Il nuovo mortaio ha fatto centro
Armasuisse
SVIZZERA
09.06.21 - 10:400

Il nuovo mortaio ha fatto centro

Le prove di tiro con il mortaio da 12 centimetri dell'Esercito svizzero sono andate per il meglio anche con il maltempo.

I militi lo useranno, a partire dal 2024, come appoggio indiretto a breve distanza al posto dei carri lanciamine, pensionati negli scorsi anni.

BERNA - Le prove di tiro con il nuovo mortaio 16 da 12 cm dell'Esercito svizzero si sono svolte con successo presso la piazza di Hinterrhein (GR). Lo indica oggi in una nota il Dipartimento federale della difesa (DDPS).

Nel mese di maggio 2021 il nuovo mortaio è stato sottoposto a prove di tiro anche in condizioni meteorologiche avverse. Lo scopo era di verificare il fuoco di posizione e la precisione di tiro del sistema. I test hanno dimostrato che i requisiti militari, che ad aprile 2020 erano stati provati in condizioni meteo favorevoli, sono soddisfatti anche in caso di cattivo tempo, precisa ancora la nota.

In seguito alla messa fuori servizio dei carri lanciamine 64/91 da 12 cm, le formazioni di combattimento dell'esercito non dispongono più di un sistema per assicurare un appoggio di fuoco indiretto a breve distanza. Con il nuovo mortaio da 12 cm, le truppe otterranno nuovamente questa capacità, e potranno così contare su un sistema moderno, potente e preciso. La produzione in serie ha preso il via a febbraio 2021. La consegna dei primi sistemi mortaio alla truppa è prevista a partire dal 2024, conclude la nota.

Il video - Il filmato (vedi allegato) mostra lo svolgimento tipico della modalità di fuoco denominata «burst» (quattro colpi esplosi in meno di 20 secondi). Nel video si vede il mortaio che si porta dalla «posizione d’agguato» a quella «di fuoco» e risponde a un ordine di fuoco definito. Quindi si ritira dal possibile fuoco nemico cambiando posizione o tornando in posizione d’agguato. A seconda del numero dei colpi e della distanza dall’obiettivo, il mortaio può addirittura spostarsi già prima che la prima granata che ha lanciato arrivi a destinazione.

Armasuisse
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fama 3 mesi fa su tio
Bisogna dire che siamo avanti di 100 anni dai ... romani!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La chiusura delle palestre «ha danneggiato la salute dei clienti»
Non solo fisicamente, ma anche psicologicamente, secondo la federazione svizzera del settore
BASILEA
2 ore
Lite, spunta un coltello: grave un 48enne
L'aggressore è riuscito a far perdere le sue tracce
ZURIGO
3 ore
Ci sono più certificati che vaccinati e guariti messi assieme
Secondo l'Ufsp non si tratta di falsi. Ciò è possibile per quattro ragioni differenti.
ZURIGO
3 ore
Proprietario di agenzia di modelli condannato per molestie
La condanna è di tre anni, di cui uno da scontare. L'imputato sostiene che molte dichiarazioni siano false
SVIZZERA
5 ore
Lo Stato raccomanda il telelavoro, i capi impongono il ritorno in ufficio
Sono diversi i dipendenti che si interrogano sui vincoli dettati dai loro datori di lavoro.
TURGOVIA
6 ore
Mezzo pesante e bicicletta si scontrano: morto un 72enne
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio a Kreuzlingen, la polizia cerca testimoni
ZURIGO
7 ore
Filmava bambini nudi, condannato
Ha effettuato le riprese in una struttura balneare per naturisti: un 57enne dovrà scontare 26 mesi di prigione
SVIZZERA
9 ore
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
BASILEA
11 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
11 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile