Immobili
Veicoli
Admin
SVIZZERA
01.07.21 - 10:450

«Il referendum è praticamente riuscito»

Il popolo svizzero tornerà probabilmente a votare sulla legge Covid-19 il prossimo 28 novembre.

Il comitato "Amici della Costituzione" ha annunciato oggi di aver già raccolto 61'851 firme.

BERNA - Molto probabilmente si tornerà a votare sulla legge Covid-19. Il comitato "Amici della Costituzione" ha annunciato stamane di aver già raccolto 61'851 firme, quando ne bastano 50'000 per la riuscita di un referendum, e non intende fermarsi. La scadenza è fissata all'8 luglio.

Dopo la sconfitta alle urne lo scorso 13 giugno, gli "Amici della Costituzione", la "Rete scelta vaccinale" (Réseau Choix Vaccinal) e i Giovani UDC sono tornati alla carica annunciando la volontà di proporre un referendum contro le modifiche introdotte in marzo nella legge, in particolare il certificato Covid e il tracciamento.

«Al posto di garantire i diritti fondamentali, il Consiglio federale ostacola la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà d'espressione, la trasparenza così come l'integrità fisica e psichica», ha affermato al momento del lancio della raccolta delle firme la coordinatrice di Réseau Choix Vaccinal nella Svizzera romanda, Rossana Scalzi.

Ieri il Governo ha annunciato che in caso di riuscita del referendum, il popolo svizzero sarà chiamato a votare sul tema il 28 novembre.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 10 mesi fa su tio
Qui sotto hanno pubblicato un’articolo a pagamento......
B_C 10 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia.
pillola rossa 10 mesi fa su tio
@B_C Amen
Kastolino 10 mesi fa su tio
@B_C B_C e chi ha mai detto che il governo applichi le misure in modo errato in modo volontario? Perche mai escludere che le misure messe in atto siano state applicate in buona fede MA COMUNQUE IN MODO ERRATO? I luminari lassù a prendere decisioni sono uomini e gli uomini sbagliano. E hanno già dimostrato di sbagliare. Ti ricordo nel periodo pasquale la scelta di mantenere le chiusure della ristorazione per ulteriori settimane e settimane in vista di un'esplosione di casi di variante inglese, esplosione CHE NON SI È VERIFICATA ma che anzi, ha presentato lo scenario opposto: casi in drastica diminuzione contro ogni previsione! Errore che è gravato sull'economia e quanti milioni di Fr é costato? E come hanno giustificato gli scienziati luminari delle scienze mediche lassù, a fianco del governo federale? "ah sì.. Eh.. Abbiamo fatto un errore di valutazione no? Che sarà mai !?" Certo.. Tanto a loro il salario arrivava...
B_C 10 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia. Grazie.
B_C 10 mesi fa su tio
La mia preoccupazione per la situazione che stiamo vivendo non è mai stata così alta. Non mi sono mai sentita così titubante del nostro popolo, del nostro paese. Leggere e vedere come i nostri stessi abitanti, provino ad aggravare la situazione attuale, assai già pesante come tutti sappiamo, mi rattrista. Sono delusa nel vedere come questo gruppo, “Amici della Costituzione”, stia cercando di indottrinare persone, senza neanche provare a capire in primo luogo come è perché sono state prese le decisioni di marzo. Arrivare ad affermare che “il Consiglio federale ostacola la libertà”, indica che non si è compreso a pieno la gravità della situazione. Il Consiglio federale è quello che ci sta portando la libertà, la libertà dalla Pandemia. Tutte queste misure e decisioni, sono state prese a seguito di profonde riflessioni su come proteggere il nostro popolo. Attraverso queste decisioni il Consiglio federale, assicura e protegge coloro che stanno dando un contributo a portare a termine la pandemia. Per nessuna logica il Consiglio federale desidera ostacolare le nostre vite. Si trattano di misure di sicurezza per evitare di fare un passo avanti e tre indietro. Aggiungerei che l’impermanenza del virus che stiamo affrontando, non è presa con la dovuta serietà, da queste persone e da tutti coloro che non comprendono la necessità di tali decisioni. Perché sono sicura, posso garantirlo, che una volta che tutte queste persone avranno nuovamente provato sulla loro pelle un’altra ondata di virus, che questa volta sarà ancora più aspra, data l’imminente diffusione della variante Delta, comprenderanno il valore di tali misure. Si tratta di proteggere la Svizzera, noi, i nostri nonni, i nostri genitori e amici, questo non è senza ombra di dubbio un complotto dedicato ad ostacolare “la libertà di circolare, la libertà della scelta vaccinale, la protezione della sfera privata, la libertà di espressione, la trasparenza così come l’integrità fisica e psichica”. Il mio più grande desiderio è dunque rivolta alla comprensione, delle logiche scelte del Consiglio federale. E se posso donare un consiglio che viene dal cuore, un consiglio da persona amica, che desidera solo il benessere di tutti: fatevi vaccinare. Aiutiamo questo lento processo di fuoriuscita dalla pandemia, portando il nostro contributo per accelerare la situazione. Ridatemi la mia libertà. Ridatemi la mia vita prima della pandemia.
Tato50 10 mesi fa su tio
@B_C La mia preoccupazione è che sta diventando di moda andare a votare e poi il verdetto del popolo viene calpestato !! Per fortuna c'è il voto "per corrispondenza" altrimenti avremmo un 15 % di votanti, ma se vanno avanti così.......................
pillola rossa 10 mesi fa su tio
Non era passato perché le informazioni erano tendenziose e intimidatorie. Mi auguro che le persone si informino meglio e che non prendano il mainstream come la voce della verità. Ne va del futuro delle generazioni più giovani. Hopp Schwiiz!
C.B. 10 mesi fa su tio
Ma se poi prendono un'altra batosta come la prima faranno un 3⁰ Referendum o si fermeranno? No perché qui mi sembra stia diventando un Circo con tanti Pagliacci al seguito!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRANCIA / SVIZZERA
5 ore
«Complice di crimini contro l'umanità». Socia di Holcim sotto accusa
Avrebbe versato diversi milioni nelle casse dello Stato Islamico e ad altre organizzazioni per un impianto di cemento
SVIZZERA
10 ore
Superata la soglia dei 50'000 profughi ucraini in Svizzera
Continua incessante l'esodo di persone in fuga dalla guerra. La SEM: «401 iscrizioni nelle ultime 24 ore».
SVIZZERA
14 ore
Black-out di guerra: ecco il piano
Interruzioni prolungate dell'elettricità avrebbero «conseguenze devastanti» sulla Svizzera. Il governo vuole prevenirle
SVIZZERA
15 ore
Acquisto F-35, Berna non perde tempo (e non aspetta il voto)
Il Consiglio federale, preoccupato del «deterioramento della situazione in materia di sicurezza», corre ai ripari.
FRIBURGO
17 ore
Certificati Covid: chi li regalava, chi li vendeva, chi se li teneva
Le persone interpellate lavoravano tutte al centro di depistaggio di Granges-Paccot.
SVIZZERA
18 ore
«Sorrisi e stereotipi per spingere gli svizzeri a mangiare carne»
L'associazione ambientalista Greenpeace denuncia «le tattiche pubblicitarie sporche» dell'industria della carne
BASILEA CAMPAGNA
18 ore
Trovato un pollice mozzato
Il dito è stato rinvenuto nel retro di un condominio con annesso ristorante. La sua provenienza è tuttavia ignota.
SVIZZERA
18 ore
«Va migliorata la comunicazione in tempo di crisi»
È una delle raccomandazioni del Consiglio svizzero della scienza che ha analizzato la gestione della pandemia
SVIZZERA
18 ore
Stato sociale? Aiuto allo sviluppo? «No, tocca all'esercito»
Per il consigliere agli Stati Werner Salzmann (UDC) l'esercito ha perso capacità negli ultimi anni.
BERNA
1 gior
Cassis tratta «gli scagnozzi di Putin» con i guanti?
La Svizzera non ha comunicato l'espulsione di alcun diplomatico russo. Ciò non vuol dire che siano ancora tutti qui
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile