Immobili
Veicoli
Tamedia (immagine illustrativa)
Un centro asilanti.
SVIZZERA
27.04.21 - 11:020

Minacce contro dipendenti della Confederazione

Sono inoltre aumentati i vandalismi contro i centri federali per l'asilo

BERNA - I dipendenti della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) sono sotto attacco. Non è infatti raro che finiscano nel mirino di ambienti anonimi.  Un fenomeno, questo, che di recente hanno assunto una nuova dimensione del tutto preoccupante a Basilea, come fa sapere oggi la Confederazione.

Almeno una collaboratrice del SEM e la sua famiglia hanno infatti subito danni massicci alla proprietà e gravi atti criminali a livello privato. «La SEM condanna con la massima fermezza questi atti di violenza e ha sporto denuncia alle autorità di perseguimento penale». L'inchiesta è ora in mano alla polizia federale, in collaborazione coi corpi di polizia dei cantoni interessati.

Negli ultimi anni si sono verificate ripetute azioni violente e attacchi contro edifici della SEM. Ambienti anonimi sostengono che la politica svizzera in materia d'asilo sarebbe «disumana» e che i centri federali per l'asilo sarebbero dei «lager». Nel quadro di effrazioni e atti di vandalismo commessi, tra l'altro, nei centri federali d'asilo di Giffers (FR) e Kappelen (BE) sono stati causati danni per circa due milioni di franchi, si legge in un comunicato. Si sono inoltre moltiplicati gli atti di violenza a sfondo politico contro strutture di aziende private attive per il conto della SEM. La SEM ha adottato una serie di misure volte a tutelare le proprie strutture da danneggiamenti dovuti ad atti di vandalismo, che rischierebbero di generare spese a carico del contribuente.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
48 min
Cresce la paura della guerra: la Svizzera deve mediare?
Si fa sempre più tesa la situazione tra Ucraina e Russia. L'occidente teme ormai un'invasione
SVIZZERA
3 ore
La variante Omicron... e i test Covid
Non mancano i dubbi attorno ai test Covid. Ecco le principali risposte
SVIZZERA
5 ore
«Le visite agli strip club erano per motivi di lavoro»
L’ex amministratore delegato di Raiffeisen Pierin Vincenz giustifica le spese pazze addebitate alla banca.
SVIZZERA
7 ore
Le “firme” nel sistema immunitario di chi rischia il Long Covid
Uno studio zurighese ha identificato i fattori di rischio immunologici
SVIZZERA
7 ore
Il processo Vincenz non si ferma
La Corte ha respinto le richieste di sospensione. Inizia l'interrogatorio dell'ex Ceo
SVIZZERA
8 ore
In Svizzera 36'658 contagi e dodici decessi in ventiquattro ore
Nelle strutture sanitarie elvetiche sono state ricoverate altre 121 persone col Covid
SVIZZERA
10 ore
«Un allentamento delle misure porterebbe a un'ulteriore ondata»
Gli esperti della Confederazione fanno il punto della situazione. E frenano gli entusiasmi su una fine delle restrizioni
SVIZZERA
12 ore
«Ci siamo comportati come bravi soldatini, adesso basta»
Politici e associazioni economiche fremono: Le attuali restrizioni sono «sproporzionate» e «vanno revocate».
ARGOVIA
13 ore
Cadavere nella grotta, il 22enne a processo per assassinio
Il Ministero pubblico argoviese ha richiesto sedici anni e quattro mesi di carcere per il giovane omicida.
BERNA
14 ore
Aquila reale vittima di una turbina eolica
L'incidente è avvenuto nel mese di novembre sul Mont-Soleil, nel Giura bernese.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile