20Minuten/Georgia Chatzoudis
ZURIGO
15.05.21 - 21:310
Aggiornamento : 16.05.21 - 08:02

«Nostra madre dovrà lasciare la Svizzera dopo 39 anni»

A una donna congolese non verrà rinnovato il permesso di soggiorno a causa di alcune fatture non pagate.

I suoi figli hanno deciso di battersi affinché lei possa rimanere.

ZURIGO - L.N.*, 58 anni, ha lasciato la Repubblica del Congo per stabilirsi in Svizzera all'età di 19 anni. Da 39 anni, vive e lavora a Zurigo, dove ha anche cresciuto tre figli. Tuttavia, poiché la donna ha dovuto beneficiare dell'assistenza sociale per diversi anni e non poteva più pagare le fatture della cassa malati, l'Uffico della migrazione ha recentemente deciso di non rinnovarle il permesso di soggiorno.

«Mi spezza il cuore che vogliano espellere mia madre, che ha trascorso la maggior parte della sua vita in Svizzera», ha confidato la figlia a 20 Minuten. Secondo la 35enne, sua madre aveva fatto ricorso all'assistenza sociale perché aveva momentaneamente dovuto lasciare il lavoro che aveva per prendersi cura della sua sorellina, che all'epoca soffriva di una malattia polmonare: «Era spesso in ospedale e quindi non poteva andare a lavorare». 

Per non «caricarci di questo peso e permetterci di avere un'infanzia normale e spensierata» - ricorda la figlia - L.N. avrebbe tenuto a lungo per sé il fatto che fosse indebitata e che quindi avrebbe rischiato l'espulsione. Ha informato i suoi figli solo poco tempo fa. «L'Ufficio della migrazione rimprovera in anticipo a nostra madre che si indebiterebbe ancora di più se rimanesse in Svizzera. Tuttavia, non riceve l'assistenza sociale ormai da diversi anni», denuncia ancora la 35enne, che assieme ai fratelli è pronta in ogni caso a sostenere finanziariamente la madre qualora servisse.

La donna è convinta che sua madre non possa sopportare di dover tornare nella Repubblica del Congo. «Negli ultimi 39 anni è stata lì solo una volta, per un funerale. Non ha amici, né parenti. Non avrebbe nessuno e sarebbe completamente persa». Per opporsi alla decisione dell'autorità, la famiglia ha deciso d'ingaggiare un avvocato.

*Nome noto alla redazione

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 min
Al volante è meglio evitare le infradito
Ecco i consigli del TCS per una guida sicura durante il periodo estivo
SVIZZERA
53 min
Legge Covid-19, niente privilegi per i vaccinati
Il Consiglio degli Stati ha eliminato l'ultima divergenza col Nazionale. Ora la questione passa a quest'ultimo
GRIGIONI
1 ora
Cade da un traliccio, gravi ferite per un operaio
L'infortunio sul lavoro che ha coinvolto un 39enne portoghese è avvenuto ieri mattina a Zuoz.
BASILEA CAMPAGNA
2 ore
Camion in fiamme nel tunnel del Belchen
L'incendio si è verificato nella serata di mercoledì. Non si registrano fortunatamente feriti
GINEVRA
11 ore
Hotel da 30mila franchi a notte per Biden
Ecco quanto ha speso il presidente statunitense per il summit ginevrino con il suo omologo russo Putin.
GINEVRA
13 ore
Biden: «Ho fatto quello che ero venuto a fare»
Il presidente USA ha tracciato un bilancio «positivo» dell'incontro con Putin. Non sono però mancati gli avvertimenti.
GINEVRA
14 ore
Putin: «Non prendo lezioni di diritti umani dagli USA»
Tra gli argomenti discussi durante il summit, l'incarcerazione di Navalny, le tensioni diplomatiche e la cyber-security.
ZURIGO
15 ore
Carlos - anzi Brian - non sarà internato
Il 25enne è stato però condannato a sei anni e quattro mesi per aggressioni a secondini e poliziotti
GINEVRA
16 ore
Un centinaio di imprese chiuse per l'incontro Biden-Putin
Le aziende situate in prossimità della zona di esclusione del summit saranno risarcite dalla Confederazione.
GINEVRA
16 ore
Estremisti islamici a processo a Bellinzona
I due, arrestati nel 2016, si erano recati in Turchia per unirsi alle forze dell'Isis.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile