Immobili
Veicoli
TI-Press
SVIZZERA
05.05.21 - 17:240

Violenza sulle donne: «Ci vuole una rete attiva 24 ore su 24»

La richiesta è stata fatta da PS e PLR con due mozioni adottate oggi dal Consiglio Nazionale.

La pandemia rende ancora più indispensabile una rete che vada a supportare quelle donne che sono vittime di abusi in ambito domestico.

BERNA - Una rete di consulenza professionale a livello nazionale, disponibile online e telefonicamente 24 ore su 24, per le vittime dirette o indirette di violenza. Lo chiedono due mozioni (una del PS e un'altra del PLR) adottate oggi dal Consiglio nazionale. Il dossier va agli Stati.

Le due mozioni chiedono al Consiglio federale - dettosi pronto per bocca del consigliere federale Alain Berset a sostenere l'atto parlamentare - di coordinare l'istituzione di questa rete nazionale, nel rispetto dei requisiti previsti dalla Convenzione d'Istanbul che la Svizzera ha sottoscritto. Tale rete di consulenza dovrà risultare di facile accesso ed essere resa nota alla popolazione nella misura più ampia possibile.

Stando alla mozione, la situazione attuale rende ancora più urgente una simile rete di supporto dal momento che, secondo gli esperti, l'attuale crisi legata al coronavirus aumenta il rischio di violenza domestica e quindi anche il numero di vittime.

Purtroppo, l'offerta attuale di consulenza copre il fabbisogno soltanto in determinate fasce orarie. Eppure molte vittime cercano aiuto al di fuori degli orari d'ufficio e sono molto restie a rivolgersi alla polizia in caso di emergenza.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VALLESE
6 ore
Il ristoratore disobbediente contrattacca
L'esercente del Walliserkanne di Zermatt ha presentato una querela contro le autorità che lo avevano arrestato.
SVIZZERA
8 ore
Trapianti, “no” al consenso presunto per la donazione di organi
Un comitato referendario ha depositato oggi oltre 64'000 firme. Si voterà il prossimo 15 maggio
SVIZZERA
8 ore
Lex Netflix: «Il referendum è una pugnalata alla cultura svizzera»
Si voterà il 15 maggio 2022. I referendisti: «Questa legge calpesta il consumatore»
SVIZZERA
9 ore
In aumento i contagi, ma ricoveri e decessi sono in calo
È quanto emerge dal confronto settimanale dell'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
11 ore
In Svizzera quasi 40mila casi in un giorno
Continua a salire il numero dei contagi. Il bollettino dell'UFSP
GRIGIONI
12 ore
«Solo la variante Delta nelle terapie intensive grigionesi»
Il medico cantonale ha fatto il punto della situazione: «C'è una certa stabilizzazione dei contagi, ma ad alto livello».
GINEVRA
15 ore
Croce Rossa nel mirino degli hacker
Nell'ambito di un vasto cyberattacco sono stati rubati i dati di 515'000 persone
SVIZZERA
16 ore
Persone LGBTQI mobbizzate sul lavoro: «Un problema anche qui»
La questione è poco esplorata in Svizzera. Roman Heggli di Pink Cross: «Servono linee guida precise per le aziende»
SVIZZERA
17 ore
Il numero dei trapianti è tornato a quello pre-pandemia
Malgrado lo stress Covid il numero di donatori è aumentato, ma per chi aspetta un organo la situazione resta tesa
SVIZZERA
18 ore
L'acqua di rubinetto che diventa “termale” (e poco ecologica)
Un'inchiesta di Saldo fa luce sui consumi delle strutture wellness per scaldare l'acqua delle piscine
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile