keystone
BERNA
14.05.21 - 17:210
Aggiornamento : 18:34

Quando l'arrivo dei ricchi rischia di farti perdere la casa

L'Oberland bernese attira milionari da tutto il mondo. Il valore delle case è così schizzato alle stelle.

Ciò ha rappresentato un aumento delle tasse che mette a dura prova le finanze dei residenti.

BERNA - Perché rischia di diventare un problema quando dei milionari acquistano chalet a Gstaad e Grindelwald? Perché il valore delle abitazioni vicine lievita, a discapito dei proprietari.

Nell'Oberland bernese, i più ricchi del mondo possiedono innumerevoli proprietà. Ciò, nonostante la "Lex Koller" (chiamata in passato "Lex Friedrich"), che dal 1983 limita l'acquisto di fondi da parte di persone all'estero.

Stando al Blick, tuttavia, nell'ultimo periodo i comuni e il canton Berna starebbero chiudendo un occhio sulle approvazioni di diversi affari immobiliari, rendendo le eccezioni la regola.

Non solo ciò è illegale, ma può avere conseguenze drammatiche per la gente del posto. I prezzi delle case, in queste località "attira miliardari", stanno crescendo a dismisura. Di primo acchito verrebbe da pensare che è un vantaggio. In definitiva, chi lì ha una proprietà, ora si ritrova con un bene che vale molto di più rispetto al passato. Di fatto, però, molti non sono più in grado di permetterselo.

Il boom immobiliare ha fatto schizzare le tasse alle stelle. All'inizio del 2020, il canton Berna ha effettuato una rivalutazione ufficiale degli immobili. Nel Saanenland, molti residenti sono diventati milionari dall'oggi al domani, senza - di fatto - avere più soldi sui loro conti.

A Grindelwald, il valore delle proprietà è aumentato del 68%. La rivalutazione è stata devastante per i residenti di Saanen: il valore fiscale delle loro proprietà è aumentato del 154%. Chiunque possedesse in precedenza un'abitazione del valore di 500'000 franchi, ora deve pagare le tasse su un valore di un milione e mezzo di franchi.

Questo perché la rivalutazione si basa sui prezzi del mercato immobiliare dal 2013 al 2016. Se in questo periodo sono stati venduti immobili di lusso milionari, il valore medio delle case è esploso.

E così gli accordi multimilionari da parte di acquirenti immobiliari stranieri stanno diventando una grave minaccia per molti residenti.

Per alcune famiglie, la rivalutazione significa non potersi permettere più la casa. Da qui è nata la petizione contro gli oneri fiscali aggiuntivi, lanciata nell'estate scorsa e che ha raggiunto oltre 3mila firme.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
12 min
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
1 ora
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
1 ora
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
2 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Università al via, tra Covid Pass e polemiche
Alcune centinaia di studenti si sono riuniti davanti a diversi atenei per protestare contro l'uso del certificato.
CONFINE
7 ore
Vaccinati o no? Al via i controlli al confine
Chi valica la frontiera in entrata, da oggi dovrà essere in possesso di "pass", e compilare un modulo
SVIZZERA
7 ore
«I vaccinati dovrebbero togliere la mascherina»
Secondo il primario Andreas Widmer ora c'è il rischio che gli ospedali si riempiano a causa dei malati di influenza.
SVIZZERA
8 ore
Un "Rendez-Vous" su Bundesplatz
Dal 16 ottobre al 20 novembre la facciata tornerà a illuminarsi per combattere il cambiamento climatico.
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
17 ore
Tra lo smartphone e una maxi grattugia, i ticinesi del Flugtag
L'evento Red Bull ha avuto luogo oggi a Losanna. Quaranta i gruppi che hanno partecipato, nessuno ha raggiunto il record
SAN GALLO
22 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile