Keystone
GINEVRA
11.06.21 - 17:290
Aggiornamento : 18:10

Il summit Biden-Putin sarà una bella sfida per la polizia

Il dispositivo di sicurezza sarà di dimensioni enormi, quali le aree di off-limits (e a chi toccherà pagare)

La conferma di oggi: Cassis e Parmelin incontreranno anche loro Putin

GINEVRA - Anche se Ginevra è abituata a ospitare capi di Stato, l'incontro di mercoledì tra il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Joe Biden rappresenta una sfida di sicurezza di enormi proporzioni per la polizia cantonale.

L'ambizione non è solo quella di garantire che questo incontro internazionale si svolga senza intoppi, ma anche di minimizzare l'impatto sulla popolazione e di garantire il mantenimento dei servizi di sicurezza di base.

Per portare a termine questa missione, le cantonale ginevrina dispone di numerosi aiuti: dall'Ufficio federale di polizia (fedpol) all'esercito che protegge lo spazio aereo, dagli agenti di altri corpi cantonali alla protezione civile, senza dimenticare gli agenti comunali.

Si dovrà assicurare la sicurezza in diversi posti e garantire anche quella degli spostamenti delle delegazioni.

Alcune aree saranno off-limits: la zona intorno al porto di Ginevra sarà sigillata il 16 giugno, dalle 4 del mattino a mezzanotte. Lo stesso vale per la zona intorno all'Hotel Intercontinental, nei pressi delle Nazioni Unite, dal 15 giugno alla mattina del 17 giugno.

Il vertice diplomatico si svolge con un «alto livello di minaccia» a causa degli ospiti, del contesto politico dei Paesi, delle loro relazioni e del contesto locale. Ad anche il personale della polizia federale è molto sollecitato. Per ogni persona sotto la responsabilità della Fedpol, viene definito un piano di sicurezza individuale, «in stretta collaborazione con i servizi di sicurezza» delle personalità da proteggere.

Il finanziamento dell'intero sistema è ripartito tra Confederazione e cantoni, tuttavia, i dettagli «non sono ancora stati fissati», è stato detto alla presentazione dell'operazione, oggi davanti al parco La Grange, nei pressi del Jet d'eau, trasformato in un campo trincerato.

Cassis e Parmelin incontreranno anche loro Putin

Il presidente della Confederazione Guy Parmelin e il consigliere federale Ignazio Cassis incontreranno mercoledì prossimo una delegazione russa composta dal presidente Vladimir Putin e dal ministro degli esteri Serghiei Lavrov. La conferma è giunta nel tardo pomeriggio con una nota congiunta del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) e del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
BASILEA
4 ore
Lite, spunta un coltello: grave un 48enne
L'aggressore è riuscito a far perdere le sue tracce
ZURIGO
6 ore
Ci sono più certificati che vaccinati e guariti messi assieme
Secondo l'Ufsp non si tratta di falsi. Ciò è possibile per quattro ragioni differenti.
ZURIGO
6 ore
Proprietario di agenzia di modelli condannato per molestie
La condanna è di tre anni, di cui uno da scontare. L'imputato sostiene che molte dichiarazioni siano false
SVIZZERA
8 ore
Lo Stato raccomanda il telelavoro, i capi impongono il ritorno in ufficio
Sono diversi i dipendenti che si interrogano sui vincoli dettati dai loro datori di lavoro.
TURGOVIA
8 ore
Mezzo pesante e bicicletta si scontrano: morto un 72enne
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio a Kreuzlingen, la polizia cerca testimoni
ZURIGO
10 ore
Filmava bambini nudi, condannato
Ha effettuato le riprese in una struttura balneare per naturisti: un 57enne dovrà scontare 26 mesi di prigione
SVIZZERA
11 ore
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
BASILEA
13 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
14 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile