Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
13.08.21 - 18:530

Afghanistan: Berna rimpatria i suoi collaboratori e condanna le violenze

I tre collaboratori del DFAE lasceranno Kabul «il prima possibile». «Siamo preoccupati», ha detto Livia Leu.

La segretaria di Stato ha fatto il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa, precisando che verrà fornita assistenza anche al personale locale che lavora per la Svizzera.

BERNA - La Confederazione reagisce all'avanzata dei talebani in Afghanistan: per motivi di sicurezza ha deciso di richiamare in patria tre collaboratori dell'Ufficio di cooperazione della Svizzera e dell'agenzia consolare in Afghanistan, che lasceranno Kabul «il prima possibile», ha spiegato oggi in conferenza stampa a Berna la segretaria di Stato Livia Leu, facendo il punto della situazione. Anche 40 collaboratori locali di lunga data della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e le loro famiglie - per un totale di circa 200 persone - potranno chiedere l'ingresso in Svizzera per motivi umanitari.

«Siamo preoccupati, condanniamo le violazioni e chiediamo una soluzione politica», ha detto oggi Leu, aggiungendo che la «situazione in Afghanistan si deteriora di giorno in giorno».

«Non sarebbe giusto rimpatriare solo i cittadini svizzeri. Dobbiamo fornire sicurezza anche al personale locale, così come stanno facendo gli Stati Uniti e la Germania», ha sottolineato Leu, precisando che si tratta di misure legate alla sicurezza e che le persone interessate potranno approfittare del programma di reinsediamento per motivi umanitari. «Poiché lavorano per la Svizzera, c'è il pericolo che siano visti come collaboratori dell'Occidente ostile e siano perseguitati», ha aggiunto il direttore della SEM Mario Gattiker.

Dal 2002 la Svizzera è rappresentata a Kabul da un ufficio di coordinamento, mentre l'ambasciata si trova a Islamabad, in Pakistan.

Al momento, secondo quanto indicato dalla segretaria di Stato, oltre ai collaboratori in Afghanistan si trova anche un viaggiatore elvetico che si è registrato presso il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Patrica Danzi, direttrice della DSC, ha reso noto dal canto suo che «il personale umanitario rimarrà sul campo. Stiamo verificando con i partner quali bisogni devono essere coperti».

Rimpatri sospesi - Già mercoledì 11 agosto la segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha annunciato la sospensione, fino a nuovo avviso, dei rimpatri verso l'Afghanistan «a causa della situazione venutasi a creare nel paese».

Al momento, ha spiegato Gattiker, ci sono circa 2'800 richiedenti asilo afghani nella Confederazione e in 130 casi si è nella fase di esecuzione dell'allontanamento. Essi, ha sottolineato, sono sospesi da mercoledì, mentre le domande di asilo continueranno a essere elaborate. I preparativi per il rimpatrio verranno portati avanti solo nel caso di persone che hanno commesso reati gravi, ma si concretizzeranno non appena saranno nuovamente possibili, ha precisato il direttore della SEM.

L'Afghanistan aveva già chiesto a inizio luglio alla Svizzera d'interrompere per tre mesi i rimpatri di richiedenti asilo respinti, a causa dell'avanzamento dei talebani e della pandemia di coronavirus. Una sospensione chiesta anche da organizzazioni umanitarie.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Perse le tracce di un rifugiato su tre
Nello svolgimento di un sondaggio tra le famiglie di accoglienza, il Canton Berna non è riuscito a trovare 338 persone
BERNA
4 ore
Sotto esame le email cancellate del ricatto di Berset
L'intento è quello di stabilire le circostanze che hanno portato all'eliminazione di alcuni messaggi
SVIZZERA
9 ore
Libero scambio di farmaci
Gli Stati Uniti e la Svizzera stanno lavorando a un'intesa sul settore dei medicamenti
SVIZZERA
10 ore
Dalla Russia con astuzia
Le Dogane segnalano 18 sospette violazioni delle sanzioni contro Mosca, ai confini elvetici
SVIZZERA
11 ore
Chi gonfia i prezzi con la scusa dell'inflazione?
Secondo Mister prezzi Stefan Meierhans e l'economista Sergio Rossi i "furbetti" non mancano
FOTO
SAN GALLO
12 ore
Auto pirata travolge due giovani
La vita di una 17enne è in pericolo, in gravi condizioni anche una 19enne
FOTO
LUCERNA
13 ore
È svizzero il brindisi più lungo del mondo
Più di 1'600 persone si sono riunite sulle rive della Reuss per alzare insieme i bicchieri, stabilendo così un record
GRIGIONI
1 gior
Incidente mortale sul Bernina
Tre motociclisti hanno perso la vita in uno scontro. Strada e ferrovia del trenino sono rimaste chiuse per tre ore
BERNA
1 gior
Schianto di un elicottero, stavano prelevando una mucca
Le due persone rimaste ferite nell'incidente sono due uomini di 49 e 26 anni. Un terzo pilota è invece rimasto illeso
SVIZZERA
1 gior
Gas russo. Sarà un inverno difficile anche in Svizzera?
Mosca potrebbe stringere ulteriormente i rubinetti. Questo potrebbe avere conseguenze anche per il nostro Paese?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile