Immobili
Veicoli
deposit
ZURIGO
30.04.21 - 06:000
Aggiornamento : 10:19

Pieno di “Sì” per il prossimo 13 giugno

Così stando al sondaggio di 20 minuti e Tamedia sulla prossima votazione popolare

ZURIGO - Un pieno di Sì. Almeno stando al sondaggio di 20 minuti e Tamedia sulla prossima votazione popolare. Questa la previsione per il l'appuntamento alle urne in programma il prossimo 13 giugno in Svizzera. Un appuntamento ricco visto che sono ben cinque gli oggetti per i quali i cittadini sono chiamati a votare.

Iniziativa sull'acqua potabile - Secondo il sondaggio, la maggioranza degli intervistati (54%) è a favore dell'"iniziativa sull'acqua potabile", che sostanzialmente chiede una riorganizzazione dei sussidi e un taglio alle sovvenzioni per l'impiego di pesticidi nel settore agricolo. Il 43% degli intervistati, invece, è d'accordo con il Consiglio federale e il Parlamento (che ritengono l'iniziativa eccessiva) e quindi contrario al disegno di legge.

Il sondaggio mostra come il voto sia particolarmente polarizzato dall'orientamento politico. Gli elettori di sinistra sono favorevoli all'iniziativa, quelli di destra no. Il Sì è molto più marcato nelle città (68%) e cresce in proporzione all'età dei votanti.

Sostanzialmente, i sostenitori del Sì esprimono timori per la presenza di pesticidi agricoli nell'acqua potabile, mentre quelli del No temono che l'iniziativa possa indebolire troppo il settore agricolo.

Iniziativa per vietare i pesticidi - Oltre all'iniziativa sull'acqua potabile, a giugno sarà votata una seconda proposta che ha a che fare con l'agricoltura. Con dati molti simili a quelli precedenti. Anche nell'iniziativa "per una Svizzera senza pesticidi", i favorevoli (secondo il sondaggio) sono la maggioranza, seppur risicata (53%), mentre i contrari rappresentano il 43% dei votanti. Pure in questo caso l'orientamento politico in qualche modo indirizza al voto. A favore sono infatti dal 70 all'89% degli elettori di sinistra. Anche qui il disegno di legge è maggiormente favorito da donne, abitanti delle città e l'approvazione aumenta con l'età.

Legge Covid-19 - La legge Covid-19 (elaborata per far fronte alla crisi connessa alla pandemia) gode di un alto livello di sostegno: il 66% attualmente vuole approvare il disegno di legge.

Ad essere contrari sono perlopiù sostenitori dell'UDC. I promotori del No credono che il disegno di legge vada sostanzialmente a rafforzare il potere del Consiglio federale e vada a discriminare i non vaccinati.

Legge sulla CO2 - Il 13 giugno verrà votata anche la legge sul CO2 (volta a mettere in atto una strategia per ridurre i gas serra). A favore del disegno di legge è il 54% degli intervistati contro il 43% dei contrari.

Anche in questo caso c'è una netta divisione politica tra i sostenitori del Sì e i contrari. I primi infatti sono elettori del Verdi, dei Verdi liberali e socialisti, i secondo sono simpatizzanti UDC e liberali radicali.

Il sondaggio mostra un chiaro divario urbano-rurale: gli abitanti delle città si pronunciano a favore di questa legge, mentre chi risiede in campagna è principalmente contrario. I fautori sottolineano che il Sì permetterebbe un atteggiamento più rispettoso nei confronti dell'ambiente perché chi produce più CO2 paga di più. I contrari sostengono che il problema del clima non possa essere risolto attraverso tasse e dazi, ma tramite l'innovazione.

Legge sulle misure di polizia contro il terrorismo - Ultima proposta, quella sulle misure di polizia per combattere il terrorismo. Nel sondaggio l'approvazione è a larga maggioranza (68%).

Se è vero che solo gli elettori dei Verdi e del PS sono sostanzialmente contrari alla proposta di legge, sia tra gli elettori di destra che di sinistra è alta la percentuale di indecisi.

Gli oppositori sono dell'idea che la legge possa minacciare la sicurezza della popolazione svizzera mettendo in pericolo cittadini irreprensibili. I favorevoli ritengono che ad oggi la polizia abbia troppo pochi strumenti per intraprendere un'azione preventiva e agire contro potenziali terroristi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Sorveglianza dei cellulari, privacy a rischio
Le forze dell'ordine hanno aumentato l'utilizzo delle intercettazioni per svolgere le indagini. Qualcuno si preoccupa.
SCIAFFUSA
2 ore
Esce di strada e piomba sulla scalinata del centro commerciale
Il conducente, un 35enne, ha avuto un malore.
SVIZZERA
3 ore
Graziati dopo una truffa milionaria alle FFS
Tre dipendenti, con un loro complice esterno, hanno ottenuto una riduzione della pena grazie all’ammissione di colpa.
FOTO
BERNA
8 ore
La Torre del Moron perde pezzi: «Fa male al cuore»
Inaugurata 18 anni fa, l'opera di Mario Botta ha subito gravi danni tra martedì e mercoledì: «Diversi scalini divelti».
SVIZZERA
9 ore
Il mitico coltellino svizzero spegne 125 candeline
Era il 12 giugno 1897 quando lo svittese Carl Elsener decise di proteggere il modello che diventerà un'icona del paese.
ZURIGO
10 ore
Studenti alla guida dei tram? Il sindacato non ci sta
L'azienda dei trasporti di Zurigo intende in questo modo sgravare i propri dipendenti.
SVIZZERA
10 ore
Ecco in quali Cantoni i cellulari vengono rubati con più frequenza
Il Ticino si piazza in fondo alla classifica stilata da Axa Assicurazioni.
ZURIGO
12 ore
Salvata dal lago, muore in ospedale
Non ce l'ha fatta l'anziana che martedì aveva perso i sensi nel corso di una nuotata al lido di Tiefenbrunnen.
SVIZZERA
14 ore
Tre tonnellate di oro di origine russa sotto la lente
Sono state importate in Svizzera dal Regno Unito lo scorso mese di maggio. Il valore è di 194 milioni di franchi
SVIZZERA
16 ore
«La Svizzera deve investire sulla difesa»
Il capo della Politica di sicurezza del DDPS prevede un deterioramento delle relazioni con la Russia nei prossimi anni.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile