tipress
ZURIGO 
09.05.21 - 10:020
Aggiornamento : 11:04

Il capo della task force: «C'è margine per altri allentamenti»

Lo specialista esprime la sua sorpresa per lo sviluppo della situazione, anche nel confronto con altri Paesi

Questo a suo avviso è dovuto al comportamento della popolazione: «gli svizzeri sembrano affrontare la pandemia in modo ragionevole», sottolinea

ZURIGO  - Il margine di manovra per allentare ulteriormente le misure di protezione contro il coronavirus sta aumentando in Svizzera: lo afferma Martin Ackermann, capo del gruppo di esperti scientifici (task force) che consiglia il governo federale.

«Tuttavia dobbiamo stare attenti», afferma il professore al Politecnico federale di Zurigo (ETH) in un'intervista pubblicata oggi dalla "NZZ am Sonntag". Il rischio di un aumento dei contagi sussiste tuttora. «Se apriamo troppo o troppo presto rischiamo di mettere inutilmente in pericolo le persone non ancora vaccinate: non sarebbe giusto nei loro confronti». Secondo Ackermann non si può quindi ancora aprire gli spazi interni dei ristoranti: questo perché gli incontri al chiuso senza mascherina rappresentavano il maggior rischio di infezione.

Lo specialista esprime anche la sua sorpresa in positivo per lo sviluppo della situazione, anche nel confronto con altri paesi: la Germania, che applica restrizioni molto più severe, non sta meglio, osserva. Questo a suo avviso è dovuto al comportamento della popolazione: «gli svizzeri sembrano affrontare la pandemia in modo ragionevole e questo dà la possibilità di godere di maggiori libertà».

Ad incidere è però anche il fattore socio-economico, con elementi quali l'istruzione, il reddito, l'alloggio. "In generale, si può osservare che le persone in condizioni socio-economiche più disagiate sono meno capaci di proteggersi: la situazione in Svizzera è certamente migliore che in altri paesi", osserva il professore. Ultimo aspetto, ma non meno importante: il rapido sostegno da parte dello stato ha portato le persone a essere più favorevoli alle misure adottate dal governo, conclude Ackermann.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Güglielmo 4 mesi fa su tio
I RISTORANTI DOVETE APRIRE TARLÜC.
pillola rossa 4 mesi fa su tio
"Se apriamo troppo o troppo presto rischiamo di mettere inutilmente in pericolo le persone non ancora vaccinate" tranquilli, aprite pure e mettetemi "in pericolo" di prendermi il virus. È un mio diritto infettarmi e avere un pass.
Findus 4 mesi fa su tio
Per quanto mi riguarda questi "esperti" hanno perso ogni credibilità. Non devono più consigliare niente a nessuno. Che se ne stiano nei loro uffici a trastullarsi con i modelli epidemiologici taroccati. Il paese reale é un'altra cosa per fortuna.
Dantissimo 4 mesi fa su tio
@Findus Quindi tu cosa proponi? Gli "esperti che hanno perso ogni credibilità" hanno permesso alla Svizzera di non riempire gli ospedali e salvare tante vite umane. C'erano forse soluzioni migliori? Forse alla Task Force hanno bisogno di persone come te ;)
Dantissimo 4 mesi fa su tio
Se tra un mese dovessero aumentare i contagi (speriamo proprio di no), sarà criticato per aver detto anche questo.
M70 4 mesi fa su tio
siamo governati da scienziati...che tristezza!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Tonnellate di CO2 in meno... solo allungando la vita dei prodotti
Ha luogo oggi la seconda edizione del Secondhand Day, per sensibilizzare gli svizzeri sui propri consumi
ZURIGO
1 ora
«Non siamo no-vax, siamo contro le restrizioni»
Ha avuto luogo oggi pomeriggio una manifestazione autorizzata contro le misure anti Covid
SVIZZERA
5 ore
Gratis o no: altre due settimane di litigi
Il governo ha rimandato al 10 ottobre la decisione. I partiti e la popolazione sono spaccati
SVIZZERA
7 ore
È esplosa la corsa ai test
La richiesta è raddoppiata con l'obbligo del certificato Covid. E il governo teme che non si arresterà
Lucerna
7 ore
Schianto frontale in moto, grave una 17enne
La collisione ha coinvolto altri due motociclisti che si trovavano sulla strada
SVIZZERA
9 ore
Oggi gratis, domani a 75 franchi?
Il test antigenico potrebbe diventare a pagamento dall'11 ottobre. Gli addetti ai lavori speculano sui possibili prezzi
ZURIGO
9 ore
Al rettore non piace il certificato
All'università di Zurigo l'accesso è vietato agli studenti senza pass. «Una scelta dolorosa» per Michael Schaepman
SVIZZERA
11 ore
Test in regalo da Maurer
Antigenici gratuiti fino alla revoca del certificato Covid: questa sarebbe la posizione del ministro UDC
SVIZZERA
19 ore
«Se la consegna avviene in ritardo, ci tagliano lo stipendio»
Il delivery va forte, soprattutto con la pandemia. Ma un corriere Smood vuota il sacco: «Pessime condizioni di lavoro»
SVIZZERA / FRANCIA
20 ore
Omicidio di una prostituta a Sullens, condanna aumentata a 30 anni
Il killer è un ex lavoratore frontaliere francese
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile