Immobili
Veicoli
Ti-Press
SVIZZERA
01.09.21 - 15:230

Il trasporto pubblico guarda a nuove forme d'abbonamento

La pandemia, la digitalizzazione e forme di lavoro più flessibili hanno costretto il settore a reinventarsi.

Le proposte? Crediti acquistati in anticipo, un tetto massimo di spesa (per poi viaggiare gratis) e un abbonamento valido solo per alcuni giorni a scelta.

BERNA - Il ramo dei trasporti pubblici (TP) testa nuove forme di prezzi e abbonamenti per meglio rispondere ai bisogni della clientela. Imprese, comunità tariffarie e Alliance SwissPass hanno presentato oggi in conferenza stampa alcune idee, come l'abbonamento con giorni a scelta.

Il settore si sta lentamente riprendendo dalle conseguenze legate al coronavirus, ha constatato Alliance SwissPass in un comunicato che accompagna l'incontro con i media tenutosi a Berna. Il fatturato e il numero di passeggeri delle FFS sono però ancora più bassi rispettivamente del 10% e del 25% rispetto al 2019.

Pandemia, digitalizzazione, forme di lavoro più flessibili e nuovi modelli di trasporto modificano il comportamento a livello di mobilità e i bisogni dei passeggeri, sottolinea l'organizzazione.

Il credito TP - Uno dei progetti presentati è il "Credito TP": un determinato credito viene acquistato in anticipo a un prezzo scontato, per poi essere utilizzato per acquistare biglietti personali e carte giornaliere per un anno. Al massimo 1200 clienti testeranno l'offerta a partire da novembre.

I crediti disponibili sarebbero due: 3000 franchi al prezzo di 2000, o 1000 franchi al prezzo di 800. Attualmente, un modello simile viene già utilizzato a Zurigo, con un credito di 500 franchi al costo di 400.

Tetto massimo - Un'altra idea è quella del "Plafond del prezzo", che prevede spese di viaggio limitate a un certo importo. Una volta raggiunto, gli altri viaggi sono gratuiti. Il concetto può essere applicato su base giornaliera, settimanale, mensile o annuale.

Test sono in corso anche per il cosiddetto abbonamento flessibile, ovvero un abbonamento con giorni a scelta. Sarebbe quindi valido solo nei giorni selezionati. L'offerta esisterebbe per due o tre giorni alla settimana, con 104 o 156 giorni di utilizzo.

«Ci occupiamo costantemente delle richieste e delle esigenze dei nostri clienti e adattiamo il nostro assortimento di conseguenza», ha sottolineato Helmut Eichhorn, direttore di Alliance SwissPass, secondo la versione scritta del suo intervento. L'obiettivo dichiarato è a ogni modo chiaro: riavvicinare i clienti ai trasporti pubblici e convincerli nuovamente dei loro numerosi vantaggi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Primati di calore e ora la minaccia di «effetti fatali»
Da marzo a maggio le temperature sono state di circa 2,5 gradi superiori alla norma
BERNA
5 ore
Vacanze estive, pochissimi resteranno in Svizzera
Un terzo di coloro che resteranno in patria, intendono trascorrere le ferie in Ticino.
GINEVRA
5 ore
Contro l'omofobia c'è chi si radicalizza
Irruzione di un collettivo durante la presentazione di un libro a Ginevra. Le associazioni Lgbtiq prendono posizione
SAN GALLO
8 ore
«Farò una strage a scuola», ma scherzava
La bravata di un dodicenne per diventare virale su TikTok ha messo in allerta la polizia
TURGOVIA
8 ore
In due sullo scooter, perdono il controllo
Due adolescenti sono rimasti feriti ieri sera a seguito di un'incidente con uno scooter
BERNA
10 ore
Un disperso illustre nell'Aar
Emmeril Mumtadz, figlio di un candidato alla presidenza dell'Indonesia, è stato travolto dalla corrente con due amiche
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
19 ore
Tre voli per portare Cassis al WEF
La partecipazione del presidente della Confederazione al Forum ha prodotto molto CO2. Ecco com'è andata
VALLESE
1 gior
Con il riscaldamento globale «seracchi sempre più instabili»
L'esperto: «Proprio perché i pericoli sono diventati più frequenti, molte vie alpinistiche vengono scartate»
FOTO
VALLESE
1 gior
Due morti e nove feriti sul massiccio del Grand Combin
È il bilancio dell'incidente che si è verificato questa mattina in Vallese
SAN GALLO
1 gior
Trovato morto un base jumper
Sono diverse le domande ancora senza risposta: era con qualcuno? Perché è precipitato?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile