archivio 20 Minuten
SAN GALLO
10.08.21 - 16:300

Uccisero l'aggressore armato di padella, denunciati due poliziotti

I fatti risalgono allo scorso 2 settembre. Un 22enne aveva aggredito una 46enne, uccidendola senza un movente.

SAN GALLO - La procura di San Gallo ha messo in stato d'accusa due poliziotti perché l'anno scorso avevano sparato e ucciso un aggressore che prendeva a padellate una donna nell'appartamento di quest'ultima.

Il caso è pendente presso il tribunale distrettuale del capoluogo, ma non si sa ancora quando il processo avrà luogo, ha detto a Keystone-ATS il portavoce della procura, confermando una notizia dell'emittente regionale Radio Top.

L'avvio di una indagine penale contro poliziotti che utilizzano l'arma d'ordinanza è una prassi, specialmente quando l'esito è fatale. Per procedere occorre però l'autorizzazione formale della Camera d'accusa di San Gallo, precisa la procura, che undici mesi dopo i fatti ha potuto formulare l'accusa.

L'aggressione era avvenuta lo scorso 2 settembre. Un 22enne, verosimilmente con problemi psichici, aveva fatto irruzione nell'abitazione della donna, una 46enne italiana, in Speicherstrasse, a San Gallo. Secondo gli inquirenti la vittima era stata scelta a caso. La donna, che lavorava come baby-sitter e governante per una famiglia svizzera, si era frapposta tra l'uomo e i tre bambini che si trovavano nell'abitazione per proteggerli.

Il giovane ha poi cominciato a picchiare al capo la malcapitata con una padella trovata in casa. Gli agenti giunti nell'appartamento gli hanno intimato di fermarsi ma egli non ha reagito, anzi, ha continuato a infierire pesantemente sulla 46enne. I due poliziotti a quel punto hanno esploso diversi colpi di pistola in direzione del 22enne, che è morto sulla scena del crimine. La donna è invece spirata in ospedale, a causa del grave il trauma cranico con lesioni cerebrali.

In onore al sacrificio della donna, il Ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, le ha conferito la Gran Croce d'Onore dell'Ordine della Stella d'Italia, il più alto riconoscimento della Repubblica alla memoria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
1 ora
Focolaio Covid in casa anziani, nonostante il vaccino
Su 31 residenti, 22 sono stati contagiati. E questo nonostante una copertura vaccinale del 91% fra gli ospiti.
CANTONE/ SVIZZERA
2 ore
Più sicurezza nelle gallerie (non soltanto nel San Gottardo)
A seguito dell'incidente del 24 ottobre 2001, è scattato un programma da 1,6 miliardi per rendere più sicuri i tunnel
SVIZZERA
5 ore
Sì a legge Covid-19 e cure infermieristiche, più incertezza sulla giustizia
È quanto emerge dal sondaggio svolto a inizio mese dalla SSR sui tre temi in votazione il 28 novembre.
FOTO
SOLETTA
14 ore
«Il ciclista non ha avuto nessuna possibilità di evitare l'impatto»
Il giovane che a bordo di una McLaren aveva gravemente ferito un 38enne è stato condannato a 44 mesi di prigione.
FOTO
GIURA
15 ore
In dogana con armi, munizioni e pure una moto d'epoca (non dichiarata)
Un francese di 59 anni è stato fermato (e multato) domenica 17 ottobre presso il valico di Bure.
VALLESE
16 ore
Il ticket per famiglie che non vale per le famiglie arcobaleno
L'esperienza di due papà dai Paesi Bassi agli impianti di risalita dell'Aletsch Arena, in Vallese
GINEVRA
18 ore
Donna uccisa a colpi di pistola
Il corpo è stato trovato questa mattina in un'abitazione di Vandoeuvres, nel Canton Ginevra. Marito in manette
SVIZZERA
19 ore
Certificato dei guariti, una strategia di Berna in vista del voto?
I guariti avranno più facilmente diritto al Covid-pass, e si inizia a parlare di una prossima revoca dell’obbligo.
FRIBORGO
21 ore
Scuola elementare vandalizzata da due 14enni
I danni superano i 100mila franchi. I due autori verranno denunciati al Tribunale dei minorenni.
SVIZZERA
21 ore
«Non è la vaccinazione a dividerci, è la pandemia»
Conferenza stampa con Alain Berset e Lukas Engelberger. Tra i temi trattati, la settimana nazionale di vaccinazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile