Immobili
Veicoli
tipress (archivio)
BERNA
13.08.21 - 14:280

Rientro a scuola, tutti contro la mascherina

Sì, invece, ai test a tappeto come alle altre misure di protezione

BERNA - Lunedì in buona parte della Svizzera si tornerà sui banchi scolastici e insegnanti ed allievi dovranno di nuovo fare i conti con le misure di protezione anti Covid: diversi cantoni hanno già annunciato che manterranno le attuali misure di protezione nelle scuole obbligatorie e che procederanno a test a tappeto, sempre su base volontaria. Tutti concordano sulla necessità di evitare l'uso delle mascherine.

Berna, Glarona, Grigioni, Giura e Uri hanno già annunciato che aboliranno anche l'obbligo della mascherina per gli insegnanti. L'obiettivo principale - sottolineano le autorità glaronesi - è quello di garantire l'insegnamento in presenza, per questo motivo tutte le persone che frequentano la scuola sono invitate a continuare a osservare le misure di protezione: lavare regolare le mani, rispettare le regole di distanza e arieggiare regolarmente i locali.

Il cantone dei Grigioni aveva già annunciato all'inizio di luglio che l'obbligo della mascherina sarebbe stato revocato e ciò indipendentemente dal fatto che una scuola partecipi o meno ai test con cadenza settimanale.

A Berna la responsabile del dicastero della scuola, Christine Häsler, si è detta sollevata dal fatto che il rientro nelle aule avverrà in un clima di pseudo "normalità": non come prima della pandemia, ma quasi. Il cantone punta sui test salivari volontari nelle classi e sulla vaccinazione del personale.

Situazione analoga nel canton Giura, dove le autorità puntano sui test settimanali per evitare di dover reintrodurre l'obbligo di portare la mascherina. L'obiettivo è di proporre una scuola il più normale possibile, stando sempre all'erta e pronti a correggere il tiro se la situazione peggiorasse.

Anche in Uri ed Obvaldo le misure sono state allentate in vista del rientro scolastico: la prevenzione punterà soprattutto sui test a cadenza settimanale, sull'igiene delle mani e sull'aerazione delle aule.

L'organizzazione che riunisce gli insegnanti della Svizzera francese (SER) ha comunicato proprio martedì di opporsi a ogni imposizione di portare la mascherina. Ben vengano invece i test salivari regolari, dispositivi di misurazione del CO2 nelle aule - sull'esempio del canton Lucerna, che sta conducendo un progetto pilota - e un semplice invito al personale scolastico a farsi vaccinare.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dalu 9 mesi fa su tio
E vi prego: verificate le info! 😂😂😂https://youtu.be/1B64pZXoBsk
Dalu 9 mesi fa su tio
Giusto! Tutte le misure sono necessarie per fermare sto maledetto virus!
Fkevin 9 mesi fa su tio
Toglietele ste mascherine. Anche se le indossi il virus gira (si vede in tutti questi mesi). Anzi per alcuni no 😁😁😁😁. Credono che la mascherina aiuti o dicono che grazie alla maschera c'era meno virus. ahhaahhahahahahahah....
Aargauer 9 mesi fa su tio
@Fkevin Bravo vai! Tu si che ci sei
Aargauer 9 mesi fa su tio
@Fkevin Per fortuna ci sono eruditi come te che dispensano perle di saggezza 😊 Grazie
Fkevin 9 mesi fa su tio
@Aargauer Mettila in macchina perfavore 😄. Però solo se sei da solo. Così almeno ti riconosciamo
Aargauer 9 mesi fa su tio
@Fkevin Voila! Merci 😊
seo56 9 mesi fa su tio
🤐🤐
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
5 ore
Feriti a bottigliate a Winterthur
Tre persone sono state arrestati per due episodi distinti avvenuti nelle prime ore di domenica
SVIZZERA
7 ore
Gas, un accordo di solidarietà tra Svizzera e Germania
Simonetta Sommaruga e Guy Parmelin hanno incontrato il vicecancelliere Robert Habeck alla vigilia del WEF
ZURIGO
11 ore
Esplosione in casa, 18enne gravemente ferito
La deflagrazione sarebbe stata causata da una miscela pirotecnica autoprodotta.
SVIZZERA
11 ore
«È sempre più un'influenza stagionale»
C'è chi rivolge lo sguardo al prossimo autunno, esprimendo preoccupazione per l'emergenza di nuove varianti del Covid.
SVIZZERA
13 ore
Quando sei miliardi non bastano
La Confederazione potrebbe dover sborsare un ulteriore miliardo per l'acquisto dei jet da combattimento F-35.
GINEVRA
14 ore
La rissa fra "bande" degenera e partono alcuni spari
I fatti sono avvenuti in un bar del quartiere ginevrino di Plainpalais. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
16 ore
Quegli spinosi miliardi degli oligarchi con i quali non si sa bene che fare
In Svizzera sono 6 (ma c'è chi dice che siano molti, molti di più) e per la legge elvetica non si possono toccare
SVIZZERA
18 ore
Anche il WEF 2022 si tinge di guerra
Al via oggi nella capitale grigionese il summit economico, attesi 50 capi di stato e anche Zelensky e Stoltenberg
SCIAFFUSA
19 ore
L'alcol, l'incidente e la fuga
Il conducente ha perso il controllo dell'auto, urtando una vettura ferma a un semaforo
SVIZZERA
19 ore
L'estate svizzera «potrebbe raggiungere i 40 gradi»
Le previsioni di Thomas Bucheli, caporedattore di SRF Meteo, dopo le temperature "non normali" del mese di maggio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile