Ti Press (archivio)
SVIZZERA
10.08.21 - 17:110

Non solo svantaggi con il maltempo, i boschi sono ricchi funghi

L'umidità ne sta facendo spuntare parecchi, ma li fa anche marcire velocemente. Occorre dunque attenzione.

C'è però carenza di porcini, che amano le temperature elevate. E i quantitativi variano a seconda della regione.

BERNA - Il tempo umido delle ultime settimane non ha avuto solo conseguenze negative: ora molti funghi stanno spuntando in numerosi boschi della Svizzera. Gli amanti di questi carpofori sono ben contenti ma, proprio a causa dell'umidità che li fa marcire in fretta, bisogna fare particolare attenzione quando li si mangia a raccogliere solo quelli freschissimi.

Eva Grosjean-Sommer, presidente della sezione di lingua tedesca dell'Associazione svizzera degli organi ufficiali di controllo dei funghi (Vapko), e Geni Christen, controllore ufficiale nella regione di Saas-Fee (VS), riferiscono all'agenzia di stampa Keystone-ATS che quest'anno un numero sorprendente di raccoglitori è già venuto a far controllare quanto raccolto.

Nei due Appenzelli, dove ha piovuto molto nelle ultime settimane, ci sono attualmente «molti funghi e molto belli», segnala oggi Matthias Müller, presidente dell'associazione locale dei fungaioli. E anche la diversità delle specie è particolarmente ampia. Quello che però è mancato finora è il caldo. I funghi che amano temperature più elevate, come i porcini, «non sono ancora riusciti a buttare bene», ha aggiunto Müller.

Lo stesso riporta Eva Grosjean-Sommer per il canton Berna, mentre Geni Christen afferma che in Vallese «i primi raccoglitori con funghi porcini sono arrivati già a giugno». Ossia molto presto, ha sottolineato. Ciò mostra quanto la crescita dei funghi può variare a livello regionale. A Lucerna, per esempio, non ci sono ancora quasi funghi, dice René Zopp dell'ufficio di controllo.

Comunque la stagione è appena iniziata. Inoltre dipende dalla interazione ideale tra umidità e temperatura, precisano gli esperti. Essi concordano poi sul fatto che per evitare sofferenze dopo un pasto a base di funghi bisogna portare a casa solo quelli freschi, belli e che si riconoscono con certezza; e solo una quantità che si può mangiare entro una settimana circa.

Ad esempio, i porcini sono la causa più comune d'intossicazione alimentare perché vengono mangiati già rovinati o poco cotti, ricorda Grosjean-Sommer. L'anno scorso, il centro d'informazione sugli avvelenamenti Tox Info ha registrato 806 richieste sull'avvelenamento da funghi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
lollo68 3 mesi fa su tio
Pure il mio giardino ne è pieno!😁
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
I Verdi puntano al Consiglio federale, anche attaccando il seggio PS
Dipende tutto dai risultati delle elezioni federali 2023, come afferma il presidente Balthasar Glättli
SVIZZERA
32 min
Trasporti al Nazionale, preventivo 2022 agli Stati
Ecco l'odierno programma dei lavori alle Camere federali
Berna
2 ore
Quarantena in vista, prenotazione cancellata
A soffrire particolarmente sono i comprensori sciistici che lamentano una pioggia di soggiorni annullati
SVIZZERA
12 ore
Cresce la lista nera: dentro altri quattro Paesi
La disposizione segue il rilevamento della variante Omicron nelle rispettive nazioni.
SVIZZERA
12 ore
Minaccia Omicron, il Governo si ritrova d'urgenza
Dopo l'emergenza della nuova variante e il boom di casi, domani pomeriggio saranno discussi eventuali cambi di marcia.
SVIZZERA
16 ore
«Meglio Pfizer di Moderna per gli under 30»
Lo raccomandano l'UFSP e la Commissione federale per le vaccinazioni basandosi sulle dichiarazioni di miocardite.
SVIZZERA
16 ore
«La situazione è già critica, Omicron potrebbe peggiorarla»
Gli esperti della Confederazione hanno fatto il punto sulla situazione epidemiologica nel nostro Paese e non solo.
LUCERNA
16 ore
Lo spauracchio Omicron fa saltare le Universiadi
La competizione avrebbe dovuto aver luogo tra l'11 e il 21 dicembre. A Lucerna erano attesi atleti da cinquanta Paesi.
SVIZZERA
16 ore
La seconda volta di un'ecologista alla guida del Nazionale
La 34enne argoviese Irène Kälin è la nuova presidente della Camera bassa.
SVIZZERA
18 ore
Oltre 19mila contagi e 35 morti nel weekend svizzero
Salgono i pazienti Covid ricoverati in cure intense, che occupano ora il 25,4% dei posti letto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile