Admin
SVIZZERA
01.07.21 - 10:450

«Il referendum è praticamente riuscito»

Il popolo svizzero tornerà probabilmente a votare sulla legge Covid-19 il prossimo 28 novembre.

Il comitato "Amici della Costituzione" ha annunciato oggi di aver già raccolto 61'851 firme.

BERNA - Molto probabilmente si tornerà a votare sulla legge Covid-19. Il comitato "Amici della Costituzione" ha annunciato stamane di aver già raccolto 61'851 firme, quando ne bastano 50'000 per la riuscita di un referendum, e non intende fermarsi. La scadenza è fissata all'8 luglio.

Dopo la sconfitta alle urne lo scorso 13 giugno, gli "Amici della Costituzione", la "Rete scelta vaccinale" (Réseau Choix Vaccinal) e i Giovani UDC sono tornati alla carica annunciando la volontà di proporre un referendum contro le modifiche introdotte in marzo nella legge, in particolare il certificato Covid e il tracciamento.

«Al posto di garantire i diritti fondamentali, il Consiglio federale ostacola la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà d'espressione, la trasparenza così come l'integrità fisica e psichica», ha affermato al momento del lancio della raccolta delle firme la coordinatrice di Réseau Choix Vaccinal nella Svizzera romanda, Rossana Scalzi.

Ieri il Governo ha annunciato che in caso di riuscita del referendum, il popolo svizzero sarà chiamato a votare sul tema il 28 novembre.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Qui sotto hanno pubblicato un’articolo a pagamento......
B_C 2 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia.
pillola rossa 2 mesi fa su tio
@B_C Amen
Kastolino 2 mesi fa su tio
@B_C B_C e chi ha mai detto che il governo applichi le misure in modo errato in modo volontario? Perche mai escludere che le misure messe in atto siano state applicate in buona fede MA COMUNQUE IN MODO ERRATO? I luminari lassù a prendere decisioni sono uomini e gli uomini sbagliano. E hanno già dimostrato di sbagliare. Ti ricordo nel periodo pasquale la scelta di mantenere le chiusure della ristorazione per ulteriori settimane e settimane in vista di un'esplosione di casi di variante inglese, esplosione CHE NON SI È VERIFICATA ma che anzi, ha presentato lo scenario opposto: casi in drastica diminuzione contro ogni previsione! Errore che è gravato sull'economia e quanti milioni di Fr é costato? E come hanno giustificato gli scienziati luminari delle scienze mediche lassù, a fianco del governo federale? "ah sì.. Eh.. Abbiamo fatto un errore di valutazione no? Che sarà mai !?" Certo.. Tanto a loro il salario arrivava...
B_C 2 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia. Grazie.
B_C 2 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia.
Tato50 2 mesi fa su tio
@B_C La mia preoccupazione è che sta diventando di moda andare a votare e poi il verdetto del popolo viene calpestato !! Per fortuna c'è il voto "per corrispondenza" altrimenti avremmo un 15 % di votanti, ma se vanno avanti così.......................
pillola rossa 2 mesi fa su tio
Non era passato perché le informazioni erano tendenziose e intimidatorie. Mi auguro che le persone si informino meglio e che non prendano il mainstream come la voce della verità. Ne va del futuro delle generazioni più giovani. Hopp Schwiiz!
C.B. 2 mesi fa su tio
Ma se poi prendono un'altra batosta come la prima faranno un 3⁰ Referendum o si fermeranno? No perché qui mi sembra stia diventando un Circo con tanti Pagliacci al seguito!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
8 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
9 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
10 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
11 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
12 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
12 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
13 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
15 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
17 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile