tipress
BERNA
10.05.21 - 11:560
Aggiornamento : 11.05.21 - 07:33

«Senza consenso è violenza carnale»

Chiesta una ridefinizione nel codice penale.

Secondo Tamara Funiciello «mai così tante persone hanno partecipato a una consultazione su un progetto di legge».

BERNA - Le Donne socialiste vogliono una ridefinizione della violenza carnale nel codice penale, che includa il principio "solo se sì": qualsiasi atto sessuale senza consenso è quindi una violenza. In seguito ad un loro appello, 11'710 persone hanno preso posizione sul tema.

Secondo Tamara Funiciello, consigliera nazionale (BE) e co-presidente delle Donne socialiste, citata in una nota odierna, «mai così tante persone hanno partecipato a una consultazione su un progetto di legge».

Le frazione socialista femminile valuta il progetto sulla legge penale in materia sessuale poco ambizioso, oltre che lacunoso. Ad oggi la violenza carnale è solo la penetrazione non voluta e commessa con violenza o minacce. La revisione, punisce anche gli atti senza violenza, ma in presenza di un esplicito "no" della vittima. Rimane ad ogni modo definita una coercizione.

Proprio questo principio di coercizione non va giù alle Donne socialiste, secondo le quali alla vittima viene così trasmesso il messaggio che avrebbe potuto evitare l'aggressione. Il concetto di "no significa no" dovrebbe quindi essere modificato in "solo se sì", che metta una volta per tutte in chiaro che si può compiere un atto sessuale solo se tutte le persone coinvolte lo vogliono.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 4 mesi fa su tio
E se è muta ?
Tato50 4 mesi fa su tio
@Tato50 Tato studia il "linguaggio dei segni" . Se muove la testa da sinistra a destra è NO; se fa su è giù è SI ! Gnücc ;-))
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@Tato50 Una forma di conversazione non verbale altamente diffusa e utilizzata riesce a trasmettere in maniera equivalente il messaggio. Sicuramente ne hai già sentito parlare, viene chiamata ''sgiafeton'' o ''slavadench'', ha il magico potere di comunicare molto chiaramente le proprie intenzioni. Ne hai mai sentito parlare? Di solito quando questo tipo di conversazione ha luogo è difficile non accorgersene.
Tato50 4 mesi fa su tio
@Mattiatr Si ne ho sentito parlare ma purtroppo non nel senso che intendi tu. Di solito questo tipo di gesto è materia maschile e non manca giorno che non c'è solo lo "slavadench" ma anche la donna con la gola tagliata e raramente il contrario. Come non manca giorno che una ragazza giovane o una donna matura che non subisca violenza carnale o peggio che i vari TG danno giornalmente notizia. Oggi è stato un iracheno che ha tentato di ammazzare la sua ex ma il figlio di lei ha protetto la madre ed è stato sgozzato mentre la ex è all'Ospedale in fin di vita. Il "socio" aveva il divieto di avvicinarsi alla casa della donna perché già processato per diverse violenze nei suoi confronti. Mi chiedo se tutti gli appelli che vengono fatti e cioè di non "tacere ma denunciare" abbiano un effetto se poi il persecutore è libero di violare certe pene ridicole. Se lo rimandavano in Iraq il figlio era vivo e la madre cucinava oggi; invece è intubata in un Ospedale e non si sa se sarà salvata. Se lo scopo di "segnalare" da questi risultati allora chi si sente protetto dopo la denuncia ? Mettano un braccialetto elettronico al tipo e ne inventino uno che se si avvicina alla casa di quella che sarà la sua vittima SCOPPIA e girerà con una gamba sola. Poi se sei figlio di Beppe Grillo chi vuole che ti creda che ti hanno violentata in quattro ? Che pena una legge che non protegge ;-((((
Mattiatr 4 mesi fa su tio
Mi pare logico, così se un domani vorrò divorziare andrò a denunciare la mia futura dolce metà così faccio prima. Mi basterà dire sotto voce no giusto?
Nmemo 4 mesi fa su tio
Il diritto vigente tutela sufficientemente la vittima. Che vuole la compagna? Una legge di genere?
Ro 4 mesi fa su tio
È una questione di rispetto, non c’entra il credo politico. Se una persona non desidera avere un rapporto non credo che sia la fine del mondo. Se poi il fatto si ripete allora è meglio parlarne civilmente. Tutto qua.
F/A-19 4 mesi fa su tio
Lettera raccomandata firmata da entrambi per ogni volta che....., poi scappa anche la voglia.
joe69 4 mesi fa su tio
@F/A-19 Più che questa battuta... mi sembra veramente triste che, purroppo, bisogna arrivare ad una legge con delle pene, (spero severissime) , quando dovrebbe essere normale, nel 2021! se si fa l'amore o sesso... è: solo se è si!!!! ... da entrambi le parti...
F/A-19 4 mesi fa su tio
@joe69 Per me è più semplice la questione, non dico mai di no, neanche quando non ne ho voglia😃
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@joe69 Anche io spero che siano severissime, così quando io e la mia morosa litigheremo il giorno dopo sarò in galera per violenza carnale. Troppo facile sfruttare una legge così, vai in polizia e sostieni di aver detto no. Possibile che bisogna legiferare pure sulle risposte che si danno a una persona, come società siamo così fatiscente e decadente?
Leonardo-P 4 mesi fa su tio
Cara moglie, amore mio, mi firmi questo modulo di consenso per “amoreggiare”? Le socialiste frustrate.
Ro 4 mesi fa su tio
È violenza.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Couchepin: «Bisogna ignorare le provocazioni di Maurer»
Secondo l'ex consigliere federale, il ministro fa «il solito gioco dell'UDC»
GRIGIONI
2 ore
Incidente a Laax: due giovani morti e un ferito grave
Il conducente del mezzo ha perso il controllo finendo fuori strada e contro un muro
FOTO
ZURIGO
3 ore
Fanno esplodere un bancomat, ma fuggono a mani vuote
I soliti ignoti hanno preso di mira un apparecchio di Hüntwangen, nel Canton Zurigo
ZURIGO
4 ore
I contrari alla misure Covid manifestano a Winterthur
A centinaia hanno protestato contro la presunta censura e la «dittatura delle vaccinazioni».
ZURIGO / LUCERNA
5 ore
«Mi ha urlato che come gay dovrei essere gassato»
A pochi giorni dal voto sul “Matrimonio per tutti”, gli attacchi contro la comunità LGBTIQ si sono quintuplicati.
ZURIGO
6 ore
Anti-abortisti in strada tra favorevoli e contrari
La manifestazione è stata approvata dopo che il Municipio si era sostanzialmente opposto per evitare scontri.
VAUD
7 ore
Muore alla guida di una bitumatrice
L'uomo, un operaio francese 46enne, è precipitato in una scarpata per una ventina di metri.
FOTO
SOLETTA
8 ore
Con l'autoarticolato nella colonna delle auto, sei i feriti
È accaduto ieri pomeriggio sull'autostrada A5, vicino Luterbach.
BERNA
10 ore
"Freiheitstrychler" prendono le distanze dalle violenze
«I provocatori sono individui isolati che non appartengono al movimento» hanno dichiarato in una nota
TURGOVIA
11 ore
Caos in sala parto per test e mascherina, interviene la polizia
La polizia è intervenuta sul posto durante la nascita a causa di parenti che avrebbero «ignorato i regolamenti».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile