell'Istituto tropicale e di salute pubblica svizzero (Swiss TPH), mette in guardia: farsi contagiare con il virus Sars-CoV-2 non è soltanto una cattiva idea, ma è anche pericoloso. «Non importa se ci si sente in salute, tantomeno l'età: un contagio porta sempre con sé un rischio non controllabile». Va considerato, secondo l'esperto, che in caso di decorso grave, non sono disponibili farmaci efficaci. «Se una persona si contagia di proposito e poi ha a che fare con sintomi gravi dovrà essere ricoverata e nel peggiore dei casi mettere in conto la morte. E c'è anche il rischio di soffrire di Long Covid. Dal punto di vista medico, si tratta di un comportamento irresponsabile nei confronti della società e delle persone che poi devono prendersi cura del paziente» conclude Utzinger.

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
SVIZZERA
14 ore
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
SVIZZERA
14 ore
Un altro effetto del coronavirus: la rabbia
La pandemia ha reso molte persone più aggressive. A farne le spese è spesso chi lavora in campo medico o nei trasporti.
SVIZZERA
14 ore
Subaffitti: impedire gli abusi
Posti in consultazione tre progetti che riguardano le locazioni. Le reazioni di proprietari e inquilini però divergono.
SVIZZERA
16 ore
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
19 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
19 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
21 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
21 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
22 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile