Immobili
Veicoli
tipress
SVIZZERA
02.09.21 - 14:150
Aggiornamento : 15:35

Affitti in aumento, l'Associazione inquilini chiede controlli

Le pigioni non sono diminuite nell'ultimo anno: lo rivela un'indagine dell'Ufficio federale di statistica

L'Associazione inquilini protesta: «Servono più controlli. Non si può scaricare tutto il peso sulla parte più debole»

BERNA - Se ne è parlato molto durante i mesi "caldi" della pandemia. E il tema non si è affatto raffreddato. Il virus ha regalato agli inquilini svizzeri uno sconto sugli affitti? Una risposta - negativa - arriva dall'Ufficio federale di statistica, che oggi ha aggiornato gli indici dei prezzi al consumo, tra cui anche quello delle pigioni. 

Risultato: per lo sconto bisognerà ancora attendere. In realtà, guardando all'ultimo anno i prezzi delle locazioni in Svizzera non sono diminuiti, anzi. In agosto almeno, l'indice ha registrato un lieve aumento: più 0,4 per cento rispetto al mese precedente, più 1,4 in un anno. In totale, da dicembre 2005 le pigioni sono aumentate di oltre il 20 per cento. 

Numeri che hanno mandato su tutte le furie l'Associazione svizzera degli inquilini (ASI). «Contrariamente a quanto numerosi media riportano, non vi è alcun allentamento dei prezzi dell’alloggio» si legge in un comunicato diffuso in mattinata. Negli ultimi 15 anni, sottolinea l'ASI, i prezzi dei beni di consumo sono cresciuti in media del 5 per cento: quelli delle abitazioni in affitto del 20,8 per cento. 

«Per gli inquilini - scrive l'ASI - significa che la pigione rappresenta una parte disproporzionale nel reddito famigliare. Proprio ora in piena crisi dovuta al coronavirus, molta gente ha subito un calo delle entrate rispetto a prima e il carico rappresentato dalla pigione è ancora più gravoso».

Ma perché aumentano le pigioni? L'ASI punta il dito contro i grandi gruppi immobiliari, che hanno aumentato il proprio portafoglio negli ultimi dieci anni arrivando a possedere il 39 per cento degli alloggi in Svizzera - nel 2011 era l'11 per cento. 

L’ASI chiede quindi che i redditi nel diritto di locazione possano essere controllati maggiormente. «Oggi la responsabilità è data agli stessi inquilini che devono contestare le pigioni abusive – domandando una riduzione della pigione o contestando un aumento. Il meccanismo odierno di controllo è molto debole e squilibrato, perché si basa sull’attivazione della parte inquilina» conclude il comunicato. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
6 ore
Fuga dalla pandemia, Tina Turner compra un "villaggio"
Una tenuta con dieci edifici e una villa sul lago di Zurigo. La star si è regalata un buen retiro da 70 milioni
SVIZZERA
6 ore
Gli aiuti per Skyguide potrebbero non bastare
Le perdite legate al crollo del traffico aereo sono stimate in 280 milioni di franchi per il 2020 e il 2021
BERNA
8 ore
Quello studio medico corona-scettico che non fa vaccinazioni
I responsabili della struttura di Langenthal non credono né all'efficacia, né alla sicurezza dei preparati disponibili.
BERNA
12 ore
A 203 chilometri all'ora sui 120
Pizzicato sulla A1 in territorio di Gurbrü (BE): si trattava di un diciassettenne con licenza per allievo conducente
ZURIGO
12 ore
Vaccini: «Effetti collaterali rari e non sempre segnalati»
Continuano a circolare segnalazioni circa gli effetti collaterali delle vaccinazioni.
ZUGO
12 ore
In polizia per un interrogatorio, si presenta sotto l'effetto di droga
È quanto accaduto martedì a Zugo. Si tratta di un ventenne, che era giunto al volante della sua auto
SVIZZERA
13 ore
La soddisfazione dei Cantoni
Secondo i direttori della sanità, il Consiglio federale ha tenuto conto della consultazione
SAN GALLO
14 ore
Video pedo-pornografici sui profili (hackerati) di Facebook e Instagram
La polizia di San Gallo denuncia diversi casi e avverte: «Anche i proprietari rischiano di subire azioni legali».
BERNA
15 ore
Quarantena e obbligo del telelavoro fino a fine febbraio
Gli altri provvedimenti provvisoriamente fino a fine marzo
SVIZZERA
15 ore
Nuovo record di contagi e 25 decessi in Svizzera
Scendono i pazienti ospedalizzati a causa del virus, che occupano ora il 7,9% dei posti letto complessivi.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile