Immobili
Veicoli
keystone (archivio)
VAUD
06.08.21 - 15:420

Statuto di apolide riconosciuto per un palestinese

L'uomo era fuggito dalla Siria dopo una brutale repressione da parte delle forze governative nella sua città.

I giudici della corte suprema con sede a Losanna hanno stabilito che la situazione dei profughi palestinesi è un caso ben specifico.

LOSANNA - Il Tribunale federale (TF) ha concesso lo statuto di apolide a un palestinese fuggito dalla Siria che lo aveva richiesto dopo il rifiuto della sua domanda di asilo.

I giudici della corte suprema con sede a Losanna hanno stabilito che la situazione dei profughi palestinesi è un caso ben specifico.

Essi non hanno una patria d'origine e dal 1949 sono dispersi in diversi Paesi sotto l'egida dell'UNRWA (l'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente). Questa agenzia dell'ONU - che fornisce strutture in 59 campi profughi in Giordania, Libano, Siria, Cisgiordania e Striscia di Gaza - svolge il ruolo di Stato sostitutivo, sottolinea il TF.

Tenendo conto di questa situazione, i giudici della seconda Corte di diritto pubblico hanno convenuto che, quando un profugo palestinese non può tornare nel suo Stato di residenza abituale, l'allontanamento verso una zona amministrata dall'UNRWA può essere considerato solo se sussistono "sufficienti legami" con quel territorio. E, in assenza di elementi in tal senso, i giudici hanno quindi ritenuto che il ricorso del palestinese doveva essere accolto.

Il caso riguarda un uomo che era fuggito dalla Siria nel 2014, dopo una brutale repressione da parte delle forze governative nella sua città. Nel 2015, la Segreteria di Stato per la migrazione (SEM) ha respinto la sua domanda d'asilo adducendo che non era personalmente perseguitato. Il palestinese ha quindi richiesto l'apolidìa per se stesso, sua moglie e i loro quattro figli, che l'avevano raggiunto. Nel 2017 la SEM ha rifiutato anche questa richiesta. E la decisione è stata confermata dal Tribunale amministrativo federale (TAF) nel 2020.

In un'udienza svoltasi oggi, il TF ha invece ammesso l'appello del palestinese, ha annullato il verdetto del TAF e ha rispedito il dossier alla SEM affinché conceda all'uomo lo statuto di apolide. Nel frattempo la moglie e i figli si sono stabiliti in Turchia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
1 ora
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
3 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
5 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
FOTO
SVIZZERA
6 ore
Fulmini, vento e grandine a Nord delle Alpi
I forti temporali si sono abbattuti in particolare nell'Oberland bernese e sulla Svizzera centrale.
SVIZZERA
7 ore
«Quando usciamo in passeggino la gente che lo vede pensa che sia vero»
Aisha, 19 anni, è una “mamma-reborn” con due bimbi che in realtà sono bambole iperrealistiche: «Non potrei vivere senza»
SVIZZERA
17 ore
Le "altre" votazioni, in 12 Cantoni
Voto ai 16enni, imposte eque, istruzione pubblica: l'esito delle iniziative cantonali di oggi
SVIZZERA
20 ore
Una bella domenica per il Consiglio federale
I tre temi in votazione sono tutti stati accettati dal popolo. Proprio come raccomandava il Governo.
GRIGIONI
21 ore
Governo fotocopia con una novità: nell'esecutivo torna una donna
Immutata la ripartizione dei seggi nel Consiglio di Stato retico: tre all'Alleanza del Centro, uno al PLR e uno al PS.
FOTO
ZURIGO
23 ore
Rinvenuto morto sotto una gru
Un uomo ha perso la vita questa notte ad Alstetten a causa di una caduta. La polizia cerca testimoni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile