Keystone (archivio)
Un giovane durante la manifestazione contro il razzismo tenutasi lo scorso anno a Berna.
SVIZZERA
07.09.21 - 10:460

La discriminazione razziale in Svizzera è sempre più visibile

È quanto emerge dall’ultimo rapporto di monitoraggio del Servizio per la lotta al razzismo relativo al biennio 2019/2020

Durante il periodo in esame è ulteriormente aumentata la discriminazione segnalata, particolarmente in internet, sul posto di lavoro e fra i giovani.

BERNA - Negli ultimi anni, il numero delle esperienze di discriminazione razziale - sempre più percepito come problema sociale serio - è cresciuto. Stando all’ultimo rapporto di monitoraggio del Servizio per la lotta al razzismo, relativo al biennio 2019/2020, il fenomeno è in crescita soprattutto tra i giovani: il 40% delle persone tra i 15 e i 24 anni (+2%) e il 39% di quelle tra i 25 e i 39 anni (+4%) sono stati vittima di discriminazione negli ultimi cinque anni. La discriminazione razziale si manifesta in tutti gli ambiti della vita, ma è particolarmente diffusa nel mondo del lavoro. 

Odio e complottismo in aumento su internet - Il razzismo e i discorsi d’odio si diffondono oggi soprattutto attraverso internet e i social media. La pandemia di COVID-19 ha contribuito ad accelerare in particolare la diffusione delle teorie del complotto antisemite. Le misure per contrastare in modo sistematico questo fenomeno si trovano però ancora agli inizi. Gli attori statali e della società civile, gli internauti e i gestori di piattaforme sono chiamati a trovare insieme soluzioni per creare un ambiente (virtuale) sicuro e libero da discriminazione e razzismo. Per questo motivo, il Servizio per la lotta al razzismo ha deciso di accordare prioritariamente i suoi aiuti finanziari nei prossimi anni a progetti che tematizzano il razzismo in rete.

Un problema sociale serio - La maggioranza della popolazione (58%) considera il razzismo un problema sociale serio e quasi un terzo è del parere che si debba fare di più per combatterlo. Avvenimenti di attualità contribuiscono a far riflettere su razzismo e discriminazione, come scrive il consigliere federale Alain Berset nella sua prefazione: «Anche nel nostro Paese la pandemia di coronavirus e il movimento "Black Lives Matter" hanno evidenziato disparità e spaccature sociali. Hanno per così dire acceso i riflettori su argomenti quali le pari opportunità e la partecipazione sociale, economica e culturale e, di conseguenza, anche sulle cause strutturali del razzismo e della discriminazione».

Monitoraggio della convivenza sociale - Pubblicato ogni due anni dal Servizio per la lotta al razzismo e fondato sui dati più recenti, il rapporto offre un quadro aggiornato dell’impatto della discriminazione strutturale sulla convivenza e la coesione sociale, fornendo così un contributo importante alla lotta contro il razzismo. Oltre a costituire un’opera di consultazione per gli specialisti e le persone interessate, serve da strumento di monitoraggio e da base per discussioni oggettive e per l’elaborazione di approcci risolutivi sul lungo termine.

Per l’analisi, che abbraccia il biennio 2019–2020, sono stati presi in considerazione i risultati dell’ultima indagine sulla convivenza in Svizzera condotta dall’Ufficio federale di statistica, i dati statistici su ambiti centrali della vita e su gruppi specifici della popolazione (tra cui gli indicatori dell’integrazione) e indicazioni sulle sentenze giudiziarie e sui casi trattati nell’attività di consulenza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA
2 ore
Gli hacker colpiscono ancora, questa volta il Gruppo MCH
Si tratta della società che organizza eventi come Art Basel e Basel World.
SVIZZERA
3 ore
Tempesta invernale Oltralpe: venti fino a 130 km/h
La depressione è stata ribattezzata "Aurore" da Météo-France e "Hendrik" dall'Università libera di Berlino
SVIZZERA
4 ore
Alcol al volante? «Tolleranza zero»
Ci sta pensando il Parlamento dell'Unione europea. Ma la proposta trova sostenitori anche nel nostro paese
SVIZZERA/AUSTRIA
11 ore
La Lamborghini finisce nel lago (e la polizia ride)
Un automobilista elvetico protagonista di una manovra rocambolesca in Austria.
FOTO
ZURIGO
15 ore
Berset contestato fuori dall'Uni
Questa sera a Zurigo diverse persone hanno manifestato contro l'obbligo di certificato per accedere alle lezioni.
VALLESE
16 ore
Due morti sul Cervino
Le vittime sono un 24enne e un 25enne, che ieri sono precipitati mentre scalavano la parete nord
SVIZZERA
17 ore
I partiti plaudono e criticano
I liberali soddisfatti a metà delle decisioni del governo: «Manca una strategia».
SVIZZERA
18 ore
Che salasso andare al museo
In certi casi per un'escursione familiare bisogna spendere anche 92 franchi
SVIZZERA
19 ore
Per i guariti certificato Covid esteso a un anno
La Confederazione vuole così introdurre una nuova versione del Covid-pass: il «certificato Covid svizzero».
ZURIGO
19 ore
Investito da un tram, morto un pedone
L'incidente si è verificato nel primo pomeriggio di oggi a Zurigo, nelle vicinanze della fermata Bad Allenmoos
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile