Deposit
SVIZZERA
18.08.21 - 10:060

15'000 infortuni sui campi, la Suva corre ai ripari

La Suva lancia una campagna di prevenzione che fa leva sul fair play.

Secondo una ricerca, il 16% delle lesioni ci mettono più di quattro mesi per guarire. Il 39% si risolve nel giro di uno-quattro mesi, mentre solo l'8% degli infortuni si risolve in meno di una settimana.

BERNA - Ogni anno, un infortunio di calcio su tre è provocato da azioni fallose, per un totale di 15'000. La Suva lancia oggi una nuova campagna di prevenzione che fa leva sul fair play.

Le infrazioni alle regole non sono innocue e troppo spesso causano lesioni, che si traducono in dolori, sofferenza, giorni di assenza e costi, rileva la Suva in una nota odierna. Da una recente indagine è emerso che il 45% dei giocatori ritiene che vincere sia più importante che giocare bene.

«Non vogliamo certo frenare l'entusiasmo», afferma Raphael Ammann, responsabile della campagna, citato nel comunicato, «però non si deve mai mettere in pericolo la salute pur di vincere. Anche gli avversari devono arrivare sani e salvi a fine partita».

Secondo la ricerca, le lesioni molto gravi, pari al 16% degli infortuni totali dovuti ad azioni fallose, richiedono tempi di guarigione superiori a quattro mesi, mentre le lesioni gravi, ossia il 39% del totale, si risolvono nel giro di 1-4 mesi. Le lesioni lievi guaribili in meno di sette giorni rappresentano solo l'8% dei casi.

Quando si commettono falli, i giocatori si infortunano spesso alla testa, al viso e ai denti (in circa il 10% dei casi), e in seconda battuta alle spalle e alle clavicole (9%). Anche le lesioni allo sterno, alle costole e alla parte superiore della schiena (8%) sono provocate in molti casi da un comportamento falloso, prosegue la nota.

"Con la nostra nuova campagna di prevenzione puntiamo a rafforzare la cultura del fair play tra le società calcistiche" spiega Ammann. Per diffondere le regole del gioco corretto, la Suva lancia anche un quiz digitale che affronta in modo divertente questo tema nel calcio.

La campagna è promossa da calciatori, in attività o meno, come pure da ex arbitri, i quali intervengono in veste di ambasciatori di un maggior fair play nel gioco. Fra questi Manuel Rivera, Marco Wölfli, Steve von Bergen e Massimo Busacca.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Senza tampone in aeroporto? Il rientro diventa un caos
Il caso di un manager che si è trovato bloccato in Germania: per prendere un volo per Zurigo ha sborsato 520 euro.
BASILEA CITTÀ
7 ore
Fiamme in una residenza assistita: grave un 86enne
Le cause dell'incendio sono al vaglio della polizia
FRIBURGO
12 ore
Ritorna l'obbligo di mascherina nelle scuole medie
Il provvedimento scatterà lunedì e sarà in vigore fino alle vacanze di Natale
SVIZZERA
16 ore
Swiss congela i voli per Hong Kong
La decisione è stata presa a causa delle rigide misure di quarantena previste per i membri dell'equipaggio
SVIZZERA
17 ore
Unia: «Si riduca l'orario di lavoro per tutti, referendum se aumenta l'età pensionabile»
Ecco cosa è emerso dall'assemblea dei delegati del sindacato, oggi a Berna
SVIZZERA
18 ore
«Misure tardive, andiamo verso una catastrofe»
L'infettivologo Andreas Widmer, presidente di Swissnoso: «Servono più restrizioni per i non vaccinati»
SVIZZERA
20 ore
«Senza una proposta della Svizzera, non ci sarà mai un piano B»
Un pacchetto bilaterale con l'Ue? Parla l'esperto Nicolas Levrat: «Berna sa che esistono alternative all'accordo quadro»
SVIZZERA
21 ore
«Diffondono il virus senza rendersene conto»
L'epidemiologa Susi Kriemler suggerisce la via dei test regolari per tracciare e contenere i contagi tra i giovanissimi
SVIZZERA
1 gior
«La gente rischia di perdere la fiducia»
Ospedali al limite, trasporto pubblico in difficoltà. I sociologi sono preoccupati per l'impatto sull'opinione pubblica
Ginevra
1 gior
Crivella di colpi l'amico, condannato a 16 anni
I fatti risalgono al 2016, quando un 42enne in seguito a un alterco aveva giustiziato un uomo in una sala da tè
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile