Immobili
Veicoli
Tipress
SAN GALLO
25.05.21 - 12:020

Non pagava gli alimenti, niente naturalizzazione agevolata

L'uomo ha taciuto 40mila franchi di debito sul pagamento degli alimenti alla prima moglie, che ha informato le autorità.

SAN GALLO - Un uomo di origini algerine ha perso la sua naturalizzazione agevolata dopo che l'ex moglie lo ha denunciato per alimenti non pagati. Secondo il Tribunale amministrativo federale (TAF) ha agito in maniera fraudolenta nascondendo il debito.

Due matrimoni - L'uomo si era sposato una prima volta con una cittadina svizzera, con cui ha avuto una figlia nel 1989. Dopo il divorzio, si è risposato nel 2000, di nuovo con una svizzera, con la quale ha avuto due figlie nel 2003 e nel 2012.

La denuncia della prima moglie - L'algerino ha ottenuto la naturalizzazione facilitata nel maggio 2018. Un mese più tardi, la sua prima moglie ha espresso la sua indignazione presso la Segreteria di Stato della migrazione (SEM), sottolineando i problemi con la giustizia ginevrina e vodese avuti dall'ex marito, in particolare per il mancato pagamento degli alimenti.

Debito di 40'000 franchi - La SEM ha quindi annullato la naturalizzazione. L'interessato, nel febbraio 2018, aveva ricevuto un ordine di pagamento di 40'000 franchi arretrati nei confronti della sua ex moglie. Due mesi dopo, aveva firmato i documenti della procedura di naturalizzazione tacendo il debito.

Naturalizzazione annullata - Il Tribunale Amministrativo Federale, in seguito al ricorso dell'uomo, conferma ora l'annullamento della naturalizzazione. Si tratta infatti di una procedura strettamente legata al rispetto dell'ordine giuridico svizzero.

Mancata trasparenza - Secondo i giudici di San Gallo, pesa inoltre il fatto che l'uomo abbia dichiarato il falso nel corso delle procedure di naturalizzazione: era infatti perfettamente al corrente dell'ordine di pagamento di 40'000 franchi, ma non l'ha segnalato. Non si tratta, ha aggiunto la corte, di un dettaglio trascurabile, ma di una somma importante che è obbligato a pagare. La decisione del TAF non è definitiva e può essere ancora impugnata davanti al Tribunale federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 ore
Vaiolo delle scimmie: terzo caso in Svizzera
Lo ha indicato l'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
8 ore
Pipistrelli, ratti, scimmie e... cammelli: cosa dobbiamo aspettarci dalle zoonosi del futuro
Ce lo spiega l'epidemiologo dell'Uni di Berna Christian Althaus: «Animali che contagiano l'uomo? Non è una novità»
FOTO
SOLETTA
14 ore
Colpita da una pianta a bordo fiume, grave una donna
L'incidente è avvenuto poco prima di mezzogiorno a Olten, sulle rive dell'Aare.
APPENZELLO ESTERNO
14 ore
Scivola sulla neve, cade e perde la vita
Il corpo del 44enne è stato trovato per caso da alcuni escursionisti sul massiccio dell'Alpstein
SVIZZERA
14 ore
Tanta Ucraina, pochissimo clima e un po' di Bruxelles al WEF
Dopo una pausa di due anni dovuta alla pandemia, è stato un vertice praticamente monotematico quello di Davos.
GRIGIONI
17 ore
In trenta alla manifestazione per il clima
Scarsissima partecipazione all'azione organizzata a margine del Forum economico mondiale.
SVIZZERA
18 ore
Ultimo sprint dopo una maratona durata cinque anni
A Davos, Ignazio Cassis ha promosso «in modo mirato» la candidatura svizzera al Consiglio di sicurezza dell'Onu.
URI
20 ore
A ripulire il monumento ci hanno pensato alcuni cittadini
Il restauro dell'opera presente nelle Gole della Schöllenen rischiava di diventare un vero e proprio caso diplomatico.
SVIZZERA
21 ore
Come ti aggiro le sanzioni
Gli operatori di viaggio della Federazione Russa continuano a offrire vacanze in Europa occidentale, Svizzera compresa.
VAUD
21 ore
Non rispetta la precedenza, deceduto un ciclista
Incidente fatale nel canton Vaud. L'intervento immediato dei soccorsi non ha potuto evitare il peggio.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile