tipress
SVIZZERA
28.05.21 - 12:060

Il Covid ha frenato le estradizioni

Pratiche rimandate più volte: i rapporti tra Svizzera e altri Stati ostacolati dalla pandemia

BERNA - La pandemia ha avuto ripercussioni anche sull'assistenza giudiziaria internazionale. Lo rendo noto oggi l'Ufficio federale di giustizia (UFG), aggiungendo che la crisi sanitaria ha avuto conseguenze in particolare sull'esecuzione delle estradizioni e dei trasferimenti di condannati.

Le ragioni sono da ricondurre a restrizioni di viaggio, frontiere chiuse e norme relative alla quarantena, rileva l'UFG, precisando che le maggiori difficoltà hanno riguardato in particolare quelle per via aerea, soprattutto nella primavera del 2020 e poi di nuovo a partire dall'autunno dello stesso anno.

In alcuni casi si è stati costretti a rimandare più volte le estradizioni in programma. Inoltre, in certi casi le autorità responsabili dell'esecuzione hanno rifiutato di fornire una scorta di accompagnamento per il volo a causa delle circostanze straordinarie. Nella maggior parte dei casi, però, le autorità competenti sia in Svizzera che all'estero si sono dimostrate flessibili in modo da consentire l'esecuzione e rispettare i termini applicabili.

Diverse estradizioni sono state effettuate con voli speciali. Per ridurre i costi aggiuntivi, talvolta considerevoli, si è cercato, per quanto possibile, di trasportare più estradati sullo stesso volo.

La pandemia ha avuto un impatto anche sull'assistenza giudiziaria accessoria, prosegue l'UFG. La trasmissione per posta delle domande di notificazione e di assistenza giudiziaria in certi Stati si è rivelata complicata, se non addirittura impossibile.

Anche l'esecuzione delle domande di assistenza giudiziaria che comportavano misure come interrogatori o perquisizioni è stata ritardata in alcuni casi, perché in tali atti procedurali le regole di distanziamento interpersonale non possono essere rispettate o lo possono essere solo con difficoltà.

In questo contesto, dopo l'inizio del lockdown, numerosi Stati hanno informato tempestivamente Berna che avrebbero ricevuto le domande di assistenza giudiziaria soltanto per via elettronica, che avrebbero trattato solo le domande prioritarie e che le misure di assistenza giudiziaria che richiedevano vicinanza fisica non potevano essere eseguite.

I rapporti di fiducia che esistono da molti anni con le autorità partner nazionali ed estere si sono rivelati particolarmente importanti in questo momento di crisi. Grazie al buon coordinamento e alla cooperazione tra le autorità interessate, si sono potute trovare soluzioni creative ai problemi causati dalla pandemia, rileva l'UFG che fornisce anche una serie di cifre.

Nel 2020 ha ricevuto 285 domande di estradizione, 132 domande di assunzione del perseguimento penale e 1382 domande di assistenza giudiziaria in materia penale. Ha invece trasmesso all'estero 204 domande di estradizione, 227 domande di assunzione del perseguimento penale e 857 domande di assistenza giudiziaria in materia penale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA
18 min
Lite, spunta un coltello: grave un 48enne
L'aggressore è riuscito a far perdere le sue tracce
ZURIGO
1 ora
Ci sono più certificati che vaccinati e guariti messi assieme
Secondo l'Ufsp non si tratta di falsi. Ciò è possibile per quattro ragioni differenti.
ZURIGO
1 ora
Proprietario di agenzia di modelli condannato per molestie
La condanna è di tre anni, di cui uno da scontare. L'imputato sostiene che molte dichiarazioni siano false
SVIZZERA
3 ore
Lo Stato raccomanda il telelavoro, i capi impongono il ritorno in ufficio
Sono diversi i dipendenti che si interrogano sui vincoli dettati dai loro datori di lavoro.
TURGOVIA
4 ore
Mezzo pesante e bicicletta si scontrano: morto un 72enne
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio a Kreuzlingen, la polizia cerca testimoni
ZURIGO
5 ore
Filmava bambini nudi, condannato
Ha effettuato le riprese in una struttura balneare per naturisti: un 57enne dovrà scontare 26 mesi di prigione
SVIZZERA
7 ore
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
BASILEA
9 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
9 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
SVIZZERA
12 ore
«300 franchi a chi fa il vaccino, multa di 100 a chi non lo fa»
L'ex presidente del PS Peter Bodenmann è convinto che i no-vax "duri e puri" siano solo il 10-15% della popolazione.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile