archivio 20 Minuten
SAN GALLO
10.08.21 - 16:300

Uccisero l'aggressore armato di padella, denunciati due poliziotti

I fatti risalgono allo scorso 2 settembre. Un 22enne aveva aggredito una 46enne, uccidendola senza un movente.

SAN GALLO - La procura di San Gallo ha messo in stato d'accusa due poliziotti perché l'anno scorso avevano sparato e ucciso un aggressore che prendeva a padellate una donna nell'appartamento di quest'ultima.

Il caso è pendente presso il tribunale distrettuale del capoluogo, ma non si sa ancora quando il processo avrà luogo, ha detto a Keystone-ATS il portavoce della procura, confermando una notizia dell'emittente regionale Radio Top.

L'avvio di una indagine penale contro poliziotti che utilizzano l'arma d'ordinanza è una prassi, specialmente quando l'esito è fatale. Per procedere occorre però l'autorizzazione formale della Camera d'accusa di San Gallo, precisa la procura, che undici mesi dopo i fatti ha potuto formulare l'accusa.

L'aggressione era avvenuta lo scorso 2 settembre. Un 22enne, verosimilmente con problemi psichici, aveva fatto irruzione nell'abitazione della donna, una 46enne italiana, in Speicherstrasse, a San Gallo. Secondo gli inquirenti la vittima era stata scelta a caso. La donna, che lavorava come baby-sitter e governante per una famiglia svizzera, si era frapposta tra l'uomo e i tre bambini che si trovavano nell'abitazione per proteggerli.

Il giovane ha poi cominciato a picchiare al capo la malcapitata con una padella trovata in casa. Gli agenti giunti nell'appartamento gli hanno intimato di fermarsi ma egli non ha reagito, anzi, ha continuato a infierire pesantemente sulla 46enne. I due poliziotti a quel punto hanno esploso diversi colpi di pistola in direzione del 22enne, che è morto sulla scena del crimine. La donna è invece spirata in ospedale, a causa del grave il trauma cranico con lesioni cerebrali.

In onore al sacrificio della donna, il Ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, le ha conferito la Gran Croce d'Onore dell'Ordine della Stella d'Italia, il più alto riconoscimento della Repubblica alla memoria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Berna
3 ore
NoVax che rifiutano le cure, avanti col testamento biologico
La consigliera nazionale Verena Herzog: «Non ha senso che i pazienti finiscano in terapia intensiva se non lo vogliono»
Zugo
7 ore
Aperta un'inchiesta preliminare contro la società di provider Mitto AG
Un dipendente avrebbe consentito a terzi di sorvegliare senza autorizzazione degli utenti di telefonia mobile
SVIZZERA
9 ore
Coronavirus, il 4% delle varianti analizzate corrisponde a Omicron
Si tratta dei dati relativi ai virus sequenziati nel corso dell'ultima settimana
ZURIGO
11 ore
Sedici anni di prigione per aver ucciso la fidanzata
I fatti sono avvenuti nel 2020 a Hombrechtikon, nel Canton Zurigo. Riconosciuto colpevole un 48enne polacco
SVIZZERA
11 ore
Obbligo di vaccinazione per gli equipaggi Edelweiss
Seguendo l'esempio di Swiss, ai dipendenti è stato dato tempo fino al 2022 per farsi vaccinare
FOTO
SVIZZERA
12 ore
La capsula futuristica dove si può morire da soli potrebbe presto arrivare in Svizzera
Ne è certa Exit International. Il dispositivo, che funziona senza farmaci, si può fare anche con una stampante 3D
SVIZZERA
13 ore
«Abbiamo toccato il record di casi da inizio pandemia»
Alta tensione nelle strutture ospedaliere: il Consiglio federale mette migliaia di militi a disposizione dei Cantoni.
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
15 ore
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
18 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile