Archivio Tipress
CANTONE
02.09.21 - 11:450

«Uno schiaffo per il personale»

Il SEV torna a esprimersi contro l'esternalizzazione dei servizi pulizia nelle stazioni FFS

BELLINZONA - Sono tra i 130 e i 150 i collaboratori temporanei delle FFS che si ritroveranno senza lavoro a causa dell'esternalizzazione dei servizi di pulizia in 640 stazioni ferroviarie elvetiche. A partire dal 2023 FFS Immobili intende infatti occuparsi direttamente di 122 stazioni soltanto. Una decisione, questa, che per il Sindacato del personale dei trasporti SEV «resta incomprensibile».

La questione era stata sollevata già all'inizio di quest'anno. E i collaboratori FFS si erano mostrati solidali, sottoscrivendo una petizione corredata da 4'000 firme (di cui più di 1'000 dal Ticino) contro l'esternalizzazione di servizi fondamentali nelle stazioni. Una petizione che la direzione dell'ex regia federale «ha semplicemente trasmetto a FFS Immobili, che ha respinto le richieste».

Le dimensioni dell’outsourcing - sottolinea il sindacato - saranno particolarmente dolorose in Ticino, dove la petizione è nata. Il segretario sindacale SEV Angelo Stroppini così descrive la situazione: «In Ticino le FFS si occupano attualmente della pulizia di 36 stazioni. In futuro le FFS si occuperanno solo di sei stazioni e le altre verranno esternalizzate. Uno schiaffo che il personale non è disposto ad accettare. In mano alle FFS devono rimanere più stazioni e il personale attualmente occupato deve restare in seno all’azienda».

Il SEV ribadisce pertanto con fermezza la sua richiesta che la pulizia e la manutenzione di un numero decisamente maggiore di stazioni rimangano sotto la diretta responsabilità di FFS Immobili.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
49 min
Quarantena in vista, prenotazione cancellata
A soffrire particolarmente sono i comprensori sciistici che lamentano una pioggia di soggiorni annullati
SVIZZERA
10 ore
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
11 ore
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
14 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
15 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
15 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
15 ore
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
17 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
FOTO
ARGOVIA
18 ore
Bancomat fatto esplodere e colpevoli in fuga
Altro furto a uno sportello automatico. Questa volta in canton Argovia.
FOTO
SVIZZERA
18 ore
Una bufera di neve investe la Svizzera
Temperature al ribasso e tanti disagi alla circolazione soprattutto in Svizzera tedesca.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile