keystone-sda.ch (LAURENT GILLIERON)
SVIZZERA
10.05.21 - 21:000
Aggiornamento : 11.05.21 - 08:04

La paura di andarsi a vaccinare: «Non mi sono mai messa così in pericolo»

Sui social le lamentele di chi ha trovato palesi le carenze dei centri, troppo affollati e poco areati

Andreas Cerny della Clinica Luganese Moncucco: «Preoccupazioni infondate, in Ticino sono tutti soddisfatti»

Fonte 20 Minuten/Leo Hurni, Carla Pfister
elaborata da Filippo Zanoli
Giornalista

ZURIGO - «Oggi sono andata a farmi vaccinare, francamente non mi sono mai messa in una situazione così pericolosa per quanto riguarda il contagio», scrive su Twitter un'utente svizzerotedesca appena tornata dalla sua prima inoculazione.

Il motivo alla base delle sue affermazioni? Non tanto la da molti condivisa paura dell'ago, ma la grande quantità di gente, scarsissime distanze, praticamente nessuna mascherina FFP2 e aerazione degli ambienti insufficiente.

Pensate che si tratti dell'eccezione di una puntigliosa e/o sfortunata? Non proprio, stando alle diverse testimonianze di “vaccinati scontenti” raccolte da 20 Minuten sui social network.

«Non volevano che indossassi la mia mascherina FFP2, me la sono portata da casa in un sacchetto, il personale mi ha detto che non potevo metterla», spiega un altro testimone che si era recato al centro di Uster (ZH). Le autorità di Zurigo, informate del comportamento da 20 Minuten, hanno riportato la volontà di approfondire la questione.

Eppure anche nel canton Berna, per un certo periodo, le suddette erano bandite, il motivo lo spiega l'infettivologo della Clinica Luganese Moncucco Andreas Cerny: «Alcuni modelli hanno una valvola che agisce solo in una direzione, in sostanza protegge l'individuo e non gli altri, per questo venivano preferite quelle chirurgiche che sono più che sufficienti».

Nel frattempo, però, le modalità sono cambiate e anche le FF2P sono ammesso a patto di portarle da casa: «Basta che siano pulite, sigillate e aperte davanti al personale», conferma il Dipartimento della Salute del Canton Berna.

Ma, in definitiva, i centri di vaccinazione sono... a prova di virus?
«Diciamo che sono pensati e strutturati per evitare qualsiasi tipo di contagio a partire dalle code all'ingresso e alle aree d'attesa», spiega sempre Cerny, «da quello che so io, almeno qui in Ticino, la gente è molto soddisfatta».

E per quanto riguarda questa polemica sulle mascherine FFP2?
«Per le motivazioni di cui sopra (quelle relative alla valvola monodirezionale, ndr.) in alcuni cantoni si è preferito escluderle, ma non in tutti».

Come ci si può proteggere al meglio durante la visita?
«Chi arriva puntuale all'appuntamento, mantiene le distanze come indicato non ha nulla da temere. La preoccupazione, in questo caso, è decisamente infondata».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ugliottz 4 mesi fa su tio
Onestamente ho fatto il primo vaccino a Zurigo alla fiera ed è tutto stato perfetto. Un totale di 30’ da quando sono arrivato a quando sono uscito. Almeno x la mia esperienza personale tutto ha funzionato benissimo
Mattiatr 4 mesi fa su tio
Personalmente il vaccino non penso di farlo, preferisco lasciarlo ha chi più ne ha bisogno. Se in futuro ne avessi la possibilità di sicuro non mi farei tali paranoie, in fondo le regole del gioco sono risapute e molto chiare no?
volabas56 4 mesi fa su tio
Mi sono vaccinato il primo maggio a Giubiasco. Organizzazione perfetta, personale gentilissimo, da quando ho posteggiato l'auto a quando sono ripartito sono passati 45 min. Chi si lamenta probabilmente non ha alto a cui pensare.
Tato50 4 mesi fa su tio
@volabas56 Lo avevo scritto anch'io dopo il primo vaccino e su un sito mi ero complimentato per la perfetta organizzazione (ti offrono persino da bere prima di uscire). Con mio stupore ho ricevuto una mail di ringraziamento da parte del Consigliere di Stato De Rosa ;-)) Al secondo vaccino avevo un impegno alle 08.50 e quando mi è arrivato l'SMS ho chiesto se potevo spostare un pochino l'orario. Mi hanno risposto se potevo andarci prima delle 11 e così ho fatto. Al momento di entrare quella che ti prende i dati era già informata sul mio ritardo e 15 minuti dopo uscivo vaccinato e con il caffè offerto. Forse qualcuno dovrebbe vedere in certi posti dove c'è la colonna chilometrica a Giubiasco manco fai in tempo ad arrivare che sei già davanti al Box che ti hanno comunicato ;-))
Ro 4 mesi fa su tio
Cosa ? A Locarno (Fevi) la gentilezza e l’organizzazione è stata perfetta. Ma la gente cosa vuole ? Tra l’altro: Fatta la prima iniezione ci si sente più rilassati e sotto un certo aspetto meno attenti. Come a dire: “ prendere 2 piccioni con una fava niente male.
ceresade36@gmail.com 4 mesi fa su tio
Io non ho paura io vogliovaccino per andare in vacanza e metere un bel rossetto💋👄🧜‍♀️
Moga 4 mesi fa su tio
Siamo circondati da trogloditi
SteveC 4 mesi fa su tio
Io ci sono stato domenica scorsa, a Lugano organizzazione perfetta
Marta 4 mesi fa su tio
Al centro di Giubiasco c'è una organizzazione perfetta e sono anche gentili.
seo56 4 mesi fa su tio
Quanta ignoranza!!
Gus 4 mesi fa su tio
Nel Canton Berna arrivano sempre dopo. La loro fortuna è di avere migliaia e migliaia di dipendenti federali, che portano nuove idee e benefici finanziari
Booble63 4 mesi fa su tio
Queste paure sono la palese dimostrazione che esiste un’isteria collettiva creata ( forse ad arte) da un sistema malato. Il tutto è tanto più isterico quanto più i media di un paese di sono dimostrati accondiscendenti von il governo e le eminenze sanitarie. Italia in primis. Non mi stupirebbe che buona parte di coloro che hanno sentito la propria vita in pericolo seguano attentamente le notizie dalle emittenti azzurre. Come i genitori di quella scuola italiana di ZH che volevano far applicare il dpcm di Conte.😂
Enkidu 4 mesi fa su tio
@Booble63 Frottole, mi sono vaccinato a Giubiasco, tutto fatto con perfetto tempismo e la massima cordialità!
pillola rossa 4 mesi fa su tio
@Booble63 Solita propaganda terroristica per vendere i vaccini di quella ditta per la quale l'esimio collega è membro dell' advisory board.
Talos63 4 mesi fa su tio
Hanno paura di infettarsi nei centri di vaccinazione e poi vengono in Ticino e non si attengono alle varie indicazioni …
Boh! 4 mesi fa su tio
@Talos63 Vogliamo magari anche parlare di noi Ticinesi alla Foce? O in fila per il sushi?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
3 ore
Il malore, lo schianto e la morte sull'A3
È morto sul posto il 78enne belga protagonista dell'incidente avvenuto nel pomeriggio a Berschis.
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 ore
I non vaccinati in attesa di Johnson & Johnson
La Confederazione sta negoziando l'acquisto di dosi. Nel frattempo cittadini impazienti contattano Swissmedic
SOLETTA
6 ore
Auto senza targa sull'A1, la polizia la insegue senza successo
Il veicolo, rubato a Zurigo, è stato successivamente ritrovato in un parcheggio a Derendingen.
SCIAFFUSA
7 ore
«Nulla a che fare con l'incidente a Paradies»
I sommozzatori della polizia erano impegnati nella ricerca dei due nuotatori scomparsi, quando hanno rinvenuto un corpo.
SVIZZERA
9 ore
In limousine dall'amante
Il Ministro nell'occhio del ciclone per aver utilizzato l'automobile di rappresentanza per un viaggio privato.
ZURIGO
9 ore
Un uomo trovato morto per strada
Le forze dell'ordine zurighesi presumono si tratti di omicidio e cercano testimoni.
ARGOVIA
10 ore
Esce di strada e scappa, 17enne riconsegna il patentino
Il giovane, in preda ai fumi dell'alcol, disponeva di una licenza per allievo conducente, ma non era accompagnato.
SVIZZERA
11 ore
«La Svizzera offrì 1,25 milioni per liberarci»
Daniela Widmer è tornata a parlare del sequestro di cui fu vittima nel 2011 mentre si trovava in Pakistan col fidanzato.
FOTO
TURGOVIA
11 ore
Si tuffano nel Reno e non riemergono più
Una donna di 23 anni e un uomo di 28 risultano dispersi da ieri sera.
SVIZZERA
11 ore
Crisi cardiache: per paura del virus si muore a casa
Il picco è stato raggiunto durante il primo lockdown. Una situazione che rischia di ripetersi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile