Deposit
SVIZZERA
15.06.21 - 14:200

Una legge sul tabacco più light

Il Consiglio degli Stati ha tagliato le principali divergenze con il Nazionale. «È un compromesso accettabile».

In particolare i senatori hanno deciso di togliere il divieto totale di pubblicità sulla stampa.

BERNA - Le principali divergenze che opponevano i due rami del Parlamento in merito alla modifica della legge sui prodotti del tabacco sono state appianate: oggi il Consiglio degli Stati ha fatto sue alcune proposte, meno severe, introdotte dal Nazionale. Dopo il primo passaggio in Parlamento, c'erano ancora importanti differenze tra le due camere sui punti chiave della riforma, come le restrizioni sulla pubblicità, la promozione della vendita e la sponsorizzazione dei prodotti del tabacco.

«Non più un divieto totale» - Nell'autunno 2019 gli Stati avevano sancito il divieto totale di pubblicità per i prodotti del tabacco. Lo scorso dicembre il Nazionale ha adottato una versione meno restrittiva. La maggioranza borghese della Camera dei cantoni ha ora seguito quella del popolo nella maggioranza delle divergenze, ritenendole «un compromesso accettabile». Ciò significa che, in linea di massima, la pubblicità sulla stampa e su internet non dovrebbe essere vietata. Il divieto si applicherà solo alla stampa e ai portali destinati ai minori.

Un accordo tra le due camere è stato trovato anche in un altro punto centrale: in futuro sarà vietata la pubblicità nei cinema e negli spazi pubblici, compresi trasporti pubblici e impianti sportivi, nonché quelle su manifesti visibili su suolo pubblico.

Anche per quanto concerne la sponsorizzazione è stata la versione del Nazionale a prevalere. Sarà vietata per gli eventi a carattere internazionale o se rivolti a un pubblico di minorenni. I "senatori" hanno poi confermato la decisione del Consiglio nazionale, secondo cui le promozione delle sigarette elettroniche dovrebbe continuare a essere possibile.

«La revisione in discussione è necessaria per poter ratificare la Convenzione quadro dell'Organizzazione mondiale della sanità per la lotta al tabagismo, entrata in vigore nel 2005, un obiettivo a lungo perseguito dal Governo», ha ricordato il consigliere federale Alain Berset.

Oltre a ciò, tale revisione risponde alle richieste incluse in un'iniziativa popolare che intende vietare la pubblicità del tabacco depositata nel 2019. Oggi gli Stati hanno deciso di collegare formalmente i due dossier, nella speranza - poco probabile visto le decisioni odierne, ndr - che gli iniziativisti ritirino il loro testo.

Il dossier torna al Nazionale per divergenze minori, come il divieto delle sigarette al mentolo proposto dal Nazionale. Gli Stati vogliono inoltre lasciare ai Cantoni la possibilità di emanare disposizioni più restrittive.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
8 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
9 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
10 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A migliaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
11 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
12 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
12 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
13 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
15 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
17 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile