Tipress (archivio)
SVIZZERA
30.08.21 - 09:220

I centri fitness dicono no all'obbligo del Certificato Covid

La FSCFS prevede, in caso la proposta di Berna venga accolta, una perdita delle entrate pari al 40%.

Secondo l'associazione di categoria, senza nuovi aiuti da parte del Governo, le conseguenze sarebbero rovinose.

BERNA - La Federazione svizzera dei centri di fitness e di salute (FSCFS) è contraria all'obbligo del certificato Covid. Le proposte messe in consultazione mercoledì dal Consiglio federale sono lacunose e le conseguenze finanziarie richiederebbero nuove indennità per casi di rigore.

Ci si può aspettare una perdita delle entrate del 40%, ha indicato la federazione ieri in un comunicato. Secondo il suo ultimo rapporto, il settore ha realizzato un fatturato di 1,4 miliardi di franchi nel 2020, il che significa una perdita di 560 milioni di franchi.

La FSCFS teme una voragine finanziaria: il periodo da marzo 2020 all'estate del 2021 è stato segnato da una perdita del giro di affari tra il 20 e il 50%, a seconda delle imprese. I costi fissi non possono più essere coperti.

Con l'obbligo del certificato Covid, il fatturato diminuirebbe di un ulteriore 20-40%, poiché i clienti non vaccinati non potrebbero più allenarsi, quindi rescinderebbero e non rinnoverebbero i loro contratti, avverte la federazione.

Questo comporterebbe il fallimento delle aziende, che potrebbe essere evitato solo con un immediato sostegno pubblico sotto forma di contributi a fondo perduto per i costi non coperti, aggiunge. Come misura immediata, occorrerebbe fornire un sostegno di liquidità - cioè ristabilire i prestiti Covid-19. Questi sarebbero poi compensati da contributi a fondo perduto per i costi fissi non coperti, chiede la federazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
1 ora
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
2 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
4 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
5 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
5 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
6 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
BERNA
7 ore
Covid: pochissime morti fra i vaccinati
In quasi 9 decessi su 10 le vittime non erano state completamente vaccinate.
VAUD
9 ore
Il boss della 'ndrangheta non può entrare
Leo Caridi era stato estradato in Italia dove è stato condannato a 9 anni e 6 mesi
ZURIGO
10 ore
Il caffè al bar si fa sempre più salato
La bevanda energizzante aumenta di prezzo, i ristoratori si sentono a rischio
BERNA
10 ore
Droghe, la lista si allunga
L'elenco degli stupefacenti viene integrato con delle "new entry"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile