Immobili
Veicoli
Keystone
BASILEA CITTÀ
27.05.21 - 12:430

«La pandemia ha rafforzato il federalismo»

È l'opinione di Alain Berset che oggi ha partecipato alla sesta conferenza sul federalismo di Basilea.

Secondo il Consigliere federale la suddivisione del potere «è una delle grandi forze della Svizzera».

BASILEA - La pandemia di coronavirus ha messo alla prova il sistema federalistico in Svizzera, rafforzandolo. Lo ha dichiarato oggi il consigliere federale Alain Berset durante la sesta conferenza nazionale sul federalismo a Basilea.

La suddivisione del potere è una delle più grandi forze della Svizzera, ha aggiunto Berset. La collaborazione fra Cantoni e Confederazione non è regolata in maniera rigida: «Non tutto è previsto dalle leggi, in particolare in una situazione di crisi». Proprio per questo serve pragmatismo per trovare insieme soluzioni.

La pandemia si è dimostrata una sfida per il federalismo e ha reso necessaria una grande dose di coordinazione e comunicazione, con un intervento più importante del solito da parte della Confederazione, ha detto ancora Berset. All'inizio la necessità di agire rapidamente ha reso difficile il coinvolgimento dei Cantoni, ma la scelta di compromessi e discussioni si è alla fine rivelata vincente, secondo il ministro della sanità.

Tirando le somme, si può dire che il coronavirus ha rafforzato il federalismo, anche mostrando le possibili difficoltà e chiarendo dove è necessario oliare i macchinismi o stringere qualche bullone, ha proseguito Berset.

Dal canto suo Christian Rathgeb, consigliere di Stato grigionese e presidente della Conferenza dei governi cantonali, ha proposto per le future crisi la creazione di un Comitato dirigente paritetico con rappresentanti di Cantoni e Confederazione. Alcune responsabilità dovrebbero poi essere meglio definite.

La sesta conferenza sul federalismo è ospitata dal Canton Basilea Città. L'incontro di due giorni si svolge ogni quattro anni. A causa della situazione sanitaria i colloqui si stanno svolgendo online.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 11 mesi fa su tio
"oliare i macchinismi o stringere qualche bullone"...
SteveC 11 mesi fa su tio
Convinti loro…
Piovejampo 11 mesi fa su tio
Non ho parole!! Federalismo? Dove ? Forse nella frase del Dott Koch “ Tranquillo Ticino la Svizzera ti aiuta !! “ ma il Ticino non è Svizzera ??
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Uno svizzero su tre non intende donare gli organi
Con la nuova legge sui trapianti, saranno tutti donatori. Il 36% dei cittadini vuole dichiarare di rifiutare l'espianto
SVIZZERA
12 ore
Dalla fine di maggio, più posti per gli ucraini
Per sette mesi saranno disponibili 250 alloggi in più nell'ex ospedale di Flawil
ARGOVIA
12 ore
Stessa sorte per aggressore e aggredito
La sparatoria avvenuta il 30 ottobre 2020 dopo un tentato furto a un negozio d'armi di Wallbach è a un punto di svolta.
VALLESE
14 ore
Ha sbranato 28 animali: ordinato l'abbattimento di un lupo
L'animale si aggira nell'Alto Vallese, fra i comuni di Ergisch e Unterbäch.
ZURIGO
15 ore
Nessuna bomba all'aeroporto di Zurigo
Nel velivolo di Helvetic Airways non è stato trovato nulla di sospetto.
FOTO
URI
16 ore
"Ucrainizzato" il monumento a Aleksandr Suvorov
L'opera si trova nelle Gole della Schöllenen e dal 1899 ricorda l'alto ufficiale russo.
BERNA
19 ore
Schiacciato da una balla di fieno, muore un 29enne
L'uomo è deceduto in ospedale a causa delle gravi ferite riportate.
VALLESE
19 ore
La Rega vuole spiccare il volo anche in Vallese
Attualmente solo Air-Glaciers e Air Zermatt sono autorizzate a soccorrere con gli elicotteri.
SVIZZERA
22 ore
Eliminati 227 proiettili inesplosi
Resta alto il numero di segnalazioni. L'aumento sarebbe da ricondurre alla pandemia
SVIZZERA
23 ore
Il sì a Frontex? «È un segno di attaccamento all'Europa»
I giornali commentano i risultati usciti dalle urne ieri, soffermandosi sul (difficile) rapporto tra Svizzera e UE.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile