«La popolazione svizzera può essere felice e orgogliosa»
20min/Simon Glauser
SVIZZERA
31.07.21 - 19:030
Aggiornamento : 01.08.21 - 17:24

«La popolazione svizzera può essere felice e orgogliosa»

Lo ha detto il Consigliere federale Guy Parmelin, citando la risposta alle crisi di Covid e maltempo

HERZOGENBUCHSEE - La Svizzera è diventata quello che è grazie al duro lavoro, al coraggio, alla fiducia e all'aiuto reciproco. Parola del presidente della Confederazione Guy Parmelin il quale, nel suo discorso tenuto a Herzogenbuschsee (BE) per il primo di agosto - il primo dei quattro previsti -, ha sottolineato che questi valori sono anche quelli cui dovrebbe orientarsi la Svizzera per il futuro.

Questa ricetta ha dato prova di sé per 730 anni, ha poi aggiunto Parmelin, ricordando di essere vicino a tutti coloro che sono stati scombussolati dalla pandemia e ringraziando tutti quelli che, del tutto spontaneamente e disinteressatamente, si sono presi cura dei vicini.

Parmelin non ha mancato di ricordare anche il maltempo che ha flagellato la Svizzera negli ultimi giorni, dicendosi ammirato per la solidarietà e l'impegno della popolazione. Valori che vanno sottolineati in un'occasione come questa in cui la Svizzera riflette sui propri valori e mostra il proprio orgoglio, ha puntualizzato.

Parlare di orgoglio può sembrare, ha continuato Parmelin. Gli Svizzeri non sono abituati a parlarne e, quando lo fanno, tendono ad essere discreti. Ma dalle molte conversazioni con la gente, «so che la popolazione può essere felice ed orgogliosa».

Come presidente della Confederazione, Parmelin ha potuto ammirare come Ginevra abbia ben organizzato l'incontro tra Joe Biden e Vladimir Putin. Il paese può anche essere felice e orgoglioso della sua nazionale di calcio per la prestazione offerta ai campionati europei. Anche le Olimpiadi in corso rappresentano una fonte di orgoglio.

Purtroppo, gli alti e bassi della pandemia impediscono anche alla Svizzera di guardare con serenità al futuro. Tutti speravano che il peggio fosse alla spalle e, con esso, il difficile periodo di restrizioni alle nostre libertà fondamentali, ha ammesso il Presidente della Confederazione.

Il compito dei politici, ha aggiunto, è quello di mantenere coeso il paese, infondere fiducia e suscitare entusiasmo. Come presidente della Confederazione, la coesione mi sta particolarmente a cuore.

Dopo Herzogenbuchsee, Parmelin parlerà sabato sera a Villars-sur-Ollon, nel canton Vaud, dove è nato e cresciuto. Domenica so sposterà a Bouloz (FR) e domenica sera sarà a Losanna.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 mese fa su tio
"Come presidente della Confederazione, la coesione mi sta particolarmente a cuore." Da una parte i fedeli da lodare, dall'altra i ragionevoli da disprezzare.
Princi 1 mese fa su tio
eh questo lo pensa Guy !!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
4 min
Monta la protesta dei guariti senza Certificato
Secondo alcuni studi, la risposta anticorpale è più duratura tra chi ha avuto il virus rispetto a chi è vaccinato.
SVIZZERA
36 min
Coronavirus, in Svizzera 1'632 positivi e 5 vittime
Decisamente minore la pressione sugli ospedali, con i pazienti Covid in calo.
SVIZZERA
1 ora
«Volare costa troppo poco, ma le tasse non sono la soluzione»
Doppio “no” del Nazionale a un'imposta sui biglietti aerei e sul cherosene
SVIZZERA
1 ora
Più sicurezza nello sport
In Svizzera si contano ogni anno circa 420'000 infortuni. L'upi chiede un adeguamento delle disposizioni legali
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera la pandemia sta rallentando
Contagi e ricoveri sono in calo, secondo il rapporto settimanale dell'UFSP. L'incidenza più bassa in Ticino
SVIZZERA
2 ore
Pazienti più giovani e sani in cure intense: cambiano le regole del triage
L'Accademia svizzera delle scienze mediche ha adeguato le sue linee guida.
ZURIGO
3 ore
Un bar nel mirino dei no-vax
Il Café Elena di Zurigo sta attirando critiche per aver cacciato dal suo locale il coronascettico Nicolas Rimoldi.
SVIZZERA
5 ore
«La pandemia sarà conclusa tra un anno»
Secondo Stéphane Bancel entro la metà del 2022 ci saranno «abbastanza dosi per vaccinare tutto il pianeta».
SVIZZERA
6 ore
Per nuovi allentamenti, «si smetta di trascurare i guariti»
Secondo Felix Schneuwly, esperto di salute di Comparis, «chi è stato infettato è una parte importante della soluzione».
SCIAFFUSA / AFGHANISTAN
8 ore
Fugge da Kabul grazie all'università svizzera
Halima è studentessa presso il SIT, nel canton Sciaffusa, ma fino a pochi giorni fa viveva ancora in Afghanistan
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile