Keystone
SVIZZERA
17.05.21 - 10:560

Telecamere nei centri d'asilo per scongiurare le violenze

I dispositivi saranno installati all'esterno e interno delle strutture per migliorare la sicurezza dei richiedenti.

Nel frattempo la Confederazione ha sospeso almeno 14 addetti alla sicurezza per provocazioni e pestaggi.

BERNA - La Confederazione aumenta la videosorveglianza nei centri federali per richiedenti asilo (CFA) per prevenire la violenza. Nei prossimi mesi, altre telecamere saranno installate sia all'interno che all'esterno di queste strutture. Per ragioni di privacy, dormitori, bagni, docce e locali simili non saranno monitorati.

Prevenzione e vigilanza - Anche se le telecamere non servono esclusivamente a scongiurare la violenza, possono, insieme ad altre misure di prevenzione, essere usate anche per chiarire aggressioni, ha precisato stamane Reto Kormann, portavoce della Segreteria di Stato della migrazione (SEM), sulle onde della radio svizzerotedesca SRF.

Le disposizioni legali -La SEM si appoggia sulle modifiche della legge sugli stranieri, in vigore dal 1° aprile 2020. Esse prevedono che registrazioni video nei centri possano essere conservate per quattro mesi e utilizzate in procedimenti amministrativi o penali. L'analisi può essere effettuata solo dalle autorità penali. Si terrà conto della privacy, ha aggiunto Kormann, ricordando che la sorveglianza di docce, bagni, gabinetti, camere da letto e locali simili è «rigorosamente vietata». Nelle stanze comuni, invece, «in cui non si può parlare di sfera privata e intima», è possibile.

Addetti alla sicurezza violenti - Stando a quanto riportato da diversi media, nei centri per asilanti il personale di sicurezza avrebbe usato violenza nei confronti di richiedenti, tanto che alcuni di loro sarebbero rimasti feriti. I casi descritti includono provocazioni e pestaggi, poi celati nei verbali. La Confederazione avrebbe sospeso almeno 14 guardie.

L'inchiesta - Il segretario di Stato Mario Gattiker ha incaricato l'ex giudice federale Niklaus Oberholzer di avviare un'indagine esterna per chiarire se ci sia stato un uso eccessivo della forza. L'indagine e l'installazione delle telecamere non sono direttamente collegate, ha precisato stamane la SEM.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / THAILANDIA
5 ore
Niente dosi elvetiche per la “quinta Svizzera” (per ora)
La Confederazione ha le mani legate: i contratti prevedono l'impiego delle dosi entro i confini nazionali
FOTO
ZURIGO
8 ore
Attivisti a Zurigo: 83 fermi e alcuni manifestanti soccorsi
Il bilancio del sit-in che ha avuto luogo oggi nel centro finanziario, all'ingresso di alcune banche
VAUD
9 ore
«Vogliamo abbattere due lupi»
Le autorità vodesi chiedono il permesso alla Confederazione a seguito della predazione di vari vitelli
VALLESE
11 ore
Infortunio sul lavoro: morto un trentenne
L'incidente si è verificato a Zermatt: l'uomo stava effettuando un intervento su una seggiovia
VALLESE
12 ore
Evacuate le terme di Leukerbad, sei feriti
Una fuga di disinfettante ha scatenato il panico alle Alpentherme. Una persona elitrasportata in ospedale
SVIZZERA
12 ore
È stato un Primo Agosto (abbastanza) tranquillo
La polizia non ha dovuto intervenire molte volte durante la festa nazionale: «È stata una notte eccezionalmente calma».
SVIZZERA
13 ore
Covid in Svizzera, nel weekend 2'019 casi
L'Ufficio federale della sanità pubblica segnala anche 24 nuovi ricoveri e tre decessi
URI
14 ore
Axenstrasse riaperta
Da poco prima di mezzogiorno è nuovamente possibile percorrere il tratto stradale
FOTO
ZURIGO
16 ore
Iniziato lo sgombero degli attivisti di Paradeplatz
La polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti per il clima che da questa mattina protestavano a Zurigo.
SVIZZERA / SPAGNA
17 ore
Quando la vacanza va storta: «È come essere in prigione»
Due turiste svizzere sono finite nell'Hotel-Quarantena di Ibiza
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile