Deposit
ZURIGO
01.08.21 - 14:110
Aggiornamento : 15:08

Meno mascherine in ufficio, e salgono i contagi a Zurigo

Aumentano anche le persone che contraggono il virus sui mezzi pubblici.

Ma estrapolare i dati a livello svizzero è più difficile, afferma l'UFSP.

ZURIGO - Nonostante un numero di contagi relativamente alto, le persone hanno ripreso a muoversi come prima della pandemia. La conferma arriva da uno studio sulla mobilità dell'ETH. Non c'è dunque da stupirsi se il tracciamento dei contatti mostra un aumento di contagi sui mezzi pubblici nel Canton Zurigo. 

Nella settimana che va dal 19 al 25 luglio, 33 persone sospettano di essersi infettate sui bus o treni (il luogo dell'infezione è stato confermato per tre persone). Un aumento decisamente significativo rispetto alle scorse settimane. 

Stesso discorso per quanto riguarda i contagi sul posto di lavoro: 70 persone sospettano di essersi ammalati in ufficio (38 i casi in cui il contact tracing ha confermato il luogo dell'infezione). 

Tuttavia l'ambito familiare è il luogo dove avvengono maggiormente le infezioni (e anche dove è più facile il tracciamento). 

Indossare la mascherina - «Sappiamo che la variante Delta ormai rappresenta circa il 90% delle infezioni» ha dichiarato a 20 Minuten Beat Lauper, capo del gruppo direttivo del contact tracing. Ricordando il fatto che la maggior parte delle infezioni avvenute sui mezzi pubblici rimane solo sospetta, aggiunge: «È importante che la mascherina venga indossata correttamente quando si utilizzano i mezzi pubblici». 

E per quel che riguarda l'ufficio, Lauper commenta: «Potrebbe essere dovuto al fatto che dalle ultime disposizioni è il datore di lavoro a scegliere se far indossare o meno le mascherine sul posto di lavoro. Nei sondaggi si vede chiaramente che le misure di protezione vengono meno osservate». 

Nel resto della Svizzera - I dati si riferiscono al Canton Zurigo. Ma com'è la situazione in Svizzera? Non si sa. «I Cantoni ci informano regolarmente sui vari focolai. Ma sulla base di queste informazioni non è possibile determinare i luoghi esatti dei contagi a livello svizzero» ha dichiarato a 20 Minuten il portavoce Daniel Dauwalder. L'UFSP però conferma che i luoghi di contagio sono quelli in cui le norme igieniche e di distanza, nonché l'uso della mascherina, sono meno rispettati, soprattutto in ambienti chiusi e poco ventilati. 

FFS e Autopostale invece non hanno voluto commentare i dati del Canton Zurigo. Sul sito delle FFS si può però leggere: «Secondo lo stato attuale delle conoscenze, non vi sono prove di un aumento del rischio di contagio a bordo dei veicoli FFS con impianti di climatizzazione/ventilazione accesi».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
13 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
13 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
14 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
15 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
16 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
17 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
17 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
18 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
20 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
22 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile