Immobili
Veicoli
Ti-Press (immagine illustrativa)
VALLESE
24.06.21 - 18:360

Il Vallese mette al bando i proiettili di piombo

Il Cantone dà l'ultimatum ai propri cacciatori: «Cinque anni per cambiare l'attrezzatura».

L'avvelenamento da piombo è una delle principali cause di decesso per i rapaci.

SION - l Vallese vieta l'uso di proiettili di piombo per la caccia. I cacciatori hanno cinque anni per rinnovare la loro attrezzatura: lo ha comunicato oggi il Cantone. L'avvelenamento da piombo è una delle cause più comuni di morte nei rapaci.

I proiettili di piombo lasciano frammenti di metallo nelle viscere degli animali uccisi dai cacciatori. Questo è un cocktail nocivo per i rapaci come le aquile reali che ingeriscono la carne e i frammenti di metallo altamente tossico, ha detto oggi a Keystone-ATS Nicolas Bourquin, capo del servizio vallesano della caccia, della pesca e della fauna.

Grazie al progresso tecnico, i cacciatori possono ora utilizzare altre munizioni che sono altrettanto precise e potenti dei proiettili di piombo. "Il Vallese è il secondo cantone dopo i Grigioni a vietare queste munizioni, che sono ancora utilizzate a livello svizzero", ha spiegato Bourquin.

I cacciatori hanno tempo fino al 2025 per passare a munizioni senza piombo, indica il Cantone. I proiettili di piombo, invece, saranno banditi dall'arsenale dei guardiacaccia già dal primo gennaio 2022.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Primati di calore e ora la minaccia di «effetti fatali»
Da marzo a maggio le temperature sono state di circa 2,5 gradi superiori alla norma
BERNA
5 ore
Vacanze estive, pochissimi resteranno in Svizzera
Un terzo di coloro che resteranno in patria, intendono trascorrere le ferie in Ticino.
GINEVRA
6 ore
Contro l'omofobia c'è chi si radicalizza
Irruzione di un collettivo durante la presentazione di un libro a Ginevra. Le associazioni Lgbtiq prendono posizione
SAN GALLO
8 ore
«Farò una strage a scuola», ma scherzava
La bravata di un dodicenne per diventare virale su TikTok ha messo in allerta la polizia
TURGOVIA
8 ore
In due sullo scooter, perdono il controllo
Due adolescenti sono rimasti feriti ieri sera a seguito di un'incidente con uno scooter
BERNA
10 ore
Un disperso illustre nell'Aar
Emmeril Mumtadz, figlio di un candidato alla presidenza dell'Indonesia, è stato travolto dalla corrente con due amiche
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
19 ore
Tre voli per portare Cassis al WEF
La partecipazione del presidente della Confederazione al Forum ha prodotto molto CO2. Ecco com'è andata
VALLESE
1 gior
Con il riscaldamento globale «seracchi sempre più instabili»
L'esperto: «Proprio perché i pericoli sono diventati più frequenti, molte vie alpinistiche vengono scartate»
FOTO
VALLESE
1 gior
Due morti e nove feriti sul massiccio del Grand Combin
È il bilancio dell'incidente che si è verificato questa mattina in Vallese
SAN GALLO
1 gior
Trovato morto un base jumper
Sono diverse le domande ancora senza risposta: era con qualcuno? Perché è precipitato?
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile