deposit
ARGOVIA
03.08.21 - 12:190

Più aiuti del dovuto, ma non verrà espulsa

Una straniera non ha dichiarato un reddito di 3300 franchi all'aiuto sociale. Per il Tribunale federale è un caso lieve

AARAU - Il Tribunale federale ha annullato l'espulsione dal territorio svizzero, disposta dalla giustizia argoviese, di una donna straniera che non aveva dichiarato ai servizi sociali un reddito di 3300 franchi. Per i giudici si tratta di un caso di lieve entità e le autorità comunali sono inoltre da considerare corresponsabili.

La ricorrente aveva ricevuto l'aiuto sociale nel 2016 e nel 2017. Fino a novembre 2016, il suo salario di aiutante cuoca era versato direttamente ai servizi sociali del suo comune. Tra febbraio e settembre 2017, la donna, che riceveva una rendita esistenziale, aveva lavorato come donna delle pulizie. Aveva comunicato il suo reddito all'assicurazione contro la disoccupazione ma non ai servizi sociali. Aveva dunque ricevuto più aiuti di quanti potesse pretendere.

Per questo motivo il Tribunale cantonale argoviese l'ha condannata a una pena pecuniaria sospesa di 50 aliquote giornaliere e all'espulsione per 5 anni. In una sentenza pubblicata oggi, il TF ha annullato tale pena.

I giudici di Mon Repos ritengono sì che la donna fosse a conoscenza dell'obbligo di informare le autorità comunali, nel 2011 aveva del resto già omesso tale obbligo (ma non era stata sanzionata penalmente). La Corte di diritto penale del TF ritiene però che si tratti di un caso leggero e che va quindi punita con una semplice contravvenzione. La ricorrente non ha agito attivamente per truffare i servizi sociali e non ha mostrato grande energia criminale.

I fondi ottenuti indebitamente non sono poi stati utilizzati per acquistare beni di lusso ma per comperare un nuovo letto per il figlio. Inoltre, dichiarando il salario all'Ufficio di collocamento il comune è venuto a conoscenza del nuovo reddito ma il funzionario incaricato non si è mosso assumendosi così una certa responsabilità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
23 min
In Svizzera 9'571 nuovi contagi e 28 decessi in ventiquattro ore
Le unità di terapia intensiva sono piene all'80%. Il 31% dei letti è occupato da pazienti Covid
SVIZZERA
1 ora
Anziani, vaccinatevi!
È l'appello del Consiglio svizzero degli anziani
SVIZZERA
4 ore
Lunga vita alla radio FM
Una mozione chiede la disattivazione solo quando DAB e radio web avranno raggiunto una quota di mercato del 90%
SVIZZERA
6 ore
Il "certificato" sulla bocca di tutti
Si tratta del termine più significativo dell'anno elvetico. Al secondo posto "urgenza", seguita da "exploit"
Berna
18 ore
Test gratuiti: sì, ma non tutti
Il Consiglio degli Stati vuole escludere antigenici rapidi per uso personale e sierologici non ordinati dal cantone
SVIZZERA
19 ore
Due bambini rimpatriati dalla Siria
L'operazione è effettuata con il consenso della madre e in collaborazione con le varie autorità.
VALLESE
20 ore
Meteorite si schianta su un ghiacciaio vallesano
Grande quanto un mandarino, è precipitato sul ghiacciaio di Corbassère ma non è ancora stato trovato.
SVIZZERA
22 ore
Triage? «I vaccinati abbiano la precedenza in terapia intensiva»
Precedenza a chi ha ricevuto il vaccino? L'Accademia svizzera delle scienze mediche non ne vuole sentir parlare.
SVIZZERA
22 ore
Solo vaccinati e guariti al posto della mascherina? «I casi aumenteranno»
Discoteche e palestre puntano su vaccinati e guariti e schivano la mascherina obbligatoria.
LUCERNA
23 ore
Traffico di esseri umani, sotto accusa la ex gestrice di un bordello
La 54enne avrebbe costretto alla prostituzione almeno 29 donne thailandesi, sfruttando le loro difficoltà finanziarie.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile