20min/Marco Zangger
SVIZZERA
24.06.21 - 09:090
Aggiornamento : 15:17

Sei ore morto nel tram, «e nessuno se n'è accorto»

Due fratelli zurighesi raccontano la triste vicenda che ha colpito il padre: «Nessuno ha fatto nulla»

Dov'è il coraggio civile? «La gente non si accorge nemmeno di ciò che la circonda».

Fonte 20 Minuten / M. Djurdjevic e L. Sachs
elaborata da Robert Krcmar
Giornalista in formazione

ZURIGO - Due fratelli zurighesi stanno piangendo la morte del padre, il 64enne P.*, che è stato colpito da un attacco di cuore lunedì mentre andava al lavoro in tram.

«È salito alle 6.21 a Zurigo-Altstetten, sarebbe dovuto scendere a Paradeplatz, circa 30 minuti dopo, invece non è accaduto» hanno raccontato al quotidiano 20 Minuten i due figli dell'uomo. «Nostro padre ha subito un arresto cardiaco nel tram», e «né il conducente né gli altri passeggeri hanno notato nulla. Ha viaggiato senza vita sul tram per ore».

Solo sei lunghe ore dopo, una passeggera ha notato che qualcosa non andava, e ha allora informato il conducente, che a sua volta ha chiamato i servizi d'emergenza. «Ma era troppo tardi, mio padre era morto da ore» ha spiegato, sconvolto, uno dei fratelli. «Le registrazioni video del tram mostrano come è seduto immobile, quasi accasciato».

«Sono stupito e triste dalla noncuranza della gente» ha dichiarato poi il figlio dell'uomo, che ha deciso - con la sorella - di sensibilizzare la gente sul tema, e per questo di condividere la storia del padre. «Il coraggio civile purtroppo non è più comune. La gente è troppo concentrata su se stessa e non si accorge nemmeno di ciò che la circonda».

Coraggio civile... questo sconosciuto
È un incidente tragico, ma è anche un «caso isolato» secondo Melanie Wegel, docente presso l'Istituto per la prevenzione della delinquenza e del crimine dell'Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW). «Sei ore sono un periodo di tempo davvero molto lungo. Non sono a conoscenza di casi simili».

Wegel, che tiene dei corsi sul coraggio civile, ha comunque ammesso che «molte persone mancano di coraggio civile di questi tempi». Spesso, la gente pensa di non dover aiutare e che «qualcun altro se ne occuperà».

Ciò che auspica la professoressa, è più consapevolezza da parte di tutti noi esseri umani. «Ogni singola persona è chiamata ad aiutare», chiaramente, non ci si deve mettere in pericolo. «È qui che entra in gioco l'aiuto dell'organizzazione. Ci sono modi alternativi: si può parlare direttamente alle persone intorno a te, agire con loro, oppure chiamare la polizia».

Il trasporto pubblico zurighese (VBZ) e la polizia comunale sono a conoscenza dell'accaduto, e un portavoce ha confermato che il coinvolgimento di terzi può essere escluso.

 *Nome conosciuto alla redazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NEUCHÂTEL
4 min
Porta i soldi trovati in Polizia e in cambio non chiede (quasi) nulla
La Polizia neocastellana ha reso noto su Facebook il gesto «da sottolineare» di un cittadino.
SVIZZERA
47 min
Il costo dei non vaccinati? Venti milioni di franchi al mese
Soltanto durante il mese di luglio, in tutta la Svizzera sono stati effettuati 420'000 test
BERNA
1 ora
Un neonato lasciato all'apposito sportello
Oggi esistono otto installazioni di questo genere, una di queste in Ticino.
SVIZZERA
2 ore
I dipendenti della Confederazione? Sempre di più e meglio pagati
I salari sono ormai in linea con quelli del settore bancario, secondo un'inchiesta della NZZ
SVIZZERA / BELLINZONA
4 ore
Chiesti 4 anni per l'ex quadro della SECO
L'uomo è accusato di corruzione passiva.
SVIZZERA
4 ore
Si rimane sopra i mille contagi
L'UFSP ha registrato due nuovi decessi dovuti al coronavirus (le infezioni sono 1'033). I nuovi ricoveri sono 35.
GINEVRA
7 ore
Infermieri non vaccinati: presto i test saranno obbligatori
La misura è stata annunciata dal responsabile della sanità cantonale ginevrina Mauro Poggia.
BASILEA CITTÀ
7 ore
Città europea dell'ambiente: Basilea si candida
La città renana prevede d'investire almeno 300mila franchi. La spesa supererà invece i 5 milioni.
SVIZZERA
7 ore
Passeggeri che restano a terra (a causa dei requisiti Covid)
Negli aeroporti elvetici fino al 10% dei viaggiatori viene respinto all'imbarco
GRIGIONI
9 ore
La vaccinazione walk-in funziona (e viene riproposta)
Nei Grigioni cinquecento persone hanno approfittato della somministrazione senza appuntamento
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile