Keystone
Il rapporto è stato stillato dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo su dati del 2019.
SVIZZERA
07.07.21 - 08:570

Sviluppo tecnologico, la Svizzera è settima al mondo

Nella classifica della UNCTAD siamo preceduti da USA, Regno Unito, Germania, Francia Giappone e Italia.

Il rapporto sottolinea l'importanza che i paesi in via di sviluppo dipendenti dalle materie prime si liberino da questa dipendenza, aprendosi all'innovazione.

BERNA - La Svizzera è la settima nazione al mondo in materia di sviluppo tecnologico: è quanto emerge da uno studio pubblicato oggi dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD), che si basa su dati del 2019.

La classifica è capeggiata dagli Stati Uniti, che si vedono attribuire un indice di sviluppo tecnologico (technological development index) di 100. Al secondo posto figura il Regno Unito (83), seguito da Germania (80), Francia (80), Giappone (73) e Italia (71). Dopo la Svizzera (69) i primi dieci posti sono completati da Olanda (64), Spagna (59) e Belgio (58).

Il rapporto sottolinea l'importanza che i paesi in via di sviluppo dipendenti dalle materie prime si liberino da questa dipendenza, aprendosi all'innovazione. La segretaria generale a interim dell'UNCTAD, Isabelle Durant, invita queste nazioni «ad adottare nuove tecnologie e nell'ambito del processo chiede il sostegno della comunità internazionale».

I due terzi dei paesi dipendenti dalle materie realizzano almeno il 60% dei loro guadagni dall'esportazione di merci come caffè, cotone e petrolio. Questi stati rischiano di rimanere ancorati a tali vincoli se non si attiverà un progresso tecnologico, sostengono i ricercatori. Si tratta quindi di avviare il riorientamento già nel corso della pandemia, soprattutto perché i prezzi delle materie prime sono attualmente elevati.

La dipendenza dalle materie prime comporta volatilità delle entrate, vulnerabilità a situazioni come le pandemie e instabilità politica, sottolinea lo studio, che chiama peraltro in aiuto anche gli altri stati: parte delle innovazioni dovranno infatti essere importate. L'UNCTAD chiede quindi ai partner internazionali di facilitare il trasferimento di tecnologie.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
3 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
3 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
5 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A centinaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
5 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
6 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
7 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
8 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
10 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
11 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile