20min/Celia Nogler
SVIZZERA
01.09.21 - 10:100

«Le persone non vaccinate prolungano la pandemia»

Lo afferma Natalie Rickli, direttrice della sanità zurighese. E si dice favorevole all'estensione del certificato Covid

ZURIGO - Chi si oppone alla vaccinazione dovrebbe scrivere un testamento biologico e rinunciare alle cure intensive se si ammalasse di Covid-19. Lo afferma la direttrice zurighese della sanità, Natalie Rickli (UDC), in un'intervista ai giornali di Tamedia. «Le persone non vaccinate prolungano la pandemia - dice la consigliera di Stato - la via d'uscita è chiara: vaccinare, vaccinare, vaccinare!».

Natalie Rickli osserva che nel cantone più popoloso della Svizzera (più di 1,5 milioni di abitanti, ndr) molte persone stanno attualmente recuperando la vaccinazione. Il fatto che da ottobre i test non saranno più gratuiti gioca naturalmente un ruolo.

La politica UDC si dichiara inoltre chiaramente a favore del certificato Covid. Il percorso delineato dal Consiglio federale, ampiamente sostenuto a livello politico, dovrebbe essere continuato: il certificato Covid permette alle persone di condurre una vita quasi normale.

La ministra zurighese ritiene che l'obbligo del certificato Covid andrebbe introdotto al più presto. Un obbligo per accedere ai mezzi pubblici di trasporto, come proposto dal canton Grigioni, non sarebbe tuttavia praticabile in un cantone con una fitta rete di trasporti com'è Zurigo.

Visto che molti contagi toccano persone che rientrano dalle vacanze e che l'80% circa dei nuovi pazienti Covid nelle terapie intensive ha un "background migratorio", si torna a parlare di quarantene per chi rientra da paesi a rischio. Su questo punto, Rickli raccomanda di aspettare l'esperienza con il certificato Covid e di rivalutare la situazione tra due o tre settimane.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVITTO
1 ora
Auto nel pendio, un morto
Grave incidente ieri pomeriggio a Muotathal. Due feriti e un decesso
SVIZZERA
7 ore
Noto attivista Corona-scettico finisce in cure intense con il virus
Il 66enne François de Siebenthal si è opposto pubblicamente alle disposizioni sanitarie decise dal Governo federale.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
«Tutte le persone presenti su quell'aereo devono testarsi»
L'UFSP ha scritto un SMS a tutti i passeggeri del volo atterrato questa mattina a Zurigo e proveniente da Johannesburg.
SVIZZERA
10 ore
Nuove Covid-restrizioni a Neuchâtel e San Gallo
Nel cantone romando scatta l'obbligo di mascherina in musei, cinema e chiese. Fortemente raccomandato il telelavoro.
SVIZZERA
12 ore
Licenziati cinque militari no-vax
Facevano parte del Comando forze speciali e senza vaccino non avrebbero potuto effettuare missioni all'estero.
FOTO
ARGOVIA
12 ore
Con il 2.6 per mille combina un disastro
Ieri sera a Mellingen, una 37enne si è messa alla guida della sua automobile completamente ubriaca. Pessima idea.
SVIZZERA
13 ore
La selezione dei pazienti? «È eticamente devastante»
Con le terapie intensive che si riempiono presto i medici dovranno di nuovo effettuare il tanto temuto "triage".
SVIZZERA
16 ore
L'industria degli eventi si prepara alle restrizioni
La regola delle 2G piace alle discoteche. A Zurigo un concerto punk-rock aggiunge il requisito del test antigenico
ZURIGO
1 gior
Quanto è pericolosa Omicron?
Potrebbe essere peggiore della già temibile delta. La parola agli esperti
SVIZZERA
1 gior
Omicron, chiudono i voli diretti con l'Africa australe
La decisione comunicata in serata, dopo l'emergenza della nuova variante, è valida a partire dalle ore 20 di oggi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile