Immobili
Veicoli
20Minuten/Georgia Chatzoudis
ZURIGO
15.05.21 - 21:310
Aggiornamento : 16.05.21 - 08:02

«Nostra madre dovrà lasciare la Svizzera dopo 39 anni»

A una donna congolese non verrà rinnovato il permesso di soggiorno a causa di alcune fatture non pagate.

I suoi figli hanno deciso di battersi affinché lei possa rimanere.

ZURIGO - L.N.*, 58 anni, ha lasciato la Repubblica del Congo per stabilirsi in Svizzera all'età di 19 anni. Da 39 anni, vive e lavora a Zurigo, dove ha anche cresciuto tre figli. Tuttavia, poiché la donna ha dovuto beneficiare dell'assistenza sociale per diversi anni e non poteva più pagare le fatture della cassa malati, l'Uffico della migrazione ha recentemente deciso di non rinnovarle il permesso di soggiorno.

«Mi spezza il cuore che vogliano espellere mia madre, che ha trascorso la maggior parte della sua vita in Svizzera», ha confidato la figlia a 20 Minuten. Secondo la 35enne, sua madre aveva fatto ricorso all'assistenza sociale perché aveva momentaneamente dovuto lasciare il lavoro che aveva per prendersi cura della sua sorellina, che all'epoca soffriva di una malattia polmonare: «Era spesso in ospedale e quindi non poteva andare a lavorare». 

Per non «caricarci di questo peso e permetterci di avere un'infanzia normale e spensierata» - ricorda la figlia - L.N. avrebbe tenuto a lungo per sé il fatto che fosse indebitata e che quindi avrebbe rischiato l'espulsione. Ha informato i suoi figli solo poco tempo fa. «L'Ufficio della migrazione rimprovera in anticipo a nostra madre che si indebiterebbe ancora di più se rimanesse in Svizzera. Tuttavia, non riceve l'assistenza sociale ormai da diversi anni», denuncia ancora la 35enne, che assieme ai fratelli è pronta in ogni caso a sostenere finanziariamente la madre qualora servisse.

La donna è convinta che sua madre non possa sopportare di dover tornare nella Repubblica del Congo. «Negli ultimi 39 anni è stata lì solo una volta, per un funerale. Non ha amici, né parenti. Non avrebbe nessuno e sarebbe completamente persa». Per opporsi alla decisione dell'autorità, la famiglia ha deciso d'ingaggiare un avvocato.

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NIDVALDO
20 min
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
38 min
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
1 ora
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
10 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
16 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
17 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
19 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
19 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
19 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile